Pasta alla Norma (7)b

Pasta alla Norma

“La Pasta alla Norma, è un piatto originario della città di Catania. Sembrerebbe che a dare il nome Norma alla ricetta sia stato Nino Martoglio, il noto commediografo catanese. Davanti ad un piatto di pasta così condito esclamò: “È una Norma!” ad indicarne la suprema bontà, paragonandola all’opera di Vincenzo Bellini.”
e con queste righe non aggiungo altro che Buon Pranzo!

Pasta alla Norma (10)b

Ingredienti per 4 persone

380g maccheroni freschi o pasta corta di grano duro ruvida
2 melanzane viola siciliane tonde medie
2kg pomodori per salsa (o 1 bott di passata rustica)
1 cipolla rossa di Tropea
200g ricotta infornata grattugiata grossa
50 g parmigiano grattugiato
10 foglie di basilico fresco
sale marino iodato fine
pepe nero macinato
peperoncino rosso (facoltativo)
olio evo

  • Preparare la salsa:

In una capiente pentola mettete i pomodori tagliati in 2 o 4 pezzi, qualche foglia di basilico e lasciateli cuocere per circa 30 min con il coperchio fino a che non saranno diventati morbidi e teneri, versare i pomodori cotti nel passa verdure a mano e lasciar sgocciolare via l’acqua di vegetazione che eliminerete, trascorso questo tempo passare alla setacciatura ottenendo cosi una salsa densa e profumata.

Pasta alla Norma Melanzane (2)

  • Preparare le melanzane:

Tagliare le melanzane a dadini e metterli in uno scolapasta intervallate da strati di sale, sull’ultimo strato posizione un peso e lasciare riposare almeno 1h, cosi da perdere l’acqua e l’amaro; trascorso il tempo lavate le melanzane sotto l’acqua corrente per eliminare il sale, asciugatele su un panno da cucina.

Riscaldare abbondante olio evo o per friggere in una capiente padella  dai bordi alti, quando a temperatura, cuocete le melanzane poche per volta, fino a che non saranno ben colorite, mettere da parte su carta assorbente per sgocciolare l’olio in eccesso.

Pasta alla Norma (1)b

  • Preparare il sugo alla Norma:

Nella capiente padella dove avete fritto le melanzane, togliete un pò d’olio vecchio e rosolate la cipolla a fuoco basso per qualche minuto, versare la salsa di pomodoro e lasciate cuocere per una decina di minuti con un pizzico di sale e pepe.

Pasta alla Norma (3)b

Al termine della cottura della salsa versate dentro: le melanzane, metà della ricotta, il parmigiano e altre foglie di basilico, ottenendo cosi un composto molto cremoso, lasciatelo riposare qualche minuto.

Pasta alla Norma (4)b

  • Cuocere la pasta

Cuocere la pasta al dente in abbondante acqua salata, scolatela e spadellatela con il condimento a fuoco vivo e servire calda con un abbondante spolverata di ricotta infornata sulla superficie e foglioline di basilico fresche per decorare.

Pasta alla Norma (7)b

Cucina Regione
Sicilia

Share on Google+Tweet about this on TwitterPin on PinterestShare on FacebookShare on TumblrEmail this to someone

8 pensieri su “Pasta alla Norma

  1. Lalla

    ciao dolce
    si ti posso capire ci sono dei formaggi tipici delle varie regioni che sono difficilissimi da trovare…. per nn parlare di mozzarelle di bufala doc…. qua fanno veramente cacareeeeee!
    bee un buon motivo per scendere in sicilia a farne scorta… sigillata sotto vuoto e congelata dura parecchi mesi hihihihi
    baci baci lalla

    Rispondi
  2. elisa

    mmmmmmh..io adoro la pasta alla norma..buonissima..quest’anno ancora non l’ho mangiata..aspetto che arrivino le melanzane del mio papà..
    senti..ti ho lasciato anche un commentino di là..
    Baci

    Rispondi
  3. Elisabetta

    ciao Lalla!!felice io, d'aver trovato un viso bello come il tuo,ad illustrarmi la ricetta che cercavo….la pasta alla”Norma”^;^comlimenti per il tuo blog!!se ti serve qualche ricetta pugliese..chiedi pure,saro'felice di aiutarti,visto che condividiamo la stessa passione per la cucina ed il buon mangiare;-))grazie ancora!

    Rispondi
  4. Pingback: Millefoglie alle Fragole e Meringhe… per un dolce compleanno | Food Blog

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>