Archivi tag: Pesce

I bocconcini di pesce spada a ghiotta un secondo della tradizione messinese per la rubrica L'Italia nel Piatto

Bocconcini di Pesce Spada a Ghiotta per la Madonna della Lettera

Il Pesce Spada a Ghiotta è uno dei piatti che sulla tavola di un siciliano ma sopratutto di un messinese non deve mai mancare. Si riconosce immediatamente dal profumo di questa deliziosa pietanza e rimane persistente nella memoria di ogni persona che lo assaggia.

Sicuramente se siete passati da Messina, per lavoro o per viaggio di piacere e vi siete fermati a mangiare in una delle tante trattorie in riva al mare vi sarà stato proposto o avrete sentito parlare del pesce stocco a ghiotta un piatto povero popolare molto antico. Ma oggi invece cucineremo la versione ricca e nobile di questa pietanza ossia il Pesce Spada a Ghiotta, come avrete capito l’ingrediente principe di questo piatto speciale è proprio il Pesce Spada.

Parliamo di questo ingrediente fondamentale: è un pesce pelagico abile nuotatore che transita nello Stretto di Messina durante la stagione estiva per riprodursi andando alla ricerca di una compagna/o. Proprio durante questa stagione inizia la pesca selettiva grazie all’impiego di particolari imbarcazioni chiamate Feluche. Le sue carni compatte e dal sapore delicato sono molto ambite sulla tavola di tutto il mondo quanto quelle del tonno rosso.

Oggi oltre a parlare di pesca, di cibo e insegnarvi come si prepara questo piatto tradizionale siciliano voglio raccontarvi un po’ la storia della mia città, grazie al tema del mese di Febbraio dell‘Italia nel piatto scelto per voi:

Il piatto del Santo

Il 3 giugno per Messina, la mia città, è un giorno di grande festa, si festeggia la Madonna della Lettera, la protettrice della città.

La storia narra che San Paolo porto il culto cristiano in città e dopo la conversione una delegazione di cittadini si recò con lui in Palestina per conoscere la Madonna. I cittadini al rientro in patria portarono in donò una lettera donatagli dalla Madonna e chiusa con una ciocca dei suoi capelli.

Il testo della lettera recita:

«Umilissima serva di Dio,
Madre di Gesù crocifisso,
della tribù di Giuda,
della stirpe di Davide,
salute a tutti i messinesi
e Benedizione di Dio Padre Onnipotente.
Ci consta per pubblico strumento che voi tutti con fede grande
avete a noi spedito Legati e Ambasciatori,
confessando che il Nostro Figlio,
generato da Dio sia Dio e uomo
e che dopo la sua resurrezione salì al cielo:
avendo voi conosciuta la via della verità
per mezzo della predicazione di Paolo apostolo eletto
per la qual cosa benediciamo voi e la vostra città
della quale noi vogliamo essere perpetua protettrice.

La frase “vos et ipsam civitatem benedicimus” (“Benediciamo voi e la vostra Città”), parte della lettera, è incisa sulla grande stele posizionata sulla falce del porto, a ridosso della zona militare.

Dal culto della Madonna della Lettera viene la tradizione dei nomi
Letterio e Letteria abbreviati in Lillo e Lilla.

E’ proprio grazie alla mia cara amica Lilla a cui mi sono rivolta per scoprire quale piatto non poteva mancare durante la festa della città e la sua festa.
La festa della Madonna della Lettera inoltre da inizio alla stagione della pesca del Pesce Spada nello Stretto di Messina e la comparsa sulle tavole di questo buonissimo piatto.

Per prearare il pesce spada a ghiotta potete usare le fette di pesce spada intere o tagliarle in bocconcini, naturalmente questa seconda alternativa è molto pratica da servire in tavola per tutta la famiglia dosando cosi la giusta quantità per ogni commensale.

In ogni caso portare a tavola il pesce spada a ghiotta sarà una festa per tutti messinesi e non.

I bocconcini di pesce spada a ghiotta un secondo della tradizione messinese per la rubrica L'Italia nel Piatto

Ingredienti per 4 persone

Continua a leggere
Insalata Pantesca con Sgombro Grigliato

Insalata Pantesca con Sgombro Grigliato

Luglio… ormai siamo in estate piena… il termometro non ci risparmia ed è tempo di piatti freddi e insalatone…. e quale migliore occasione per preparare l’Insalata Pantesca con Sgombro Grigliato, una buonissima insalata preparata usando lo sgombro cotto sul bbq e i pomodori di Pachino, dolci e saporiti.

Da quando faccio parte dell’Italia nel piatto ogni mese è un tuffo nei ricordi, una scoperta nuova o una riscoperta, spulciare tra i volumi, tra le pagine di vecchi quaderni o semplicemente negli angoli della mia mente, ritornare ai piatti mangiati in vacanza o a luoghi che sogni di andare a visitare prima o poi. Uno di questi luoghi che spero di poter vedere presto è Pantelleria, un  isola meravigliosa nel mezzo del Mar Mediterraneo da cui prende origine questa insalata pantesca a cui ho voluto aggiungere lo sgombro grigliato per preparare un piatto saporito, goloso e sopratutto nutriente adatto a tutta la famiglia.

L’insalata pantesca con sgombro alla griglia è il piatto ideale per partecipare all’uscita di Luglio dell’Italia nel piatto con tema:

“Metti una sera a cena… fredda!”

Abbiamo scelto di deliziarvi con piatti di ogni tipo per poter preparare una cena fredda da condividere con le persone che più si amano, per trascorrere insieme le sere d’estate a parlare delle vacanza passate e future o semplicemente a cercare le stelle cadenti.

Ingredienti per 4 persone

Continua a leggere

Pasta con Fagiolini Alici e Briciole Fritte

Pasta con Fagiolini Alici e Briciole Fritte

Volete preparare una pasta buonissima e sfiziosa in pochi minuti… allora non fatevi scappare la ricetta delle Pasta con Fagiolini Alici e Briciole Fritte. Un piatto dagli ingredienti semplici che legati insieme danno qualcosa di buono e unico, esaltato dal croccante dalle briciole di pane fritte preparate in casa usando gli aromi che più amate.

La Pasta con Fagiolini Alici e Briciole Fritte tra le tante ricette a base di fagiolini che ho preparato in questi anni forse è la mia preferita: aromatica, croccante, saporita e che mi fa pensare subito all’estate e al mio amato mare. Se anche voi amate questi ingredienti non potete farvi sfuggire la Pasta con Fagiolini Alici e Briciole Fritte.

I fagiolini sono dei legumi molto versatili che si possono usare per tantissime preparazioni, una delle mie preferite è il polpettone genovese con patate e fagiolini, arricchito alla maggiorana o i fagiolini gratinati al forno con il pomodoro e l’origano come li prepara la mia mamma (se volte vi metto anche la sua ricetta!!!!).

Ingredienti per 4 persone

Continua a leggere

Orecchiette con le Cime di Rapa e Briciole di Pane

Orecchiette con le Cime di Rapa e Briciole di Pane

Faccio questa ricetta delle Orecchiette con le cime di rapa e Briciole di Pane da tantissimi anni ma per la sua semplicità non ho mai pensato di postarla. Ieri c’era una bella luce e avevo voglia di scattare qualche foto dopo settimane di grigiore, neve e pioggia ed ecco che una volta scaricate sul pc. Mi sono detta eppure perché non postarla, magari a qualcuno può far piacere? Magari qualche altro mi criticherà come ormai capita spetto nel web per una ricetta sbagliata o banale, ma chi se ne frega.

Benchè non sia la versione tradizione delle orecchiette con le cime di rapa a me piace tantissimo e spesso penso come un ingrediente cosi semplice come le briciole di pane tostato che sarebbero finire nel cestino o al meglio nel frullatore per preparare pane grattugiato (io odio buttare il cibo e tento di riusarlo al meglio in ogni occasione) può rende un piatto  di orecchiette classico ancora più buono.

Di orecchiette con le cime di rapa ne esistono tantissime versione: con le acciughe e senza, con i pomodori e senza, chi la fa’ molto morbida chi invece un po’ più asciutta chi preferisce la ricotta salata chi il formaggio parmigiano (anche se credo che i pugliesi doc non siano prontamente d’accordo). Come tutte le ricette della cucina popolare anche questa non fa’ eccezioni e quindi troverete tantissimi modi di prepararle.

Il mio unico rammarico di questo piatto e non sapere ancora preparare in casa le orecchiette a mano e cosi mi devo accontentare di una buona pasta di semola fresca (non mi piace questo tipo di pasta secca, rimane dura e gommosa) di origine pugliese. Sebbene in tutti i negozi di alimentari e pastifici si trovano delle buonissime orecchiette e sicuramente anche nel vostro supermercato di fiducia c’è una marca che fa al caso vostro. Se viceversa non trovate  o non vi piacciono le orecchiette potete usare anche le foglie o gli strascinati o i cavatelli, sono tutti buonissimi formati di pasta pugliese di semola di grano duro, perfetti per arricchire sughi semplici come questo.

Ingredienti per 4 persone

Continua a leggere

Pesce spada con carciofi e piselli un piatto tutto siciliano

Bocconcini di Pesce Spada con Carciofi e Piselli

I Bocconcini di Pesce Spada con Carciofi e Piselli sono un piatto di mare ispirato ad una ricetta tradizionale contadina della mia terra la frittedda, anche se il nome può trarre in inganno non è una frittella bensì un piatto vegetariano a base di carciofi, fave e piselli. Amo il suo sapore e ho voluto ricreare trasformando questo contorno in un secondo piatto di pesce  con i dei deliziosi bocconcini di pesce spada per preparare il Pesce Spada con Carciofi e Piselli perfetto per la primavera.

Io sono meteoropatica in cucina… nei giorni passati con il freddo e la pioggia battente non ho cucinato praticamente nulla, ma ora che è tornato finalmente il sole, se bene fa un po’ troppo freddo per i miei gusti, eccomi all’opera, ed eccomi naturalmente a presentarvi un piatto speciale buonissimo e semplicissimo da cucinare: il pesce spada con carciofi e piselli.

Inoltre per renderle ancora più ricco questo secondo piatto di mare potete aggiungere ai carciofi e piselli anche le fave (fresche o surgelate). Io adoro le fave fresche piccoline e tenere che si mangiano crude appena tolte dal baccello accompagnate del con del buon pane e del ottimo pecorino (so che per qualcuno può sembrare un eresia ma se sono appena raccolte sono come zucchero in bocca) e sto facendo il conto alla rovescia aspettando che spuntino le prime insieme ai piselli, per poterlo preparare questo piatto nuovamente con le verdure fresche dell’orto e sicuramente prepararvi qualche nuova ricetta con questi ingredienti che tanto amo.

Infine vi do un altro piccolo suggerimento potete utilizzare questo delizioso secondo piatto di mare per preparare un piatto di pasta speciale dal sapore tutto primaverile, per 4 persone semplicemente aggiungendo la vostra pasta preferita e mantecando sul fuoco.

La mia città Messina, sorge sul mare e da secoli ha una grande storia marinaresca e peschereccia. Da Maggio a Ottobre le acqua dello Stretto vengono solcate da speciali barche chiamate Feluche (qui trovate la foto)appositamente studiate per la pesca del pesce spada. Il pesce spada mediterraneo è un abile nuotatore, con carni sode e saporite. E’ un pesce che si addice a cotture veloci per evitare di farlo diventare duro, potete grigliarlo o semplicemente farlo in umido o prepararci un buon piatto di pasta come questo!

Insomma credo che questo sia il piatto perfetto per iniziare la primavera con il piede giusto. Che ne dite?

Ingredienti per 2 persone

Continua a leggere

Pasta con Broccolo Romanesco e Pomodori Secchi

Pasta con Broccolo Romanesco e Pomodori Secchi

Ho preparato questa Pasta con Broccolo Romanesco e Pomodori Secchi e briciole di pane tostate prendendo spunto dai consigli della mia amica F., un piatto che mi ha subito entusiasmato e cosi ho deciso di prepararlo in breve tempo, da aggiungere alle ricette con il cavolfiore e con broccolo romanesco sul mio foodblog.

La Pasta con Broccolo Romanesco e Pomodori Secchi e briciole di pane tostate è un piatto  naturalmente povero, fatto di ingredienti semplici che spesso si trovano in casa e che fanno parte di una cucina del sud italia: dove briciole di pane o pane grattugiato sono spesso impiegate per guarnire i piatti contadini.Adoro l’uso delle briciole, esalta il sapore di alcuni piatti dandogli una croccatezza che altrimenti mancherebbe.

Insomma il profumo del pane tostato e le erbette leggermente riscaldate riempiono la casa, facendomi pensare alle cucine delle nonne, dove il profumo del cibo si mescolava a quello della stufa che ardeva per riscaldare le stanze durante l’inverno.

Mi fanno pensare al pane appena sfornato: fatto con la pasta madre e farine grezze, lievitato al caldo del letto per ore, lente ore e che profumava di buono per giorni, nonostante induriva. non come il pane industriale di oggi che dopo 3 ore è gomma per cancellare (avete mai usato il pane per cancellare? io si quando andavo a scuola, la mia prof di disegno ci aveva insegnato ad usare questo metodo!)

Ingredienti per 4 persone

Continua a leggere

Linguine con Baccalà e Ceci una cremosa scoperta

Linguine con Baccalà e Ceci una cremosa scoperta

Ho assaggiato questo piatto di Linguine con Baccalà e Ceci qualche mese fa, un piatto che mi ha stuzzicato ma confesso che non mi ha colpita del tutto. L’ho riprodotto in casa più e più volte fino a raggiungere il mix di sapori che più mi piace (parecchio diverso dall’originale) e ora trovata la ricetta perfetta me ne sono innamorata per il suo sapore allo stesso tempo delicato ma avvolgente.

Per preparare le Linguine con Baccalà e Ceci occorre procurarsi del buon baccalà, non so se nella vostra zona lo vendono già ammollato, se vivete a Messina conoscete sicuramente i negozietti appositi per l’ammollo del pesce stocco e il baccalà in apposite vasche; potete comprarlo intero o già tagliato a pezzi per preparare il piatto tipico messinese: il pesce stocco a ghiotta. Qui in oltre Po trovarlo ammollato è difficilissimo e spesso ha un colorito poco rassicurante. Cosi mi sono armata di pazienza ho acquistato un bel pezzo di baccalà e l’ho messo in ammollarlo nella mia cucina.

Ammollare il baccalà è un operazione relativamente semplice: iniziate rimuovendo il sale che lo ricopre aiutandovi con il getto di acqua corrente o con uno spazzolino, state attenti che il getto dell’acqua non sia troppo intenso altrimenti la polpa può lacerarsi. Una volta rimosso il primo strato di sale, se necessario tagliatelo a pezzi delle dimensioni che preferite (io l’ho diviso in due per farlo entrare nella scodella più grande che ho). Immergete il baccalà in una bacinella di acqua fredda, in modo tale che tutta la polpa sia immersa nell’acqua. Dopo circa 6 – 8 ore, sostituite completamente l’acqua, ripetete l’operazione più volte fino a raggiungere un tempo di ammollo di 24 -36 ore.

Per un ammollo perfetto sarebbe indicato l’uso di acqua corrente, ma capisco che in casa questo tipo di ammollo non è certamente di facile gestione e sopratutto creerebbe un eccessivo consumo di acqua. Una volta che il baccalà è stato ammollato potete rimuovere la pelle e tagliarlo nelle dimensioni che preferite. Il nostro baccalà è pronto per essere cucinato. Il baccalà ammollato può esser surgelato e impiegato successivamente in altre preparazioni.

Ottenuto un buon baccalà ammollato non ci resta che preparare gli ingredienti necessari per le nostre Linguine con Baccalà e Ceci. 

Ingredienti per 4 persone

Continua a leggere

Risotto al Pomodoro con Alici e Capperi

Risotto al Pomodoro con Alici e Capperi

Vi ho detto spesso che uno dei miei piatti preferiti è la pasta con le alici alla messinese, per me un piatto carico di sapore e di storia  legato alla mia famiglia naturalmente ai miei ricordi d’infanzia; di conseguenza sarei capace di mangiare questo piatto di pasta anche tutte le settimane senza mai stancarmi del suo sapore intenso. E cosa c’entra un risotto? Ovviamente prendendo spunto da quel piatto di famiglia ho deciso di preparare il risotto al pomodoro con alici e capperi, una vera delizia che mi ha fatto palpitare il cuore.

Il risotto al pomodoro con alici e capperi è un piatto semplice da preparare, ricco di sapore  grazie agli ingredienti della mia terra che naturalmente a casa mia non mancano mai. Questo risotto racchiude dunque tanti sapori del sud Italia abbinati al piacere del riso Carnaroli, un prodotto tipico del nord. Ho imparato ad apprezzare il piacere del risotto e del buon riso  che viene prodotto in Lomellina.

Risotto al Pomodoro con Alici e Capperi

Ingredienti per 4 persone

Continua a leggere