Archivi tag: Cucina Regionale

Agnello con Olive Verdi e Alloro come in Sardegna

Agnello con Olive Verdi e Alloro

Da quando vivo con G. ho iniziato a scoprire sapori e piatti di un altra isola la Sardegna e pian piano li ho fatti diventare parte della nostra vita, si perché le origini sono quello che ci rendono quello che siamo, ci rendono NOI.

Non potete negare che i profumi scatenano nel nostro cervello una scarica di endorfine che diventano EMOZIONI, facendoci fare un tuffo nei ricordi senza che noi ne siamo coscienti e consapevoli.

Naturalmente tutto questo è per spiegarvi che la ricetta dell’

Agnello con Olive Verdi e Alloro
è di
Nonna Giannina!

Io ho chiesto a mia cognata di insegnarmela, sebbene ancora ne dovrò spadellare di agnello prima di arrivare alla perfezione richiesta. Come vedrete è una ricetta semplice fatta di pochissimi ingredienti ma che mescolati insieme lo rendono un piatto speciale.
Un piatto di famiglia pieno di amore, di sorrisi e di abbracci.

Un piatto carico di ricordi, di infanzia e di adolescenza e perché no anche dell’età adulta: di voli e traghetti, di Natali e di Pasque, compleanni e telefonate.

Ma torniamo al nostro Agnello con Olive Verdi e Alloro: un piatto semplicissimo fatto da pochi ingredienti ma che mescolati insieme lo rendono speciale, saporito quasi esplosivo. Sebbene l’agnello sia una carne che fa parte anche della cultura gastronomica siciliana ho iniziato ad apprezzarla solo recentemente, a causa del sapore intenso e dal profumo invadente, insieme al capretto.

Naturalmente se avete la fortuna di poter gustare l’agnello in Sardegna o comunque allevato in Sardegna è tutta un altra storia, tenerissimo e poco grasso diventa un piatto spettacolare. Tuttavia ci si arrangia con quel che si ha, acquistando comunque della valida carne italiana dal vostro macellaio di fiducia.

Scegliete delle parti non troppo grasse ed esemplari giovani e fatelo tagliare a pezzi dal macellaio se non siete pratiche di mannaie e coltellacci, per non rovinare la carne e rischiare di frantumare le ossa (che poi vi troverete nel piatto).

Agnello sardo con Olive Verdi

Ingredienti per 4 persone

Continua a leggere
I deliziosi pomodori di Pachino sott'olio

Pomodorini Secchi di Pachino sott’olio

Pomodorini Secchi di Pachino sott’olio con Capperi di Salina

Eccomi di nuovo con voi finalmente, dopo tutto questo tempo…un pò esaurita, un pò smagrita, un pò tutto, ma non potevo perdermi l’uscita dell’Italia nel piatto di settembre.

Questo mese abbiamo scelto di parlavi di

Conserve estive

Ogni regione ha le sue conserve estive e queste possono essere sia dolci come marmellate e frutta secca che salate come la classica salsa di pomodoro o i sott’olio e anche queste variano negli ingredienti lungo lo stivale. Quale migliore occasione se non elogiare i prodotti simbolo della mia terra:

I pomodori di Pachino

ingrediente conosciutissimo in tutto il mondo per la sua bontà e per il suo profumo. Si trova sulle tavole degli italiani ed è indispensabile per preparare tantissime pietanze. In estate il suo periodo di produzioni riempie le piante di deliziosi bottoncini rosso fiammante.

Quando il pomodorino di Pachino viene lavorato da vita ad una delizia che racchiude il dolce del sole, la sapidità del mare e il colore intenso dell’amore per le materie prime.

Naturalmente da siciliana, sono di parte, vi assicuro che una volta assaggiati il Pomodorini Secchi di Pachino difficilmente vi scorderete il loro sapore cosi intenso.

Quindi se siete andati in Sicilia, ma anche in Calabria, in vacanza o avete ancora qualche giorno di ferie da trascorrere sulla mia isola meravigliosa non vi resta che correre a farne scorta e portare a casa un sacchetto di Pomodorini Secchi di Pachino e una volta a casa non vi resta che preparare le vostre conserve seguendo la ricetta semplicissima che vi presento.

I pomodorini di Pachino sott'olio

Ingredienti per i Pomodorini secchi di Pachino

Continua a leggere
Spaghetti alla Carrettiera Sicilia

Spaghetti alla Carrettiera con Pomodorini Grigliati

Da che io ho memoria gli spaghetti alla carrettiera sono sempre esistiti nella cucina di casa mia, ricordo che li preparava mia nonna, mia mamma e anche in casa mia non mancano mai.

Ho scelto questo piatto delizioso, veloce e gustosissimo per l’uscita del mese di Luglio dell’Italia nel Piatto a tema:

Lo spaghetto nel piatto…a mezzanotte

Cercando sul web ho scoperto che questo piatto è conosciutissimo anche nel resto d’Italia e ogni regione ha la sua variante con aggiunte più o meno impegnative. In sostanza la cucina popolare italiana si ripete utilizzando gli ingredienti del territorio e facendone tesoro.

C’è chi come nel Lazio aggiunge il guanciale e chi aggiunge i pomodori pelati, qualcun altro invece aggiunge il pesce… e perchè non rendere un piatto ancora più speciale mantenendo la tradizione e la ricerca dei vecchi sapori ci permette di giocare e arricchire i nostri ricordi di nuovi e golose ricette.

In casa mia la ricetta degli spaghetti alla carrettiera si preparano cosi, naturalmente questa è la ricetta dei miei ricordi e dei pranzi veloci prima/ dopo il mare.

Spaghetti alla Carrettiera Sicilia
Ingredienti per 4 persone
Continua a leggere

Caponata di Melanzane e Pesce Spada

Caponata di Melanzane e Pesce Spada una ricetta dal profumo speciale che in tanti conoscono e che apprezzano, ma l’avete mai provata con l’aggiunta del pesce spada?

In Sicilia per secoli si sono susseguite numerose dominazioni: Greci, Bizantini, Arabi e Normanni e fino a periodi più recenti Spagnoli e Francesi. Vi confesso che ho avuto seri problemi a scegliere la ricetta che potete meglio interpretare il tema di Giugno per l’Italia nel piatto

“La ricetta Storica”

La vastità e la varietà delle dominazioni storiche in Sicilia hanno portato cosi tanti prodotti che con i secoli sono diventati tipici e ad oggi vengono ancora prodotti e consumati.

Nella ricerca della ricetta storica perfetta per la mia isola inoltre ho scoperto che:

La Sicilia diede i natali a importanti personalità del mondo culinario: i due cuochi Labdaco di Siracusa e Miteco Siculo, il quale si rese autore del primo libro di cucina della storia,[8] e Archestrato di Gela, considerato il padre dei critici dell’arte culinaria; egli scrisse il noto poema titolato Gastronomia, nel quale elenca cibi e vivande incontrate durante i suoi lunghi viaggi.

Parliamo un po del piatto che ho scelto:

La Caponata di Melanzane con Pesce Spada

Esistono diverse scuole di pensiero sull’origine di questa ricetta e sopratutto del suo nome:

Andando parecchi secoli indietro si narra che il nome di caponata derivi dal greco “capto”, cioè tagliato; riferito al taglio delle verdure per la preparazione di questa pietanza.

Un altra ipotesi è che il termine caponata derivi da “capone” pesce di grandi dimensioni in italia conosciuto come lampuga. Nel 1700 il capone era una pietanza che veniva preparata in agrodolce per aristocratici e nobili.

In periodi più recenti invece si ipotizza che derivi dai termini latini “caupona-cauponium” e “cauponia” che significano rispettivamente osteria-taverna e cibo da taverna. La taverna luogo di ritrovo di marinai che al la pesca si rifocillavano mangiando pane tostato con acciughe, olio, aglio, olive e capperi.

Oggi ho scelto di proporvi una ricetta storica perfetta arricchita dal sapore unico e speciale del Pesce Spada uno dei simboli della mia città Messina.

Caponata siciliana

Ingredienti per la Caponata di Melanzane e Pesce Spada

Continua a leggere
Il capuliato siciliano è il pesto di pomodori secchi dal sapore intenso e dal gusto esplosivo perfetto per tante preparazioni

Capuliato Siciliano il Pesto di Pomodori Secchi

Il Capuliato Siciliano sicuramente più noto con il nome di Pesto di Pomodori secchi è una preparazione rustica semplicissima e buonissima tipica della provincia di Ragusa la patria del pomodoro di Pachino e di Vittoria.

Il Capuliato siciliano o Pesto di Pomodori Secchi si può preparare in mille occasioni ed è perfetto da usare in mille preparazione. Un ingrediente prezioso e genuino della cucina siciliana, con cui io sono cresciuta.

La parola Capuliato in siciliano significa: tagliato/ battuto al coltello

Nella provincia di Messina, la mia città natale, la parola “capuliato” si riferisce alla preparazione del macinato di carne, quando ancora si usava preparare il macinato al coltello, io ricordo mio nonno Angelo che la usava spesso facendo la lista della spesa e ordinando in macelleria la carne (si era lui addetto alla spesa!). Mentre nella provincia di Ragusa, con lo stesso nome, parliamo di un battuto al coltello di pomodori secchi successivamente aromatizzato con basilico o menta e tanto buon olio.

Il significato della parola “Capuliato” esprime quindi un gesto in cucina ma con una base di ingredienti diversi.

Ho scelto di parlarvi del pesto di pomodori secchi perché è una preparazione che amo e che racchiude tutti i sapori della mia amata isola e si sposa a meraviglia con il tema di maggio dell‘Italia nel piatto:

“LA RICETTA PERFETTA”
INGREDIENTI: territorio, tradizione, creatività

Il capuliato siciliano o pesto di pomodori secchi può essere gustato cosi al naturale o usato per tantissime preparazioni: per condire un semplice piatto di spaghetti, del pane casareccio e preparare una deliziosa e saporita bruschetta o se volete preparare qualcosa di più sfizioso lo potete usare come ripieno per un rustico salato da servire come antipasto in una cena rustica con amici.

Perché no potete usare il capuliato siciliano o pesto di pomodori secchi per insaporire un insalata di pasta o un delizioso taboulè a base di cous cous per le prossime giornate estive e finalmente le scampagnate al mare o in montagna esaltando naturalmente il sapore degli altri ingredienti.

Infine nella

Bruschetta farcita con Capuliato siciliano, Alici e Capperi di Salina

che vi propongo in questo post, c’è tutto l’amore per la mia terra, per il mare e per il sole. Un mix inconfondibile di sapori e profumo che avvolgono la cucina siciliana.

Il capuliato siciliano è il pesto di pomodori secchi dal sapore intenso e dal gusto esplosivo perfetto per tante preparazioni
Ingredienti per il pesto di pomodori secchi
Continua a leggere
lo sfincione palermitano

Sfincione palermitano un rustico siciliano

U’ sfinciuni come viene chiamato sull’isola o sfincione palermitano come lo chiama il resto del mondo è uno dei rustici da strada che non deve mai mancare sulle tavole di un palermitano ma anche di un isolano in genere. Vediamo un po cos’è questo rustico di cui tanto si parla e per il quale i palermitani darebbero la testa: è una pizza alta ben farcita con cipolle e formaggio dal sapore intenso e dal profumo inebriante, arricchita inoltre con alici sotto sale/sott’olio.

Prepararla è molto semplice ma allo stesso tempo esistono delle regole ben precise per preparare un buonissimo sfincione palermitano. Sebbene io non sia palermitana sento molto viva questa tradizione e adoro mangiare il rustico palermitano per eccellenza.

Trovo che questa ricetta tradizionale sia perfetta per il tema dell’Italia nel Piatto di Aprile:

Torte rustiche salate, focacce
per una scampagnata primaverile

Avete mai provato questo delizioso rustico dal sapore intenso e goloso? Non vi resta che correre in cucina armarvi di pazienza per i più teneri e iniziare a pelare le dolci cipolle… per preparare la farcitura di questo piatto buonissimo.

Lo sfincione palermitano

Ingredienti per 4 persone

Continua a leggere
Merendine Pan d'Arancio ... dalla tradizione siciliana

Pan d’Arancio diventa una merendina

Il Pan d’Arancio un altra ricetta della mia terra, un dolce semplice dal sapore intenso perfetto per queste giornate di inizio primavera.

La torta Pan d’Arancio è conosciutissima sull’Isola e anche fuori… ho scelto di preparare delle deliziose merendine per i piccoli o grandi bimbi di casa; le merendine pan d’arancio sono perfette da portare a scuola o da gustare nelle ore pomeridiane con gli amici e i compagni tra una pausa e l’altra dai libri o dai giochi.

Il profumo di questo dolce per casa mi fa volare con la mente alla mia isola:  kg e kg di agrumi da mangiare in ogni occasione e alle meravigliose giornate di sole invernale.

Per preparare questo dolce occorrono veramente pochissimi e soprattutto salutari ingredienti, scegliendo il gusto intenso delle arance di Sicilia al posto di aromi di origine sintetica come la vanillina (non voglio fare terrorismo psicologico ma avete mai letto da cosa è composta?)

Io ho deciso di preparare in casa anche lo zucchero vanigliato e vi assicuro che ogni volta che apro quel barattolino la casa si riempie di un profumo delizioso, se volete scoprire come continuate a leggere la ricetta.

Merendine Pan d'Arancio ... dalla tradizione siciliana

Ingredienti per 10 merendine

Continua a leggere
Pasta con Alici e Olive Nere per un pranzo veloce

Pasta con Alici e Olive Nere per un pranzo veloce

La Pasta con Alici e Olive Nere è un primo piatto semplice e delizioso che si prepara in un attimo. In casa mia le alici sott’olio, come le olive, non mancano mai, ne siamo ghiotti e confesso che spesso mi tocca nasconderle perché altrimenti sparirebbero alla velocità della luce.

La pasta con le alici o come si chiama a Messina la Pasta c’anciuova è il primo piatto della cucina popolare siciliana che ho imparato a cucinare; per me ha un legame speciale, come vi ho raccontato tante volte in questi anni, la preparava spesso mio nonno e prima di lui la mia bisnonna con le mie zie. Il profumo di questo sugo per casa mi porta indietro di quasi 30 anni, ai giorni trascorsi e ai mille

ricordi d’infanzia.

Seguendo gli insegnamenti del nonno ho preparato la pasta con Alici e Olive Nere un piatto perfetto per quei giorni dove la voglia o il tempo di cucinare scarseggia, ma non si vuole rinunciare a mettere in tavola un piatto di pasta buono e saporito.

Per preparare la pasta con alici e olive nere potete scegliere qualunque formato di pasta vi piaccia, corto o lungo, di semola o integrale, in tutte le sue varianti possibili vi innamorerete forchettata dopo forchettata.

Pasta con Alici e Olive Nere per un pranzo veloce

Ingredienti per 4 persone

Continua a leggere