Archivi tag: Lazio

Pasta con Broccolo Romanesco e Pomodori Secchi

Pasta con Broccolo Romanesco e Pomodori Secchi

Ho preparato questa Pasta con Broccolo Romanesco e Pomodori Secchi e briciole di pane tostate prendendo spunto dai consigli della mia amica F., un piatto che mi ha subito entusiasmato e cosi ho deciso di prepararlo in breve tempo, da aggiungere alle ricette con il cavolfiore e con broccolo romanesco sul mio foodblog.

La Pasta con Broccolo Romanesco e Pomodori Secchi e briciole di pane tostate è un piatto  naturalmente povero, fatto di ingredienti semplici che spesso si trovano in casa e che fanno parte di una cucina del sud italia: dove briciole di pane o pane grattugiato sono spesso impiegate per guarnire i piatti contadini.Adoro l’uso delle briciole, esalta il sapore di alcuni piatti dandogli una croccatezza che altrimenti mancherebbe.

Insomma il profumo del pane tostato e le erbette leggermente riscaldate riempiono la casa, facendomi pensare alle cucine delle nonne, dove il profumo del cibo si mescolava a quello della stufa che ardeva per riscaldare le stanze durante l’inverno.

Mi fanno pensare al pane appena sfornato: fatto con la pasta madre e farine grezze, lievitato al caldo del letto per ore, lente ore e che profumava di buono per giorni, nonostante induriva. non come il pane industriale di oggi che dopo 3 ore è gomma per cancellare (avete mai usato il pane per cancellare? io si quando andavo a scuola, la mia prof di disegno ci aveva insegnato ad usare questo metodo!)

Ingredienti per 4 persone

Continua a leggere

Minestra di Broccolo Romanesco con Crema di Ricotta

Minestra di Broccolo Romanesco con Crema di Ricotta

Gironzolando per il banco del fruttivendolo ecco comparire il una cassetta di broccolo romanesco o broccolo romano o cavolo romano, tanti nomi ma un ortaggio molto caratteristico; non lo trovo facilmente in commercio e quando mi capita ne acquisto sempre uno o due. Spesso non ho un idea di come prepararlo ma alla fine qualcosa viene sempre fuori come questa Minestra di Broccolo Romanesco con Crema di Ricotta di Pecora.

A G. il broccolo romanesco piace tanto non so se per il suo sapore o per la sua forma particolare, e questo mi invoglia ancora di più a sperimentare: sia semplici ricette che qualcosa di più sfizioso. Chissà che presto non troviate qualche altra ricetta su queste pagine.

Ho scelto di preparare la Minestra di Broccolo Romanesco con crema di ricotta di pecora anche se fuori la giornata sembra primaverile il termometro segna 2°C, ma ormai dicono siamo nella coda dell’inverno…. Voi ci credete? Io spero di si, sapete che non amo il clima freddo.

Ingredienti per 4 persone

Continua a leggere

Tonnarelli Cacio e Pepe per le Vacanze Romane

Tonnarelli Cacio e Pepe per le mie Vacanze Romane…

Vacanze Romane, la mia prima vera vacanza nella Capitale e il mio primo piatto di veri Tonnarelli Cacio e Pepe. Sono sempre stata a Roma di passaggio non l’avevo mai visitata da turista (si lo so una pecca che per una girovaga come me non poteva esistere) ed ecco l’occasione perfetta per una visita nella Capitale sono state le nostre vacanze di Natale.

Fontana di Trevi

Vi ho raccontato in questo post, quanto mi mancasse trascorrere il Natale nella mia Isola, con la mia famiglia e i miei amici bee quest’anno non ho avuto modo di sentire la nostalgia di casa perché un pezzo della mia isola si è spostata nella capitale, si per una vacanza di famiglia. Grazie alla mia sorellina (mia cognata) che ha organizzato in Natale in famiglia a Roma.

Piazza di Spagna

E io mi sono sentita nuovamente a casa, con la mia famiglia e l’amore incondizionato che scoppietta come un fuoco nel camino. Tra risate, chiacchiere e pasticci in cucina. Tanti pasticci, tanto da aver battezzato la cucina di casa, che di ragù e besciamella per un esercito non ne aveva mai visto.

Non sono stata solo ai fornelli o a tavola (anche se la bilancia potrebbe dire diversamente), abbiamo fatto i turisti con tanto di macchina fotografica al collo e naso all’insù per ammirare le bellezze dalla capitale, abbandonata la macchina eccoci saliti sulla metro per iniziare il nostro tour con due ciceroni speciali.

Abbiamo girato parecchio e siamo riusciti a vedere solo una minima parte di Roma ma non poteva mancare una visita al simpatico #spelacchio a cui i romani si sono affezionati lasciandogli dolcissimi messaggini.

Vittoriano a RomaNon mi sono certo fatta scappare una cena in un ristorante tipico romano a

Testaccio

da Flavio per assaggiare i tonnarelli cacio e pepe, la Gricia, la Matriciana e il carciofo alla Giudia e vogliamo parlare dello street food per le vie della capitale: il supplì e la pizza romana, una sosta per affondare il cucchiaino in due tiramisù da viaggio (pistacchio e frutti di bosco) da una nota catena di pasticcerie romane e fare merenda dentro un pastificio artigianale storico del centro di Roma con una Matriciana da paura, si una merenda cosi non non l’avevo mai fatta.

Finite le vacanze e tornata a casa non ho neanche disfatto le valigie e sistemato, mi sono  subito fiondata al pc (erano 4 giorni che non lo accendevo) alla ricerca della vera ricetta dei

Tonnarelli cacio e pepe

Gli ingredienti sono pochissimi, il procedimento semplicissimo e occorrono 10 minuti per mettere a tavola questo piatto delizioso a patto che usiate gli ingredienti giusti: il pecorino romano DOP (io l’ho trovato nel banco frigo con tanto di certificato) e pepe nero macinato al momento. La ricetta dei Tonnarelli cacio e pepe ha trovato un  posto speciale nel mio cuore insieme al ricordo di questo bellissimo Natale in famiglia.

Qualche curiosità: i tonnarelli o spaghetti alla chitarra sono gli spaghetti quadrati che vengono tagliati con il Telaio per pasta alla Chitarra, composto  proprio con corde di chitarra. Io ho scelto di usare la trafila: Spaghetti alla Chitarra della Marcato per la mia sfogliatrice Atlas 150.

Non mi resta che augurarvi uno 
scoppiettante San Silvestro, 
un Felice Anno Nuovo
e un arrivederci al 2018 !!!!

Ingredienti per 4 persone

Continua a leggere

Gnocchi alla Romana con Funghi Champignon fatti in casa

Gnocchi alla Romana con Funghi Champignon fatti in casa.

Qualche settimana fa, G. torna a casa tutto contento… “Abbiamo i funghi a lavoro“…. a primo achitto non ho capito di cosa parlasse, poi ha iniziato ad elencarmi le specie e ho capito che si parlava di roba da mangiare!… Dopo un analisi del prodotti mi sono lasciata convincere in questo nuovo esperimento (dopo l’orto sul balcone degli ultimi anni) e per iniziare quest’avventura abbiamo scelto di acquistare dei comuni

champignon bianchi.

Non sapevamo molto e una volta scelto il luogo dove mettere i funghi ci siamo domandati se era adatto e quanto una confezione di inoculi avrebbe prodotto durante la sua vita agricola. Lo confesso all’inizio ero un po scettica, ma mi sono detta se li vendono e tanti li acquistano (sono andati a ruba in pochissimi giorni) un motivo ci sarà.

Le istruzioni riportate sulla confezione erano molto semplici: bagnare la superficie con uno spruzzino una o due volte al giorno fino alla comparsa di una patina bianca, aprire la scatola e continuare a bagnare con lo spruzzino una o due volte al giorno, raccogliere i funghi quando avranno raggiunto le indicazioni appropriate, a prova di bomba! Per una buona riuscita della coltivazione casalinga dei funghi champignon la temperatura si deve aggirare tra i 18 e i 22 °C. Qui vi lascio un link dove potete trovare un esempio di il Kit per Coltivare in Casa .

Gnocchi alla Romana con Funghi Champignon fatti in casa.

In circa 10 giorni di amorevoli cure di G. (io ho l’insalata da accudire) ecco il nostro primo raccolto di funghi champignon bianchissimi, bellissimi e profumatissimi. Una volta rimossa la terra alla base il peso era di circa 300 g. L’idea era di farci della tagliatelle all’uovo ma riordinando la dispensa delle farine ho trovato una confezione di semolino (dimenticata!) ed ecco che la ricetta è venuta fuori da sola… in pochi minuti ho preparato gli gnocchi alla romana e mentre raffreddavano (sul davanzale) ho trifolato i funghi.

Mentre stavo per tagliare gli gnocchi nella classica forma circolare ecco comparire G. “ma se li fai quadrati non fai prima?” e vi confesso che non me lo sono fatta ripetere due volte e in meno di un ora la casa profumava di buono con i miei gnocchi alla romana con funghi champignon.

Gnocchi alla Romana con Funghi Champignon fatti in casa.

Ingredienti per 2 persone

Continua a leggere

Spaghetti all’Amatriciana una tradizione del Lazio

Spaghetti all’Amatriciana Come vi avevo scritto qualche giorno fa (qui) ecco un piatto, un nome, una garanzia! Una pasta che porta il nome di un luogo bellissimo: Amatrice in provincia di Rieti, di cui sfortunatamente ben poco è rimasto, dopo quel 24 agosto di cui tutti abbiamo memoria e dei mesi a seguire, ma a maggior ragione occorre ricordare questo angolo d’Italia tanto bello e a maggior ragione questo piatto come la storia vuole.

Gli spaghetti (e non bucatini) all’amatriciana o alla matriciana è un piatto di pasta nato moltissimi anni fa dalle mani dei pastori della zona che avevano a disposizione questi 3 semplici ingredienti: guanciale, pomodoro e pecorino e un pizzico di peperoncino, l’origine di questo meraviglioso sugo si deve all’evoluzione di un altro piatto famosissimo nel Lazio molto più antico la Gricia, altrettanto buono e apprezzato.

Per anni l’ho sempre preparata come la faceva mia nonna, come la prepara mia madre e mia suocera e come sicuramente anche qualcuno di voi, con la cipolla e la pancetta, sbagliando! Qualche chef famoso, tempo fa, l’ha proposta con l’aglio ed ecco che è nato un polverone mediatico fino a raggiungere le pagine dei giornali. Non mi sono mai postata la domanda come si prepara la vera amatriciana perché per me la ricetta era quella!

Solo da poco ho scoperto che la vera pasta all’amatriciana non ha ne uno e ne l’altro e sopratutto non si usa la pancetta (pancia del maiale) bensì il GUANCIALE (guancia), indispensabile per ottenere il suo sapore unico: dolce e delicato. Chiedo scusa per i miei errori culinari a chi questo piatto ha creato anni addietro, ma vi assicuro che trovare la vera ricetta è stato alquanto difficile, il web è una fonte di informazioni ma non sempre sono corrette, è vero che esistono infinite varianti, partiamo dal formato di pasta: spaghetti, bucatini o rigatoni? poi c’è chi usa la pancetta, c’è chi aggiunge vino, chi cipolla o aglio, chi pepe nero al posto del peperoncino e ancora olio evo o strutto e tutti la chiamiamo amatriciana.

Amo le tradizioni è cosi prima di scrivere questo post ho cercato il maggior numero di informazioni possibili e spero di esserci riuscita. Fatto sta che da quando ho provato per la prima volta questa versione di spaghetti all’amatriciana, non sono più tornata indietro: addio cipolla e pancetta… che poi detto tra noi questa versione è cosi veloce da preparare che anche nelle cene improvvisate con amici si gusta più che volentieri. Dimenticavo… il pane per la scarpetta e d’obbligo!!!!

Voi come preparate gli Spaghetti all’Amatriciana? Seguite la tradizione laziale????

Spaghetti all'Amatriciana una tradizione del LazioIngredienti per 4 persone

Continua a leggere

Insalata di Fichi Neri e Mozzarella di Bufala

Insalata di Fichi Neri e Mozzarella di Bufala

Insalata di Fichi Neri e Mozzarella di Bufala Al rientro a casa dalle nostre vacanze estive, il nostro bagaglio personale era più ricco e vasto; durante i 3400 km percorsi abbiamo scoperto un infinità di cose nuove: tanti posti meravigliosi, ricette del territorio e piatti innovativi (spero presto di proporvene alcune tra queste pagine), assaggiato prodotti regionali di grande eccellenza, bevuto vini favolosi e potuto arricchire di novità per il nostro palato, un po addormentato dopo il lungo inverno.

Uno degli alimenti che ha più segnato la nostra vacanza, sono state le scorpacciate di mozzarella di bufala. Viaggiando lungo lo stivale da nord a sud e poi da sud a nord abbiamo scelto di fermarci in due regioni del centro Italia a pochi km l’una dall’altra: in Campania dove la mozzarella di bufala è famosissima, e il Lazio; ma lo sapevate che tra Frosinone e Latina vi è una grandissima produzione di mozzarella di bufala?

Il gusto particolare, la consistenza, il profumo, la struttura organolettica, il delicato aspetto bianco latte porcellanato” cosi viene descritta la meravigliosa mozzarella di bufala italiana, apprezzata da tutti e vanto delle esportazioni italiane nel mondo. “Il sapore della bufala è aromatico, leggermente acidulo, con retrogusto muschiato di panna” e questo che rende la mozzarella di bufala speciale, non è il classico formaggio dal gusto morbido quasi anonimo, ma un vero è proprio ingrediente che dona il suo sapore alle preparazioni in cui viene usata.Insalata di Fichi Neri e Mozzarella di BufalaSapete tutti che un formaggio del genere va trattato con i guanti e il miglior modo per gustarlo è in purezza, ma come dico sempre è sempre bello sperimentare, assaporare, cogliere le piccole sfumature che la nostra terra ci regala, da nord a sud. Durante questo viaggio ho potuto riassaporare l’essere Italiana, il piacere di stare con la gente e di scambiare le idee e le impressioni, senza dovermi preoccupare di ferire qualcuno o qualcun altro con le mie parole.

Ormai il calendario segna settembre, aimè, le ferie sono finite, e nel mio cuore è rimasto un grande viaggio da poter assaporare tappa dopo tappa sfogliando le fotografie. Così ho deciso di mettere in tavola Insalata di Fichi Neri e Mozzarella di Bufala e la mozzarella di bufala per poter rievocare i sapori della nostra vacanza. Questa volta non sono potuta andare al caseificio a comprarla direttamente dal produttore ma ho scelto la mozzarella di Bufala Vallelata che si trova nel banco frigo di tutti i supermercati, è un buon prodotto per poter gustare comodamente anche in Lombardia una mozzarella di bufala freschissima come appena fatta.Insalata di Fichi Neri e Mozzarella di BufalaMa non potevo mica mostrarvi una semplice insalata con la mozzarella eccovi un piatto freddo veramente speciale che potete trasformare in piatto unico o in antipasto, vi presento quello che tempo fa ha lasciato una breccia speciale nel mio cuore: il connubio tra mozzarella di bufala e fichi neri maturi e succosi, il tutto arricchito dalla sapidità dei salumi. Un Insalata di Fichi Neri e Mozzarella di Bufala che si trasforma in un opera d’arte ad ogni boccone, una sferzata di energia alle papille gustative.

Se non amate il dolce dei fichi neri, vedrete che cosi potrete farne una scorpacciata senza neanche accorgervene, si perde il dolce quasi stucchevole di questo frutto in favore del suo profumo meraviglioso che si sposa cosi bene con la mozzarella e i salumi stagionati da lasciare senza fiato. Non mi resta che affettare un buon pane e servire il tavola questo magnifico piatto di Insalata di Fichi Neri e Mozzarella di Bufala.Insalata di Fichi Neri e Mozzarella di Bufala

Ingredienti per 4 persone

Continua a leggere

Pasta con Broccolo Romanesco

Pasta con Broccolo Romanesco

Pasta con Broccolo Romanesco – L’autunno e l’inverno sono naturalmente le stagioni di broccoli, cavoli e cavoletti… se ne trovano di mille qualità e specie ognuno dalla sua regione, con il suo sapore più o meno deciso. Io li mangio sempre volentieri, anche semplicemente lessati e conditi con poco olio, una macinata di pepe nero e qualche fogliolina di erba aromatica per gustarli al meglio, ne tengo sempre un po di scorta in frigo per preparare zuppe o vellutate aggiungendo delle semplici verdure come: sedano, patate e carote.

Facendo la spesa qualche giorno fà tra il banchi della frutta tra i mille cavoli e cavoletti c’era il broccolo romanesco, G. incuriosito prima dalla sua forma a rosetta mi ha chiesto che sapore avesse, fino a quel momento non lo aveva mai mangiato… ed ecco allora un nuovo ingrediente finisce nel cestino della spesa

Naturalmente comprare le verdure di stagione oltre ad essere un vantaggio per il portafoglio lo è anche per il palato: tutte le verdure hanno un sapore diverso, una consistenza diversa e sicuramente deperiscono meno velocemente di quelle fuori stagione il che ci permette di tenere in casa ottimi prodotti per qualche giorno in più. Il broccolo romanesco ha un sapore delicato e si adatta a preparare deliziosi primi piatti in pochi minuti, aggiungendo altri pochissimi ingredienti si possono ottenere piatti veramente gustosi, come questa ricetta: Pasta con Broccolo Romanesco…

Insomma, Che ne dite? Voi come lo cucinate il broccolo romanesco? Amiche romane chiedo a voi: c’è qualche vera ricetta romana tipica per servirlo al meglio? Dato che il suo sapore è stato ben gradito presto nel mio frigo un altro cavolo comparirà per una nuova ricetta magari un altra Pasta con Broccolo Romanesco.

broccolo romanesco (14)b
Ingredienti per 4 persone

Continua a leggere

Gnocchi alla Romana … il semolino diventa goloso!

Spesso quando si cucina per se ci si arrangia con quel che si trova in frigo, ma a differenza quando si cucina anche per altri trovare quello che piace a tutti e che sia compatibile con gli impegni di tutti i giorni non è certo semplice, cosi tra le tante idee che avevo in testa alcune fattibili altre un po meno ho deciso di Preparare gli gnocchi alla romana, una ricetta che non ha certo bisogno di presentazioni.

Un classico dei classici della cucina romana, semplicissimo da fare e sopratutto molto economico. Gli gnocchi alla romana si possono preparare in anticipo e lasciarli in frigo fino al momento di infornarli e anche li, si impiega più tempo a riscaldare il forno che a gratinarli, intanto la casa si riempie di un profumo che non ha eguali.

Chi l’avrebbe mai detto che tutto quel profumo viene dal del semplice semolino???? Sono un primo piatto ideale per delle cene rustiche, dei buffet  veloci o per inviti a pranzo o a cena di piccoli ospiti.

Gnocchi alla romana (27)b

Ingredienti per 4 persone

Continua a leggere