Archivi tag: Lazio

amatriciana (20)b

Spaghetti all’Amatriciana

Come vi avevo scritto qualche giorno fa (qui) ecco un piatto, un nome, una garanzia! Una pasta che porta il nome di un luogo bellissimo: Amatrice in provincia di Rieti, di cui sfortunatamente ben poco è rimasto, dopo quel 24 agosto di cui tutti abbiamo memoria e dei mesi a seguire, ma a maggior ragione occorre ricordare questo angolo d’Italia tanto bello e a maggior ragione questo piatto come la storia vuole.

Gli spaghetti (e non bucatini) all’amatriciana o alla matriciana è un piatto di pasta nato moltissimi anni fa dalle mani dei pastori della zona che avevano a disposizione questi 3 semplici ingredienti: guanciale, pomodoro e pecorino e un pizzico di peperoncino, l’origine di questo meraviglioso sugo si deve all’evoluzione di un altro piatto famosissimo nel Lazio molto più antico la Gricia, altrettanto buono e apprezzato.

Per anni l’ho sempre preparata come la faceva mia nonna, come la prepara mia madre e mia suocera e come sicuramente anche qualcuno di voi, con la cipolla e la pancetta, sbagliando! Qualche chef famoso, tempo fa, l’ha proposta con l’aglio ed ecco che è nato un polverone mediatico fino a raggiungere le pagine dei giornali. Non mi sono mai postata la domanda come si prepara la vera amatriciana perché per me la ricetta era quella!

Solo da poco ho scoperto che la vera pasta all’amatriciana non ha ne uno e ne l’altro e sopratutto non si usa la pancetta (pancia del maiale) bensì il GUANCIALE (guancia), indispensabile per ottenere il suo sapore unico: dolce e delicato. Chiedo scusa per i miei errori culinari a chi questo piatto ha creato anni addietro, ma vi assicuro che trovare la vera ricetta è stato alquanto difficile, il web è una fonte di informazioni ma non sempre sono corrette, è vero che esistono infinite varianti, partiamo dal formato di pasta: spaghetti, bucatini o rigatoni? poi c’è chi usa la pancetta, c’è chi aggiunge vino, chi cipolla o aglio, chi pepe nero al posto del peperoncino e ancora olio evo o strutto e tutti la chiamiamo amatriciana.

Amo le tradizioni è cosi prima di scrivere questo post ho cercato il maggior numero di informazioni possibili e spero di esserci riuscita. Fatto sta che da quando ho provato per la prima volta questa versione di spaghetti all’amatriciana, non sono più tornata indietro: addio cipolla e pancetta… che poi detto tra noi questa versione è cosi veloce da preparare che anche nelle cene improvvisate con amici si gusta più che volentieri. Dimenticavo… il pane per la scarpetta e d’obbligo!!!!

Voi come la preparate la vostra pasta all’amatriciana? Seguite la tradizione laziale????

amatriciana (13)bIngredienti per 4 persone

Continua a leggere

Coach outlet

fichi-mozzarella-1b

Insalata di Fichi Neri e Mozzarella di Bufala

Al rientro a casa dalle nostre vacanze estive, il nostro bagaglio personale era più ricco e vasto; durante i 3400km percorsi abbiamo scoperto un infinità di cose nuove: tanti posti meravigliosi, ricette del territorio e piatti innovativi (spero presto di proporvene alcune tra queste pagine), assaggiato prodotti regionali di grande eccellenza, bevuto vini favolosi e potuto arricchire di novità per il nostro palato, un po addormentato dopo il lungo inverno.

Uno degli alimenti che ha più segnato la nostra vacanza, sono state le scorpacciate di mozzarella di bufala. Viaggiando lungo lo stivale da nord a sud e poi da sud a nord abbiamo scelto di fermarci in due regioni del centro Italia a pochi km l’una dall’altra: in Campania dove la mozzarella di bufala è famosissima, e il Lazio; ma lo sapevate che tra Frosinone e Latina vi è una grandissima produzione di mozzarella di bufala?

Il gusto particolare, la consistenza, il profumo, la struttura organolettica, il delicato aspetto bianco latte porcellanato” cosi viene descritta la meravigliosa mozzarella di bufala italiana, apprezzata da tutti e vanto delle esportazioni italiane nel mondo. “Il sapore della bufala è aromatico, leggermente acidulo, con retrogusto muschiato di panna” e questo che rende la mozzarella di bufala speciale, non è il classico formaggio dal gusto morbido quasi anonimo, ma un vero è proprio ingrediente che dona il suo sapore alle preparazioni in cui viene usata.fichi-mozzarella-6bSapete tutti che un formaggio del genere va trattato con i guanti e il miglior modo per gustarlo è in purezza, ma come dico sempre è sempre bello sperimentare, assaporare, cogliere le piccole sfumature che la nostra terra ci regala, da nord a sud. Durante questo viaggio ho potuto riassaporare l’essere Italiana, il piacere di stare con la gente e di scambiare le idee e le impressioni, senza dovermi preoccupare di ferire qualcuno o qualcun altro con le mie parole.

Ormai il calendario segna settembre, aimè, le ferie sono finite, e nel mio cuore è rimasto un grande viaggio da poter assaporare tappa dopo tappa sfogliando le fotografie. Così ho deciso di mettere in tavola la mozzarella di bufala per poter rievocare i sapori della nostra vacanza. Questa volta non sono potuta andare al caseificio a comprarla direttamente dal produttore ma ho scelto la mozzarella di Bufala Vallelata che si trova nel banco frigo di tutti i supermercati, è un buon prodotto per poter gustare comodamente anche in Lombardia una mozzarella di bufala freschissima come appena fatta.mozzarella-5bMa non potevo mica mostrarvi una semplice insalata con la mozzarella eccovi un piatto freddo veramente speciale che potete trasformare in piatto unico o in antipasto, vi presento quello che tempo fa ha lasciato una breccia speciale nel mio cuore: il connubio tra mozzarella di bufala e fichi neri maturi e succosi, il tutto arricchito dalla sapidità dei salumi. Un insalata che si trasforma in un opera d’arte ad ogni boccone, una sferzata di energia alle papille gustative.

Se non amate il dolce dei fichi neri, vedrete che cosi potrete farne una scorpacciata senza neanche accorgervene, si perde il dolce quasi stucchevole di questo frutto in favore del suo profumo meraviglioso che si sposa cosi bene con la mozzarella e i salumi stagionati da lasciare senza fiato. Non mi resta che affettare un buon pane e servire il tavola questo magnifico piatto.fichi-mozzarella-21b

Ingredienti per 4 persone

Continua a leggere

broccolo romanesco (5)b

Pasta con Broccolo Romanesco

L’autunno e l’inverno sono le stagioni di broccoli, cavoli e cavoletti… se ne trovano di mille qualità e specie ognuno dalla sua regione, con il suo sapore più o meno deciso. Io li mangio sempre volentieri, anche semplicemente lessati e conditi con poco olio, una macinata di pepe nero e qualche fogliolina di erba aromatica per gustarli al meglio, ne tengo sempre un po di scorta in frigo per preparare zuppe o vellutate aggiungendo delle semplici verdure come: sedano, patate e carote.

Facendo la spesa qualche giorno fà tra il banchi della frutta tra i mille cavoli e cavoletti c’era il broccolo romanesco, G. incuriosito prima dalla sua forma a rosetta mi ha chiesto che sapore avesse, fino a quel momento non lo aveva mai mangiato… ed ecco allora un nuovo ingrediente finisce nel cestino della spesa

Comprare le verdure di stagione oltre ad essere un vantaggio per il portafoglio lo è anche per il palato: tutte le verdure hanno un sapore diverso, una consistenza diversa e sicuramente deperiscono meno velocemente di quelle fuori stagione il che ci permette di tenere in casa ottimi prodotti per qualche giorno in più. Il broccolo romanesco ha un sapore delicato e si adatta a preparare deliziosi primi piatti in pochi minuti, aggiungendo altri pochissimi ingredienti si possono ottenere piatti veramente gustosi, come questa ricetta…

Che ne dite? Voi come lo cucinate il broccolo romanesco? Amiche romane chiedo a voi: c’è qualche vera ricetta romana tipica per servirlo al meglio? Dato che il suo sapore è stato ben gradito presto nel mio frigo un altro cavolo comparirà per una nuova ricetta.

broccolo romanesco (14)b
Ingredienti per 4 persone

Continua a leggere

Gnocchi alla romana (20)b

Gnocchi alla Romana … il semolino diventa goloso!

Spesso quando si cucina per se ci si arrangia con quel che si trova in frigo, ma a differenza quando si cucina anche per altri trovare quello che piace a tutti e che sia compatibile con gli impegni di tutti i giorni non è certo semplice, cosi tra le tante idee che avevo in testa alcune fattibili altre un po meno ho deciso di Preparare gli gnocchi alla romana, una ricetta che non ha certo bisogno di presentazioni.

Un classico dei classici della cucina romana, semplicissimo da fare e sopratutto molto economico. Gli gnocchi alla romana si possono preparare in anticipo e lasciarli in frigo fino al momento di infornarli e anche li, si impiega più tempo a riscaldare il forno che a gratinarli, intanto la casa si riempie di un profumo che non ha eguali.

Chi l’avrebbe mai detto che tutto quel profumo viene dal del semplice semolino???? Sono un primo piatto ideale per delle cene rustiche, dei buffet  veloci o per inviti a pranzo o a cena di piccoli ospiti.

Gnocchi alla romana (27)b

Ingredienti per 4 persone

Continua a leggere