Archivi tag: Zucchine

Noodles di Riso con Verdure Velocissimi

Alle volte mi rendo conto di che ora è solo dal brontolio del mio pancino innervosito, si come i bambini, o dalle campane della chiesa dietro casa, costringendomi a tornare alla realtà; mi accorgo che mancano pochi minuti alle 12.00 e quindi pochi minuti al rientro a casa di G. affamato come sempre. E sebbene l’ora io non ho ancora messo nulla sul fuoco… Benchè io sia una foodblogger, ma succede più spesso di quanto crediate tuttavia vengono in mio soccorso i noodles di riso con verdure.

Ma ci sono tante ricette che si possono preparare, in 20 minuti: si possono fare sughi poco elaborati e cuocere comunque della pasta di qualità ma non sempre si ha voglia di mangiare qualcosa del genere. Cosi una volta aperta la dispensa i miei occhi sono caduti sulle svariate confezioni di noodles (4 tipi diversi) che ho acquistato qualche mese (qui altre ricette) fa ed ecco che la lampadina si è accesa da sola inoltre ad essi si sono aggiunte le numerose spezie del mio cassetto.

Le cotture asiatiche sono molto rapide e sopratutto saporite perfette per mettere qualcosa di buono in tavola in pochi minuti. A patto che abbiate una grattugia a fori larghi o una discreta praticità con i coltelli per affettare le verdure.

Per questa ricetta ho usato quello che avevo in casa, aggiunto un po’ di spezie che non mancano mai e affogato il tutto nella salsa di soja (come piace a G.), per un risultato goloso e velocissimo.

Questo piatto cosi cucinato è buonissimo e di conseguenza gluten free e vegano, ma nessuno vi vieta di sostituire i noodles con quelli di frumento o con i soba  o ancora aggiungere delle striscioline di frittatina di uova o delle uova strapazzate o ancora dei bocconcini di pollo o di manzo. Come potete vedere la cucina asiatica, da libero sfogo alla nostra creatività, mescolando insieme ingredienti che apparentemente in altre occasioni non vi verrebbe in mente di mangiare insieme.

Noodles di Riso con Verdure

 

Ingredienti per 4 persone

Continua a leggere

Spaghetti con Porro e Zucchine

Spaghetti con porro e zucchine in tavola! Eccomi di ritorno dopo qualche giorno di lontananza dalle pagine del blog, ho messo da parte padelle, mestoli e macchina fotografica in favore della carta vetrata e pennelli. Si avete capito bene, tra i piccoli e tanti hobby c’è anche quello del fai da te: rimettere in sesto piccoli e vecchi mobili per dargli nuova vita e nuovo uso: una cassa panca per conservare le coperte, piccole cassette della frutta trasformate in vassoi e altra chincaglieria che non sto qui ad elencarvi.

Naturalmente grazie a G. ho un nuovo piano da lavoro dove spignattare e impastare ma trovare il top perfetto è stata un impresa non semplice, cosi con tanta passione lo abbiamo creato insieme e ora dopo una settimana siamo in dirittura d’arrivo. Magari quando lo organizzerò vi farò anche vedere com’è venuto il tutto e sono sempre ben accetti consigli e suggerimenti.

Intanto però tra una scartavetrata e una pennellata qualcosa in tavola dovevo anche metterla ed eccomi a proporvi un piattino semplicissimo ma buono buono un mix di sapori invernali ed estivi (si lo so anche se non è più stagione io ancora qualche zucchina la compro al super o dal verduraio) il resto l’ha fatto una buona pasta di grano duro e una punta di spezie che ne esalta il sapore: gli spaghetti con porro e zucchine.

Inoltre questo è un piatto nato vegano, ma se volete renderlo perfetto per gli onnivori basta aggiungere un pezzetto di salsiccia di maiale per esaltarne il sapore e renderlo ancora più speciale e indimenticabile per gli amici.

spaghetti con porro e zucchine

Ingredienti per 4 persone

Continua a leggere

Spaghetti alla Chitarra con Zucchine e Curcuma

Spaghetti alla Chitarra con Zucchine e Curcuma.
Adoro preparare la pasta in casa, e un formato che faccio spesso sono gli spaghetti alla chitarra. E’ una pasta povera originaria del centro-sud Italia, che prende diversi nomi in base alle dimensioni (troccoli, scialatielli) il più conosciuto è quello di spaghetti alla chitarra, un lungo spaghetto dalla forma quadrata fatta di semola e acqua, è chiamata Chitarra perché viene preparata usando un apposito attrezzo fatto con corde di chitarra, potete acquistarlo quied è molto divertente usarlo, altrimenti potete munirvi di una trafila per la macchina sfogliatrice come nel mio caso.

Io ne preparo sempre in abbondanza e li surgelo su comodi vassoi porzionati, cosi da poterli usare quando voglio e in base al numero di commensali a tavola. Gli spaghetti alla chitarra si prestano per tantissimi usi e per rendere speciali anche i piatti più semplici. Il sughino di oggi è veramente semplicissimo, ma molto gustoso, fatto con zucchine (le ultime di stagione) e curcuma.

Per chi non conoscesse ancora la curcuma parliamo di una radice simile esteticamente allo zenzero che viene essiccata e grattugiata. La curcuma viene usata nelle cucine etniche di mezzo mondo per preparare il mix di spezie che noi chiamiamo curry o al posto dello zafferano nei paesi del Magreb, perché molto meno cara rispetto ai pistilli di questo fiore. Viene usata per insaporire, addensare e colorare le pietanze, ma allo stesso tempo ha un grande potere curativo per il fegato o almeno cosi si dice.

Se volete mettere a tavola qualcosa di sfizioso non vi resta che seguire la ricetta appena qui sotto e un nuovo piatto che profuma di spezie sarà pronto in pochi minuti.

Spaghetti alla Chitarra con Zucchine e Curcuma


Ingredienti per 4-5 persone

Continua a leggere

Spaghetti con Zucchine Grigliate e Ricotta di Pecora

Spaghetti con Zucchine Grigliate e Crema di Ricotta di Pecora
Quando ero piccola si mangiava pasta asciutta rossa, si per buona parte della mia infanzia la pasta era immancabilmente tinta di rosso: al pomodoro, al sugo di polpette, al ragù, con il pesce; il pomodoro doveva essere sempre presente, vengo dal sud è il pomodoro è praticamente onnipresente! Ma c’era un piatto che non mancava mai sopratutto a casa dei nonni: la pasta con la ricotta, semplicissima pietanza del sud italia e piatto popolare siciliano, dove la ricotta ha una vita tutta sua ed è un ingrediente principe di tante preparazioni (cannoli, cassata, dolci vari).

Crescendo per fortuna ho imparato che c’erano anche altri tipi di condimento per la pasta come il pesto genovese e non, le creme di verdure e tantissime altre pietanze come gli Spaghetti con Zucchine Grigliate e Crema di Ricotta di Pecora.

Quando sono diventata abbastanza indipendente in cucina ho iniziato a sperimentare con quello che trovavo in frigo e in dispensa ho iniziato a proporla in svariate versioni della classica pasta con la ricotta: con legumi, con le verdure e a farne dei pesti o semplicemente aggiungendo formaggi per renderla più saporita, con i piselli è senza dubbio la mia preferita.

Ora è tempo di zucchine dell’orto e quale migliore occasione per preparare un piatto goloso e freschissimo, versione che anche G. adora, perché gli ricorda l’infanzia. Per grigliare le zucchine  per preparare gli spaghetti con zucchine grigliate ho usato una Bistecchiera in Ghisa, ma se avete le possibilità di farle sul BBQ tutto assumerà il profumo affumicato della legna che arde rendendo questo piatto ancora più rustico.

Io la trovo perfetta per grandi e piccini da mangiare calda o a temperatura ambiente (secondo i vostri gusti) viene fuori un piatto veramente speciale anche grazie alle erbe aromatiche che le conferiscono un profumo tutto estivo (ancora per qualche giorno lo siamo!).

Ho usato gli spaghetti perché è sicuramente uno dei formati che più consumo in casa ma voi potete scegliere qualunque formato di pasta vogliate corto o lungo, liscio o ruvido il risultato sarà comunque un successo assicurato! Non vi resta che iniziare a preparare gli Spaghetti con Zucchine Grigliate e Crema di Ricotta di Pecora.

Spaghetti con Zucchine Grigliate e Crema di Ricotta di Pecora

Ingredienti per 4 persone

Continua a leggere

Soba con Verdure Spadellate e Pepe di Sichuan

Soba con Verdure Spadellate e Pepe di Sichuan
Ho sempre avuto una passione per la cucina etnica, quando ho imparato cos’erano le spezie ho iniziato a farne scorta, tanto da riempire armadi e cassetti. La cucina straniera mi permette di viaggiare con la fantasia quando non posso andare lontano da casa. Ho iniziato ormai tanto tempo fa seguendo i consigli dagli parenti / amici viaggiatori e da quelli che invece in quel paese vi sono nati o vissuti. Mi hanno sempre affascinato i sapori orientali, le spezie i colori, le perfette simmetrie di alcuni piatti, cose che nella cucina tradizionale italiana badiamo poco, più presenti in quella orientale.

Prima delle ferie ho fatto incetta di noodles e salsine varie al supermercato (vi ho postato la foto su Instagram di cosa ho acquistato in un raptus di follia) e in più ho ricevuto da mio fratello e mia cognata dei pensierini dal loro viaggio di nozze: set di bacchette, noodles e the. l’imbarazzo della scelta da dove iniziare era tanto, ho deciso di preparare in casa i soba noodles per la prima volta; li avevo sempre mangiati al ristorante etnico o al take away. Ho sbirciato sui libri che ho in casa di cucina etnica e su internet qualche ricetta ma poi ho fatto di testa mia quindi se non trovate attinenza con le vere ricette orientali sapete il perchè, non me ne vogliate.

Intanto cosa sono i soba noodles? Sono dei sottili tagliolini di grano saraceno, che in oriente principalmente in Giappone, si possono mangiare: caldi in zuppa o freddi serviti come contorno alle verdure o spadellati con le verdure stesse. Si cuociono in pochissimi minuti e sono veramente saporiti, molto diversi dagli altri noodles di soja o di riso.

Io ho scelto di spadellarli velocemente con un mix di verdure e la salsa soba creando cosi un piatto vegano ma nessuno vi vieta di aggiungere qualche goloso gambero o dei pezzetti di pollo / maiale, secondo il vostro gusto personale e se siete temerari anche un pezzetto di alga.

Soba con Verdure Spadellate e Pepe di Sichuan

Ingredienti per 2 persone

Continua a leggere

Torta di Riso con Zucchine e Cipolla di Breme e una gita in Montagna

Torta di Riso con Zucchine e Cipolla di Breme

Al rientro a casa dopo le ferie in giro per l’Italia, avevamo ancora qualche giorno di stop prima del vero rientro a lavoro, cosi abbiamo deciso di dedicarlo alla famiglia e di trascorrere un giorno con il piccolo di casa, in vacanza con i nonni in montagna. Una giornata speciale in un luogo speciale: la Valle d’Aosta, ero già stata in questa regione ma in inverno, sotto metri e metri di neve, in una bellissima baita a mangiare polenta e a sciare su lunghissime e bellissime piste de La Thuile grandi come autostrade, forse nella più bella giornata di quell’anno a detta di chi vive li, fortunata!

lago_brusson

Nonostante ami fare trekking non ero mai stata in montagna in estate, una stagione che solitamente dedico alla mia terra, tranne qualche tappa sul mio vulcano, ma li è tutto un po diverso. Ho scoperto un luogo meraviglioso fatto di tantissimo verde, acqua fresca che sgorga da ruscelli, laghi e animali liberi di pascolare, siamo stati in Val d’Ayas una delle prime valli giungendo in questa regione, a poco meno di due ore da casa.

brusson 2

Lungo la strada per raggiungere il piccolo ma caratteristico paesino di Brousson, dove è presente l’omonimo lago e il torrente Evançon, affluente della Dora Baltea. Ho scoperto luoghi che non immaginavo potessero essere cosi diversi rispetto all’inverno. Piccole e deliziose casette curate dal tetto spiovente, balconi fioriti e portici attrezzati per serate tra amici.

laura_brusson

Il questo luogo i castelli sono numerosi e si trovano sparsi per tutta la valle, sfortunatamente non avevamo tempo a sufficienza per fare un giro tra di essi e visitarne almeno uno, ma ci siamo accontenti di una camminata lungo un bellissimo sentiero immerso nel verde al ridosso del torrente, di facile accesso e non troppo lungo.

brusson 1

Mi capita spesso di non sapere cosa cucinare in quest ultimo periodo, sarà che ha fatto troppo caldo anche per me terrona, sarà che le verdure sanno di poco e di niente, sarà che il rientro dalle ferie è sempre traumatico, fatto sta che apro il frigo e resto a fissarlo fin ché il suono che emana mi riporta alla realtà. Ho le cipolle di Breme, le zucchine, le uova e pensavo di fare una frittata banalissima  ma confesso che io non son una grande appassionata di frittate e neanche G. Ormai è tardi per impastare e tirare una pasta brisee ma posso sempre utilizzare una base di altro tipo… che ne dite del riso????

Da siciliana se parlo di riso la mente va subito agli arancini/e (non litighiamo per come si chiamano tanto sappiamo che la sostanza è la stessa!) ma c’è anche la torta di riso al cioccolato e le sfinci di riso e qualche altra ricetta che in questo momento non ricordo. Cosi intanto che il riso cuoceva ho affettato le verdure e iniziato a spadellare. Il risultato un successone una torta di riso dolce e delicata arricchita dal mascarpone che l’ha resa cremosa, se non vi piace o non lo avete potete sempre sostituirlo con una densa besciamella fatta in casa.

Come tutti i gratinati se mangiati il giorno dopo sono ancora più buoni e questo vale anche per questa torta di riso con zucchine e cipolla di Breme. Potete servirla calda o a temperatura ambiente in tante occasioni, farne dei mini tortini usando lo stampo dei muffin o tagliandola a tocchetti  per un buffet saporito con amici vegetariani o intolleranti al glutine.

Torta di Riso con Zucchine e Cipolla di Breme

Ingredienti per 4 persone

Continua a leggere

Pasta con Zucchine e Pomodori Secchi e un pizzico di Sicilia

Pasta con Zucchine e Pomodori Secchi e un pizzico di Sicilia

Lunedì di rientro, le ferie sono definitivamente finite almeno per noi! Si ritorna alla “monotonia” dei giorni lavorativi: sveglia, colazione, corse a lavoro, casa da pulire e via dicendo. Sognando già i prossimi giorni e le prossime mete. Ritornando a casa mi è capitato di perdermi tra i miei pensieri, fare cose senza neanche rendermi conto di averle fatte… questa pasta è nata cosi: ho aperto il frigo, preparato gli ingredienti e solo dopo aver messo la pentola sul fuoco per la pasta ho capito cosa stavo realmente facendo. Alle volte mi domando se sono fuori di giri o capita anche a qualcun altro? Fatto sta che la casa si è riempita di un magico profumo ed ecco comparire una ricetta nuova per mio blog: completamente vegana, e totalmente made in Sicily, semplice a base di pomodori secchi della mia terra e di capperi delle Isole Eolie e tanto tanto buona!

estate2017

Ci siamo concessi un WE tutto per noi da questo

viaggio in Sicilia

andando alla scoperta di territori incontaminati con la nostra tenda da campeggio. Rotolare verso sud non solo dal punto di vista letterario, siamo andati nel punto più a sud dell’isola, abbiamo scelto come punto di appoggio

Marzamemi,

un piccolo paesino ormai centro della movida a pochi passi da Pachino, la patria dei pomodorini, ne abbiamo comprato qualche kg da portare a casa dai miei ma aimè ne sono arrivati ben pochi, mangiati come le ciliegie appena lavati perché dolcissimi, con il loro profumo inebriante di appena raccolti.

marzamemi1

Marzamemi è un piccolo borgo di pescatori completamente rimodernato senza però perdere il sapore antico e rustico, le vecchie botteghe e le rimesse delle barche ormai abbandonate dai pescatori sono diventate il centro della vita mondana: bar, ristoranti, friggitorie e piccoli negozietti di souvenir e prodotti tipici. Quello che una volta era il luogo di lavorazione del pesce appena pescato ora è un grande

spaccio di prodotti ittici

al cui interno si possono trovare ogni leccornia a base di pesce e non solo.

marzamemi2A pochi km di distanza senza bisogno di fare troppa strada eccoci alla

Riserva di Vendicari

(sito ufficiale) creata dalla regione siciliana nel 1984; un posto magico e suggestivo dal fascino particolare. Si addentra nel sottobosco per poi aprirsi verso delle vecchie saline abbandonate.

vendicari2

Diventate la casa di Fenicotteri, Aironi e Cicogne che sostano in attesa di migrare, sono stati creati anche dei comodi punti di avvistamento per gli appassionati di fotografia naturalistica, che vi permettono di guardarli senza essere visti.

vendicari 3Il mare bellissimo è di un azzurro incantato (ma ero troppo presa a fare il bagno da non aver scattato neanche una foto) si alternano cale di roccia di tufo e distese sabbia finissima, potete scegliere tra ben

7 km di litorale meraviglioso

all’interno della riserva. Tra i resti presenti nella zona possiamo facilmente individuare la torre sveva e la vecchia tonnara chiamata Bafutu (eretta nel 700 e abbandonata nella seconda guerra mondiale) dove sono ancora visibili gli alloggiamenti per i fuochi per la lavorazione del pesce.

torresveva

Rotolando ancora più a Sud dove la terra finisce per poi far posto al Mar Mediterraneo, ci troviamo sullo stesso parallelo di Tunisi siamo arrivati a

Porto Palo.

Li la costa si divide in una piccola penisola dove possiamo trovare un infinità di cale e calette.

isoladellecorrenti

L’isola delle Correnti

è una piccolissima isola di sabbia e tufo si trasforma da isola in penisola con la bassa marea, una volta vi era un faro che indicava la rotta ai naviganti ora in disuso. Qui la forza del vento e del mare segna il territorio lasciandolo arido e desertico con un fascino tutto particolare.

portopalo

Sull’isola di Capo passero di Porto Palo possiamo vedere la fortezza spagnola che svetta fiera tra il blu del mare e il colore della terra polverosa.

Concludo questa nuova tappa in giro per

La mia Sicilia

con questa pasta che di Sicilia sa, che nasconde il sapore del sole e della terra, augurandovi di poter visitare questi luoghi incantati.

Pasta con Zucchine e Pomodori Secchi

Ingredienti per 4 persone

Continua a leggere

Torta salata con Cipolla di Breme e Zucchine

Torta salata con Cipolla di Breme e Zucchine
Scusate l’assenza sono stati 10 giorni pieni, pienissimi, vi racconterò tra qualche giorno in un nuovo post, spero, ma non voglio anticiparvi nulla!

Avete mai sentito parlare della cipolla di Breme, chiamata anche la dolcissima?? Io fino allo scorso anno non avevo idea di cosa fosse, poi G. me ne ha portata una gigante direttamente acquistata da un produttore del piccolo paesino pavese e ho deciso di preparare una focaccia  francese (questa) e me ne sono innamorata.

Il suo nome non è scelto a caso: la dolcissima, è realmente cosi, talmente dolce che sembra una cipolla caramellata invece basta cuocerla in padella con un pizzico di sale per far si che tutta la casa si riempia di un magico profumo. Siamo nel periodo di raccolta della Cipolla di Breme, non me la sono fatta scappare e ne ho comprato qualcuna da usare come ingrediente principale nei piatti.

Ho scelto di proporvi una Torta salata con Cipolla di Breme e Zucchine. Un piatto semplice ma buonissimo perfetto per i caldoni estivi di quest’anno, da preparare in anticipo e gustare tiepida o direttamente fredda per un aperitivo insieme ad un buon vino dell‘oltre Po.

Torta salata con Cipolla di Breme e Zucchine

Proprio qualche giorno fa con G. siamo stati ad una degustazione di vini, una manifestazione a pochi km da casa in una bellissima locantion Certosa Cantù (dove se vi interessa vi è anche un ristorante), la manifestazione si è svolta nel parco della certosa: oltre 15 cantine della zona promuovevano i loro prodotti enologici a base di

Pinot Nero

nelle sue tante tipologie di vinificazione (bianco, rosè, rosso, fermo e mosso, metodo classico), una rassegna su Ennio Morricone allietava le orecchie e per gli occhi una mostra nelle sale interne del palazzo.

Torta salata con Cipolla di Breme e Zucchine

La serata è stata veramente interessante e mi ha permesso di conoscere e chiacchierare con tante persone nuove e

scoprire cosa si produce a pochi km

da casa. Non vi parlo di vino perché non saprei da dove iniziare, vi posso però dire in totale ignoranza, che ne ho bevuti alcuni veramente eccellenti di cui ho un bellissimo ricordo al palato e spero presto di poter andare a visitare le cantine di produzione.

Torta salata con Cipolla di Breme e Zucchine

Ingredienti per 4 persone

Continua a leggere