Archivi tag: Legumi

Macco di Piselli Secchi Ricetta Siciliana

Macco di Piselli Secchi Ricetta Siciliana

Il macco di piselli secchi è una ricetta siciliana meno conosciuta del fratello di fave. U maccù come viene chiamato sull’isola, non può mancare durante il periodo inverale per preparare zuppe e servire in tavola pietanze dal sapore morbido e coccoloso. Per noi sIciliani il macco di piselli secchi o di fave è sicuramente un confort food che fa gola a molti. E’ una ricetta poverissima, vegana, che si tramanda di famiglia in famiglia, ognuno ha la sua e la sua aggiunta, ognuno usa il formato di pasta che preferisce o lo serve solo aggiungendo dei crostini di pane abbrustolito.

La preparazione del macco di piseli secchi è perfetta per i bambini, con il loro sapore dolce e la consistenza cremosa questa preparazione golosa, non deve mancare sulle tavole invernali. Erano anni che non la preparavo ma grazie a G. che mi ha ricordato questa deliziosa ricetta ho nuovamente fatto scorta di piselli secchi al supermercato.

Se vi avanza del macco di piselli secchi non disperate potete lasciarlo riposare nella pentola e riscaldarlo la sera o il giorno successivo, il suo sapore sarà ancora più buono e delizioso o altrimenti friggerlo in deliziosi tortini come si fa con il macco di fave e con la frascatura siciliana, creando un piatto rustico buonissimo per tutta la famiglia.

Ingredienti per 4 persone

Continua a leggere

Coach outlet

Pasta con Fagioli e Tonno per un pranzo velocissimo

Pasta con Fagioli e Tonno per un pranzo velocissimo

Al rientro dalle feste e dalla vacanza romana in casa avevo ben poco per cucinare, cosi aperta la dispensa eccomi alla ricerca di un idea per preparare il pranzo: al contrario non mi interessava preparare qualcosa di eccentrico, favoloso, sfavillante, dopo i festeggiamenti natalizi sopratutto a tavola, andava bene una cosa semplice ma comunque gustosa. Cosi ho deciso di mettere a tavola la pasta con fagioli e tonno una ricetta velocissima e perfetta per tenere sotto controllo la lista della spesa.

Tuttavia di questa pasta esistono “almeno” tre versioni di base:  quella fredda per la stagione estiva, servita come una bella insalata di pasta con l’aggiunta di qualche verdura, quella in zuppa per la stagione invernale e una versione asciutta per quelle giornate dei mille impegni e zero voglia di stare ai fornelli e anche di quest’ultima ne esistono milioni di versioni partendo dal colore: bianca  o rossa. Sapete che in casa mia il rosso va sempre per la maggiore ed eccomi allora a preparare questa deliziosa pasta con fagioli e tonno in un attimo. Chiaramente a breve proverò quella in bianco per bilanciare la situazione.

Mentre aprivo le varie confezioni mi è tornata alla mente quando preparavo il pranzo in campeggio con il mio gruppo di amici, non avendo frigo a disposizione e sopratutto poco tempo e piccoli fuochi, lo scatolame era sempre un valido aiuto in cucina e vi confesso che un po’ mi manca cucinare con quello che trovavo di fortuna, quando il pranzo era servito in tavola e tutti gradivano era una doppia soddisfazione. Ma vi assicuro che questa pasta con fagioli e tonno è perfetta anche per chi cucina in barca o in camper, cioè in tutti quei luoghi dove tempo e spazio sono sempre ridotti.

Naturalmente qualcuno leggendo questa ricetta potrebbe fare una brutta faccia, ma altri sopratutto chi lavora o lo studente fuori sede che deve far coincidere: badget e orari sicuramente la troveranno interessante, buona e sopratutto alla portata di tutti anche di chi è alle prime armi ai fornelli ma non si vuole perdere chiaramente il piacere di cucinare.

Non vi resta che controllare in dispensa se avete tutti gli ingredienti e mettere sul fuoco questa deliziosa Pasta con Fagioli e Tonno per un pranzo veloce.

Pasta con Fagioli e Tonno per un pranzo velocissimo

Ingredienti per 4 persone

Continua a leggere

Laadass – Zuppa di Lenticchie Marocchina

Se passate spesso dal mio blog saprete già che amo la cucina speziata, perciò spesso uso le spezie anche nelle ricette italiane per dargli quel tocco speciale e renderle nuove e accattivanti in tavola. Ma oggi invece voglio proporvi una ricetta veramente speziata la Laadass una zuppa di lenticchie marocchina.

In casa nostra le lenticchie sono il legume più usato e anche il più apprezzato: si cuociono velocemente senza bisogno di ammollo, si prestano a tante ricette un esempio: polpette, burger e contorni;  è un legume ricco di ferro sebbene per assimilarlo occorre aggiungere un po’ di succo di limone, non chiedetemi qual’è il processo. Inutile aggiungere poi che il loro sapore conquista anche i palati dei più piccoli rendendolo la lenticchia anche il legume preferito dei bimbi (mio nipote di due anni potrebbe divorarne piattoni da adulti continuando a chiederne).

Di conseguenza preparandole cosi spesso sono sempre alla ricerca di nuove ricette sfiziose ed ecco tra i miei appunti di cucina etnica mi sono imbattuta in questa deliziosa zuppa dal sapore intenso e dall’aroma inconfondibile, anche G. nonostante il quantitativo di spezie ha apprezzato e l’ha mangiata con gusto. Ho accompagnato la Laadass con del riso bollito, ma potete servirla con del pane o del cous cous bianco o al vapore, per rendere ancora più sostanzioso il tutto o altrimenti potete aggiungere un po’ di pastina da brodo (non all’uovo).

Dunque non vi resta che mettere sul fuoco il brodo e affettare le verdure cosi da portare a tavola questa deliziosa zuppa di lenticchie marocchina.

Laadass la zuppa di lenticchie marocchina

Ingredienti per 2 persone

Continua a leggere

Spezzatino di Manzo con Verdure

Se frequentate il mio blog avrete capito che non sono un amante della carne (ma non sono vegetariana): non mi piace mangiarla spesso e non mi da soddisfazione cucinarla, alle volte non mi cimento neanche nel prepararla lasciando questo compito ad altri. Tuttavia G. mi chiede di preparagli qualcosa (lui è un carnivoro nato) e non posso tirarmi indietro dopo che lo costringo per settimane intere a mangiare verdure in tutte le salse e cotture e questa volta è il turno dello spezzatino di manzo con verdure.

Cosi arrivati al reparto macelleria scegliamo insieme cosa e come cucinarla per poter acquistare tutti gli ingredienti necessari e non trovarmi poi a casa a non avere questo o quello. In autunno/inverno senza dubbio le cotture preferite sono quelle lunghe e pucciose, che ti riscaldano il pancino quanto torni a casa da lavoro; così non deve mancare il pentolone di bordo sul fuoco (sono diventata bravissima a farlo prima o poi vi spiego come e vi do la mia ricetta!) e ogni tanto comprare anche il tegame con lo spezzatino di manzo con verdure o qualche altro esperimento come avete potuto notare qui.

Nonostante non ami la carne dello spezzatino di manzo con verdure mi piace l’intingolo da bagnarci il pane, le verdure e il sapore che prendono una volta che tutti gli ingredienti sono mescolati insieme; dunque per questo spezzatino di manzo con verdure ho scelto di usare  tantissime verdure fresche e surgelate (un pò quello che mi ritrovo tra frigo e dispensa) piselli, carote e le immancabili patate; troppa roba?? Il risultato mi è piaciuto un sacco e cosi ho deciso di postarvi come ho fatto.

E voi come lo preparate lo spezzatino di manzo con verdure? Avete qualche trucco particolare? Cosa ci mettete insieme: polenta, pane o riso??

spezzatino di manzo con verdure

Ingredienti per 4 persone

Continua a leggere

Noodles di Riso con Verdure Velocissimi

Alle volte mi rendo conto di che ora è solo dal brontolio del mio pancino innervosito, si come i bambini, o dalle campane della chiesa dietro casa, costringendomi a tornare alla realtà; mi accorgo che mancano pochi minuti alle 12.00 e quindi pochi minuti al rientro a casa di G. affamato come sempre. E sebbene l’ora io non ho ancora messo nulla sul fuoco… Benchè io sia una foodblogger, ma succede più spesso di quanto crediate tuttavia vengono in mio soccorso i noodles di riso con verdure.

Ma ci sono tante ricette che si possono preparare, in 20 minuti: si possono fare sughi poco elaborati e cuocere comunque della pasta di qualità ma non sempre si ha voglia di mangiare qualcosa del genere. Cosi una volta aperta la dispensa i miei occhi sono caduti sulle svariate confezioni di noodles (4 tipi diversi) che ho acquistato qualche mese (qui altre ricette) fa ed ecco che la lampadina si è accesa da sola inoltre ad essi si sono aggiunte le numerose spezie del mio cassetto.

Le cotture asiatiche sono molto rapide e sopratutto saporite perfette per mettere qualcosa di buono in tavola in pochi minuti. A patto che abbiate una grattugia a fori larghi o una discreta praticità con i coltelli per affettare le verdure.

Per questa ricetta ho usato quello che avevo in casa, aggiunto un po’ di spezie che non mancano mai e affogato il tutto nella salsa di soja (come piace a G.), per un risultato goloso e velocissimo.

Questo piatto cosi cucinato è buonissimo e di conseguenza gluten free e vegano, ma nessuno vi vieta di sostituire i noodles con quelli di frumento o con i soba  o ancora aggiungere delle striscioline di frittatina di uova o delle uova strapazzate o ancora dei bocconcini di pollo o di manzo. Come potete vedere la cucina asiatica, da libero sfogo alla nostra creatività, mescolando insieme ingredienti che apparentemente in altre occasioni non vi verrebbe in mente di mangiare insieme.

Noodles di Riso con Verdure

 

Ingredienti per 4 persone

Continua a leggere

La Büseca ovvero la Trippa alla Milanese con i Fagioli

Quando vivevo in Sicilia non avrei mai pensato di cimentarmi in una preparazione del genere, lo confesso io non ho mai mangiato la trippa e non l’ho neanche mai cucinata, ma a tutto c’è rimedio. Mentre giravo per le corsie del supermercato in cerca di qualcosa da mettere a tavola per cena (circa 30 minuti di tempo per prepararla e con pochissime idee in testa) ho pensato di acquistare quella giù pronta per G. ma quando l’ho guardata nella sua mono porzione con il nome Trippa alla Milanese mi ha dato tanto l’impressione delle vaschette che servono negli ospedali con la plastica termosaldata e ho avuto un attimo di remora, poi il mio occhio è caduto appena pochi cm più in la dove c’era invece la vaschetta della macelleria di trippa affettata e pronta da cuocere (era appena stata confezionata) e cosi senza pensarci l’ho infilata nel carrello.

G. la adora e dato che qui in Lombardia è finalmente arrivato l’autunno mi sono detta facciamo questo esperimento e prepariamo uno dei suoi piatti preferiti e io mi faccio delle belle scorpacciate di zucca che viceversa lui non mangia.

Eccomi a cimentarmi nella preparazione di questo piatto tipico lombardo:

la Büseca o Trippa alla Milanese

c’è chi la definisce primo piatto, chi secondo io direi più che altro che è un piatto unito e sostanzioso da accompagnare con del buon pane per fare la scarpetta. Al suo interno ci sono verdure, legumi, brodo di carne e lei la regina: la trippa. La ricetta l’ho presa dalla mia amica Chiara di “Kucina di Kiara“, era uno dei piatti per l’uscita di febbraio 2015 dell’Italia nel piatto, il nostro gruppo di cucina regionale a tema se vi interessa scoprire ogni mese le ricette delle 20 regioni italiane iscrivetevi alla nostra pagina fb, prima del mio arrivo nel progetto.

A differenza di quanto pensavo cucinare La Büseca o la Trippa alla Milanese con i Fagioli è semplicissimo, niente di più di uno spezzatino di manzo. E’ però una di quelle preparazioni che deve cuocere a fuoco dolce per parecchie ore, uno di quei piatti che una volta veniva preparato sulle cucine economiche a legna per intere giornate, oggi abbiamo altri mezzi come le Slow Cooker- Pentola elettrica a cottura lenta. Ma ammetto che avendo abbastanza tempo da trascorrere in casa utilizzo spezzo il  Tegame in ghisa per questo genere di preparazione mi danno la sensazione di focolare.

Ho fatto solo una piccola modifica voluta da G. cioè aggiungere a metà cottura circa le croste di parmigiano a pezzettini che lui ritiene essere fondamentali per il sapore finale del piatto (non so se sia legata all’infanzia o alla tradizione lombarda o a quella sarda).

Se siete degli estimatori di trippa non mi resta che invitarvi a provare questa ricetta della trazione e magari scrivetemi anche come la preparate voi la trippa in casa o nella vostra regione.

La Büseca ovvero la Trippa alla Milanese con i Fagioli

Ingredienti per 5 persone

Continua a leggere

Conchiglie con Piselli e Curcuma

La pasta e piselli è sempre stata uno dei miei piatti preferiti da bambina, si facevano le conchiglie con piselli o i tubetti,  anche uno di quelli semplici che fai quando non sai cosa mettere in tavola, si prepara in pochi minuti e per questo  è stato sempre presente nella cucina di mia madre; ne esistono tantissime versioni più o meno elaborate, con aggiunte varie ed eventuali.

A casa dei miei si faceva sempre nel modo semplice: cipolla, poco olio e via a spadellare per qualche minuto, in base alla stagione si aggiungeva l’acqua e si faceva la zuppa o si condiva della semplice pasta asciutta. Nonostante siano passati tantissimi anni la faccio ancora cosi, alle volte la servo semplice senza stare li troppo a pensare altre la rendo un po speciale,  come queste conchiglie con piselli aggiungendo quello che trovo in dispensa o che la fantasia mi dice, la preferita di G. è la variante piselli + ricotta fresca (meglio se di pecora). Aprendo un cassetto/frigo (come gran parte delle ricette che vi sono su questo blog che non fanno parte della tradizione culinaria italiana) è venuto fuori un piatto coloratissimo e molto saporito nulla di complicato ma sicuramente una piatto con una marcia in più.

Parliamo un po della curcuma: prima di tutto nasce da una pianta che fa parte della stessa famiglia dello zenzero, di cui viene utilizzato solo il rizoma che cresce sotto terra come una tubero. La curcuma si può consumare fresca o secca ridotta in polvere impalpabile. E’ la base di tantissime preparazioni culinarie come il curry, viene utilizzata in tanti piatti indiani e pakistani e per questo viene chiamato zafferano d’India o zafferano giallo. Il suo colore è giallo oro e il sapore leggermente pungente e speziato, con una nota di terra.

La Polvere di Curcuma si dice abbia notevoli proprietà benefiche per l’organismo sopratutto per il fegato e per la depurazione (smentite negli ultimi mesi), è un ottimo colorante naturale (state attenti quando la usate perché potrebbe macchiarvi i vestiti e le scodelle di plastica) e un addensante per le salse. Se non riuscite a trovarla nel reparto delle spezie cercatela come turmeric (il suo nome inglese) ci sarà sicuramente.

Io la trovo una spezia meravigliosa e ne faccio grande uso in cucina potete trovare tantissime ricette semplici con la curcuma come questa… e voi l’avete mai provata in cucina? Come la usate? e sopratutto anche per voi le conchiglie con piselli sono un piatto dell’infanzia?

Conchiglie con piselli e curcuma

Ingredienti per 4 persone

Continua a leggere

Favetta cu’i Guidi e Pani Caliatu ovvero Fave e Bietole

Vi presento una zuppa di Fave e Bietole per l’appuntamento con L’italia nel piatto, il tema per il mese di ottobre sono:

“I legumi”

In tutte le regioni italiane esistono nella cucina popolare e tradizionale ricette a base di legumi e ogni regione ha il suo legume per eccellenza, la Sicilia non fa eccezione e anzi troviamo numerosi prodotti: dalle lenticchie alle fave passando per ceci e fagioli tipici delle zone isolane, senza dimenticarci di lupini e cicerchie. Colture cosi antiche che raramente si trovano in commercio nei comuni supermercati, per averle bisogna recarsi direttamente dal piccolo produttore locale o avere una famiglia di fiducia che le coltiva.

Per questo motivo ho avuto qualche problema a scegliere la ricetta da mostrarvi, se farmi mandare da casa dei prodotti di nicchia o utilizzare quelli che si trovano in commercio con una ricetta del territorio per permettere a tutti di apprezzare in casa propria i sapori della mia terra.

Alla fine ho deciso per la seconda opzione e voglio parlarvi di una ricetta cosi semplice che risulta quasi banale, tipica delle Isole Eolie:

la Favetta cu’i Guidi

vediamo un po di cosa si tratta la “favetta” ovvero la fava secca sgusciata e i guidi o uidi: le bietole. Una ricetta delle fave e bietole è povera ma nutriente fatta con ingredienti che la terra dona tutt’oggi sulle isole.

Questa zuppa viene accompagnata con un pane tipico eoliano chiamato

pane caliatu”

esso può essere definito il pane di tutti i giorni eoliano; la parola caliatu significa secco/tostato e la ritroviamo spesso durante le feste di paese con i banchetti della calia cioè della frutta secca tostata.

Il pani caliatu non è altro che un pane biscotto che veniva preparato dalla ricottura del pane settimanale per essere consumato quotidianamente, si perché il pane fresco veniva sfornato solo una o due volte la settimana e diventava in breve tempo raffermo, a differenza “u pani caliatu” durava fino ad un mese. Questo pane è parte integrante della cucina eoliana e veniva preparato con “u livatu” cioè la levantina o pasta di riporto (un pezzo di impasto conservato per la lievitazione successiva), ancora oggi nelle isole Eolie viene prodotto e commercializzato in qualche bottega di nicchia per veri intenditori.

isole-eolie-cartina

Se andate alle isole Eolie (ME) non lasciatevi scappare le ricette con questa meraviglia e gustate ” ‘nsalata i pani caliatu” o “u pani caliatu cunzato” due ricette popolari semplicissime ma golosissime a base di pani caliatu. Trovare invece chi vi prepara la Favetta cu’i Guidi (fave e bietole) sarà un po più difficile perché i ristoranti non propongono ricette cosi semplice nonostante parte integrante della cultura popolare gastronomica dell’isola.

Se siete curiosi di scoprire le ricette degli altri blogger allora andate in fondo al post dove troverete l’elenco delle ricette per l’Italia nel piatto o visitate la nostra pagina fb.

Fave e Bietole Favetta cu'i Guidi e Pani Caliatu

Ingredienti per 4 persone

Continua a leggere