menta-mal-di-testa

Menta

Famiglia: Lamiaceae
Genere: Mentha
Specie: Mentha spp.

La menta è un erbacea perenne, appartenente alla famiglia delle Lamiaceae. considerata erba aromatica grazie al suo forte aroma.  Ne esistono tantissime varietà, che negli ultimi anni sono diventate sempre più utilizzate nell’alimentazione e diffuse in commercio.

  • Menta comune
  • Menta piperita
  • Menta mojito
  • Menta limone
  • Menta ananas

E’ una pianta molto semplice da coltivare non necessità di attenzioni o cure particolari. Spesso considerata infestante se lasciata a giacere in spazi liberi e se non circoscritta in vasi o aiuole. Diventando competitrice con altre colture.

E’ una pianta con andamento strisciante, presenta un apparato radicale munito di stoloni e radici secondarie. Le foglie sono opposte, di forma lanceolata e con i margini seghettati. Nella lamina fogliare è presente una peluria in cui si accumulano le essenze aromatiche tipiche della menta.

Menta Piperita

Menta Piperita

  • Semina e accrescimento

Il modo più semplice per ottenere nuove piante è per talea (per divisione della pianta e rinvaso).

Rompete un rametto di menta abbastanza resistente e mettetelo a dimora in un vaso di terra, bagnate ogni giorno mantenendo la terra umida ma senza che essa abbia ristagni d’acqua nel sottovaso. Dopo qualche giorno se essa ha attecchito vedrete comparire nuove foglioline e perdere le foglie vecchie, da li a breve nuove piantine usciranno dalla terra a distanza di pochi cm, dando vita ad una pianta clone della madre. Raramente si usano i semi.

Potete procedere anche utilizzando un semplice pezzetto di radice strisciante.

FOTO 1La menta è molto resistente non necessità di concime o di attenzioni, ma soffre i climi troppo umidi, per uno sviluppo rigoglioso esporla in pieno sole anche per molte ore al giorno. Soffre i ristagni d’acqua che le causano muffe e marciumi.

FOTO 2

  • Raccolta

Per raccogliere la menta basta tagliare i rami della stessa con forbici affilate o rompere con le dita i rametti, in breve tempo dai rami tagliati si genereranno nuovi rami.

  • Cucina

Da molti anni la menta viene impiegata per la produzione di caramelle e altri dolciumi, ma può essere utilizzata per aromatizzare qualunque bevanda alcolica e non, per insaporire piatti di verdure o di pesce come nella cucina mediterranea di numerosi paesi.

Menta Comune

Menta Comune

  • Conservazione

Una volta prelevati i rami rotti potete metterli in un portafiori o in una boccia con acqua sul piano della cucina o avvolte in un canovaccio/carta da cucina umido e posizionarla all’interno di un contenitore con coperchio nel reparto verdure del vostro frigo.
Per alcuni giorni le foglie e gli steli si manterranno turgidi ma il suo profumo e sapore va svanendo in breve tempo, per questo è consigliato utilizzarla fresca e il prima possibile.

Share on Google+Tweet about this on TwitterPin on PinterestShare on FacebookShare on TumblrEmail this to someone

Un pensiero su “Menta

  1. Pingback: Taboulè di Cous Cous alla Menta | Food Blog

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>