Archivi categoria: Zuppe Creme e Vellutate

zuppa pesce molluschi (14)b

Zuppa di Pesce e Molluschi semplice e gustosa

Era da parecchio che non postavo una ricetta di pesce… Qualche giorno fa siamo stati a fare delle commissioni vicino ad un noto supermercato e con la scusa di acquistare poche cose ci siamo ritrovati a riempire un cestello di roba (ditelo che capita anche a voi, eravamo entrati solo per latte e uova), stregati da banco del pesce, abbiamo acquisti per un reggimento…. per preparare una deliziosa zuppa di pesce e molluschi molto semplice ma buonissima.

Mentre ero li a scegliere tra i due banchi a disposizione (quello servito e quello del preconfezionato) ho notato il gran quantitativo di prodotti sfilettati e sgusciati, ma per ottenere una buona zuppa di pesce e molluschi occorrono le teste, le ossa, i carapaci e il liquido contenuto all’intero delle cozze e vongole, come nella preparazione del brodo di carne occorre mettere il grasso, il magro e le ossa. So che sono più comodi, facili e veloci da cucinare ma non lasciatevi tentare perderete gran parte del sapore della zuppa di pesce fatta in casa.

La mia zuppa è pronta in meno di un ora, ma se lasciate riposare qualche minuto ne guadagna in gusto e in aromi, come tutte le zuppe va fatta cuocere con calma a fuoco basso e accompagnata da pane tostato (se volete potete strofinarci su dell’aglio) fatto in casa e un buon bicchiere di vino bianco fresco.

Ho usato per prepararla: gallinelle, seppie, cozze e mazzancolle (quello che ho trovato di fresco e intero). Qui dove vivo io il pesce da brodo non è molto apprezzato e per trovarne un buon quantitativo bisogna cambiare provincia e recarsi o in Piemonte o in Emilia. Se siete più fortunate di me potete scegliere tra i numerosi pesci che il mare ci regala e arricchirla con molluschi e crostacei a piacimento.

Come tutte le ricette popolari quella della zuppa di pesce e molluschi non ha regole ne confini, potete aggiungere e togliere ogni ingrediente in base alla stagione o al gusto, se alla nostra tavola ci sono bambini magari omettiamo il peperoncino e le cozze per ovvi motivi.

Preparatevi a fare la scarpetta, insieme ad una buona zuppa di pesce non deve mandare un buon pane, meglio se di grano duro.zuppa pesce molluschi (22)b2

Ingredienti per 4-5 persone

Continua a leggere

fagioli-e-farro-20b

Zuppa di Farro e Fagioli Toscana

Fuori il termometro è vicino allo zero! La nebbia ormai è li da giorni, non si vede un raggio di sole da più di una settimana… La voglia di mettere il naso fuori di casa è pari al nulla. Il tempo perfetto per godersi il divano con una morbida coperta, il profumo delle candele accese che sanno di buono e magari una bella tisana bollente tra le mani da sorseggiare guardando un film o leggendo un po

In vista delle feste natalizie sto tentando di tenere un alimentazione abbastanza regolare e sana, senza troppi eccessi per poi non doversi pentire di quello che si metterà in pancia il giorno di Natale e anche grazie a questo freddo la cosa di cui più ho voglia sono le zuppe! Di legumi, di verdure, minestrone, paste brodose qualunque cosa sia calda fumante e che emani calore in casa ne abbiamo tantissime varianti con la pasta da mangiare in estate o in inverno.

Ma per rendere speciale una zuppa, per dargli quella marcia in più indispensabile per affrontare le giornate, ho la ricetta che fa al caso mio… per preparare una deliziosa zuppa di farro e fagioli toscana… un piatto veramente semplice e da preparare e servire o lasciare li e mangiarlo riposato, arricchita, per chi ne ha voglia, da pancetta o lardo che la rendono unica e speciale. Il suo sapore pieno intenso la rende unica, perfetta per questa stagione, è ideale come piatto unico, perché riscalda sia il cuore che la pancia.

Sono stata in Toscana quest’estate, in campeggio ma non era certo il periodo giusto per gustare una zuppa ma non mi sono fatta scappare i loro sapori e i loro profumi inconfondibili, anche se non apprezzo la carne una bistecchina non me la sono fatta scappare. Il parlare della gente, i colori della natura.. una terra bellissima della nostra Italia. Presto vorrei tornarci magari per godermi oltre alle città e alle spiagge di sabbia finissima anche le colline e magari un buon piatto di ribollita accompagnata da un bicchiere di vino.

Se avete qualche minuto durante il w.e. potete preparane una dose doppia sicuramente un valido aiuto in cucina è la crock pot quando prepariamo pietanze a cottura lenta e surgelarla, come faccio io, cosi da poterla gustare nuovamente senza dover ai fornelli per un ora quando ne avrete di nuovo voglia.

fagioli-e-farro-32b

Ingredienti per 4 persone

Continua a leggere

riso-patate-prezzemolo-33b

Riso con Patate e Prezzemolo

Da quando vivo al Nord ho imparo a cucinare tantissime nuove ricette, di cui avevo solo sentito parlare o assaggiato poche volte durante i miei viaggi in giro per l’italia, un esempio i pisarè e fasò ma non solo quelli basta scorrere le pagine di questo blog per scovarne alcune. Nella terra in cui vivo c’è tanto influsso delle regioni vicine: Emilia, Piemonte e Liguria. Raramente ho assaggiato vere ricette lombarde (non parlo del risotto giallo e della cotoletta) e tanto meno quelle della cucina pavese vera e propria tranne i ravioli di brasato tipici della zona, che prima o poi farò in casa.

La cucina popolare sta via via sparendo; le ricette tramandate dalle nonne, fatte di ingredienti semplici, quando la fame era tanta e gli ingredienti da mettere a tavola erano pochi non si trovano quasi più e poche sono le bettole che ancora le cucinano. Sono questi piatti che celano la meraviglia più grande: il vero sapore della terra in piccoli gesti.

Nel mondo dei food blog e dei programmi di alta cucina in tv spesso ci dimentichiamo di quelle ricette semplici che hanno bisogno di poco e di niente e che per generazioni hanno sfamato famiglie. Andando al supermercato giorno dopo giorno vedo aumentare lo spazio del banco gastronomica e il quantitativo di prodotti pronti nei carrelli, Mi chiedo: “Andando avanti di questo passo i veri sapori della cucina italiana, dove andranno a finire?”

Io amo la cucina, le tradizioni della mia terra e mi piace scoprire quella delle altre terre che compongono la nostra Italia e per questo continuo a cucinare e postare ricette che potrebbero sembrare anche banali o straviste come una semplice zuppa di legumi.

Grazie a G, ho scoperto e preparato un piatto semplice, una minestra che mangiava da piccolo: una ricetta contadina, che mai mi sarei aspettata fosse cosi buona. Il riso con patate e prezzemolo,  pochissimi ingredienti che sicuramente tutti abbiamo in casa:  riso a chicco tondo quello per minestre, patate e un po di prezzemolo fresco; con gli stessi ingredienti  preparo la pasta e patate quando sono di fretta o voglio qualcosa di coccoloso da mettere in tavola senza però troppo impegno ai fornelli. Ma non avevo mai fatto una minestra con il riso e le patate e tanto meno aggiungendo così tanto prezzemolo da renderlo parte integrante del piatto.

Poi in casa nostra le patate come sapete non mancano mai, ne abbiamo fatto una mega scorta per l’inverno ma a quanto pare le mangeremo prima di arrivare a Natale… con tanta velocità le consumiamo. Il prezzemolo poi lo uso tantissimo e ne tengo sempre un bel mazzetto fresco in frigo e una scorta in frizzer, alle volte G. mi dice che sono ossessionata dalle erbe aromatiche e che tra poco nella pentola metto anche la pianta con tutto il vaso.

In vista dell’inverno questo piatto non potrà più mancare sulla mia tavola, magari per quelle sere dove fuori piove e c’è bisogno di dare alla casa un atmosfera e un profumo di focolare, di camino o di stufa a legna. Una di quelle ricette perfette per i bambini perché cremosa, calda e ricca allo stesso tempo ma che stregherà anche voi.riso-patate-prezzemolo-11b

Ingredienti per 4 persone

Continua a leggere

farro-e-broccolo-5b

Minestra di Farro e Broccoli

La temperatura è cambiata, l’aria pizzica e io mi sono presa già il primo malanno di stagione. Si già dopo il primo freddo, speriamo che riesca a cacciarlo via velocemente e non ridurmi come in primavera a boccheggiare e a tossire come un indemoniata, presa per scema anche dai medici che mi hanno visitata. Ho già fatto un po di aerosol e ieri appena possibile mi sono spalmata letteralmente al sole che per fortuna ci ha accompagnato per tutta la domenica tra le colline e l’aria fresca e sembra andar meglio.

Da terrona l’accoppiamento “broccoli e salsiccia” non deve mai mancare in tavola durante l’inverno per farcire pizze salate o schiacciate o semplicemente per condire la pasta. Ma non sempre si possono mangiare cose pasticciate e ipercaloriche. Cosi ho deciso di mettere in tavola una semplice minestra, fatta di pochi ingredienti, presi dal contadino, che sa tanto di Sicilia, che sa tanto di confort food; che riscalda sia il pancino che l’aria in casa. Con un giusto apporto di sali minerali e vitamine indispensabili per rimettermi in sesto.

Non tutti apprezzano i broccoli, io e G. li mangiamo almeno un paio di volte in inverno, sopratutto per alternarli al cavolfiore, alle volte l’odore di questi ortaggi può essere invadente ma si può anche fare un piccolo sacrificio e portare a tavola qualcosa di sano e di buono.

L’avete mai provato nella zuppa di farro??? Con una spolverata di pecorino e un giro di olio al peperoncino fatto in casa.

farro-e-broccolo-23b

Ingredienti per 4 persone

Continua a leggere

zuppa di farro e verdure (48)b2

Zuppa di Farro e Verdure con Erbe di Provenza

Anche se il calendario segna il 10 maggio il cielo è grigio e continua a piovere, sembra di essere tornati in pieno novembre, un po per tutto il nord Italia è cosi. Ok, che non abbiamo avuto inverno, non ha piovuto, ma ora che dovrebbe esserci bello, compare invece questo tempo. Speriamo che nei prossimi giorni il sole si faccia vedere nuovamente per ricordarci in che mese siamo, con il sole è sparito con lui anche quel caldo tepore che fino a domenica ci faceva stare volentieri in maniche corte, cosi ecco comparire nuovamente la mia felpa e le ciabattine chiuse, non ne posso più, è la terza volta che li lavo e metto via, riuscirò a toglierli dai piedi per i prossimi 3 mesi questi vestiti?????

Svegliandomi e guardando fuori dalla finestra, il menu si è deciso da solo, con fuori questa temperatura cosa volete mettere in tavola? Io vado di zuppa di farro con tante verdure di stagione: zucchine, carote, patate, se avessi avuto qualche pisello/ fava o fagiolino li avrei messi volentieri. Ma ci vuole un po di profumo, tanto profumo per rendere speciale questa zuppa, ci vogliono tante erbe aromatiche: salvia, rosmarino, timo, maggiorana, alloro… scegliete quella che più amate tra queste o se come me non sapete scegliere potete preparare un bel mazzetto provenzale se le avete fresche, altrimenti un mix secco alle erbe di Provenza.

erbe provenzali (20)bIo ne tengo sempre un po di scorta in dispensa, preparare questo mix è semplicissimo basta un mortaio  o un trita spezie e le nostre erbe aromatiche. Per farlo dovrete raccoglierle sul vostro orto/balcone  le erbette (se vi manca qualche guardate al supermercato, nel banco frigo si trovano confezionate fresche o potete andare in erboristeria per avere direttamente quelle secche), lasciarle seccare per qualche settimana avvolte in sacchetti di carta, come quelli per il pane, e poi triturarli per ottenere il nostro mix dal profumo tutto francese. Una volta pronto versatelo in una boccia di vetro con un coperchio ermetico, una bella etichetta ed ecco che è pronto per ogni occasione. Se invece preferite un mix fresco, legate tra loro con lo spago da cucina o all’interno di una garza le erbe fresche. Capisco che non sempre si ha la possibilità di avere le piantine in balcone e sopratutto il tempo per accudirle, se volete provare questo mix potete cercarlo nelle drogherie che vendono prodotti esteri o organizzare un viaggio in Provenza per l’estate.

Il mix di erbe di Provenza si può usare su tantissimi piatti di carne o di pesce, per aromatizzare i lievitati: grissini, pizze e focacce, per arricchire del formaggio cremoso o fresco tipo la ricotta fatta in casa, ma da il meglio di se sui pomodori gratinati, sulle verdure estive e per preparare la Ratatouille, un tipico piatto francese diventato famoso grazie al topolino Rémy, proprio lui quello del cartone animato.

Sono stata in Provenza quando ero più piccola e me ne sono innamorata: i colori e i profumi, della macchia mediterranea, rendono questa regione del sud est della Francia un piccolo angolo di paradiso, quando fiorisce la lavanda e le erbe aromatiche sono rigogliose diventa un luogo incantato. Anche se io vengono da un posto bellissimo come la Sicilia, farsi stregare dalla Provenza è un attimo e ogni occasione è buona per tornare a visitarla.

Il cibo fresco e profumato, arricchito dall’olio d’oliva e dalla erbe aromatiche, si avvicina più alla cucina mediterranea che al resto del cibo francese, io lo trovo favoloso e non vedo l’ora di addentare nuovamente un pezzo di Pissaladière: una torta salata / focaccia con cipolle stufate, olive nere e alici, che prima o poi vi preparerò.zuppa di farro e verdure (39)b1

Ingredienti per 2 persone

Continua a leggere

lagane cime di rapa e ceci (14)b

Lagane con Ceci e Cime di Rapa

Due volte la settimana nel paesino dove viviamo qui in Oltre Po, fanno il mercato rionale, ci sono bancarelle di ogni tipo: salumi, frutta e verdura, carne, pesce, miele, pasta fresca, un po’ tutte le produzioni della zona. Ogni tanto ci faccio un giro, soprattutto nelle giornate di sole, qualche volta torno a casa a mani vuote altre con 5 o 6 sacchetti traboccanti di roba soprattutto di frutta, verdure e formaggi buonissimi che raramente si trovano nei supermercati; non sempre i prezzi sono convenienti come si pensa quando si parla di mercato ma se si ha fortuna e buon occhio per alcune cose la qualità è molto più alta di quella del supermercato, quasi da bottega rinomata. Ormai ho imparato anche in quale bancarella andare per trovare determinati ingredienti… se cerco: siciliano, calabrese o pugliese.

Quando tra i banchetti trovo le cime di rapa non posso fare a meno di acquistarne sempre in abbondanza, non è una verdura che al supermercato si trova facilmente e la maggior parte delle volte arrivano ormai secche e ingiallite o con le cime già fiorite, di cui la metà finisce nella spazzatura.

Questa volta erano freschissime cosi mi sono trovata a lavare un quintale di cime di rapa per preparare il pranzo, ma mi sono accorta troppo tardi di non avere orecchiette in dispensa per fare un classico dei classici…. Dramma…. “cosa metto in tavola per pranzo?” Ecco che arriva in aiuto la mia amica F. pugliese doc suggerendomi di preparare da me la pasta, ma io le orecchiette non le ho mai fatte e non è il momento di iniziare proprio oggi, allora mi suggerisce di usare un altro tipo di pasta pugliese meno conosciuta ma molto buona: le lagane delle corte pappardelle di pasta di semola e acqua, da cuocere in una zuppa di cime di rapa e i ceci (che fortunatamente avevo già pronti in frigo).

Ormai preparo la pasta fresca così spesso, sia di semola che all’uovo, che la macchinetta per la pasta è sempre a portata di mano così non mi sono fatta ripetere due volte la ricetta e ho iniziato ad impastare, in pochi minuti ho preparato la base, riscaldato la zuppa di ceci e tagliuzzato le cime di rapa.

Quando è arrivato G. si aspettava di vedere le classiche orecchiette in tavola e invece ecco comparire una zuppa, ricca e saporita, con la pasta preparata al momento, un piatto nuovo da gustare e soprattutto da rifare al più presto.

lagane cime di rapa e ceci (18)b

Ingredienti per 4 persone

Continua a leggere

pasta e patate napoletana (15)b

Pasta e Patate alla Napoletana

Sono terrona, e questo lo sapete, non per niente il mio blog parla della cucina della mia terra, di me e dei luoghi meravigliosi in cui ho imparato a mangiare e a cucinare. Sono orgogliosa di essere una terrona doc e il vivere lontano mi fà sentire ancora più forte l’attaccamento alle mie radici.

Nel mio essere terrona, non mi vergogno neanche nel mangiare i piatti terroni, e uno dei piatti terroni che per me è il top è la pasta e patate alla napoletana, cosa ha di speciale…? Prima assaggiatela e poi ne riparliamo! Poi se fatta dalle mani di un/una napoletana ancora meglio, intanto accontentatevi di quelle di una siciliana, ma con una ricetta napoletana vera, direttamente dalla cucina di una mamma napoletana.

Qualche anno prima che aprissi il blog, andavo spesso a Napoli a trovare tanti amici, poi un po gli impegni, un po le strade hanno preso bivi diversi, il tempo tra una visita e l’altra si è allungato, fin quando mio fratello non ci si è trasferito per studiare all’università ed allora con la scusa sono tornata in questa magnifica città, dopo anni. Ho riscoperto i sapori partenopi, fantastici, e ho avuto in regalo qualcosa di speciale la ricetta della pasta e patate napoletana, vi state chiedendo che hai in più di una normale pasta con patate e pancetta, lo scoprirete!

Per buona norma per fare una vera pasta e patate alla napoletana ci vuole la pasta mista, non sapete cos’è? ma non è altro che tutti i fondi di pacchi di pasta di formati diversi che non sono sufficienti per farne una porzione, ma io non avevo pacchi di pasta da finire e poi in casa nostra i formati sono veramente pochi (spaghetti /penne/ditali), e tanto meno qui al NORD si trova la pasta mista al supermercato, già è difficile trovare gli anelletti palermitani, nonostante la gran mole di siciliani in zona.

La pasta e patate a casa mia è sempre presente, la adoriamo tutti, la mangiamo più che volentieri e anche G. non la disprezza; con l’arrivo della stagione fredda poi diventa ancora più buona. Avendo poi tutti gli ingredienti necessari: patate di montagna, ma quelle a casa nostra non mancano mai, un ottima buccia di formaggio parmigiano (invecchiato 38 mesi preso nel nostro pellegrinaggio al Cheese 2015), una bella scamorzina e un pezzo di pancetta, avanzato…. dalla preparazione di una favolosa amatriciana.

Non ho potuto fare a meno di mettere sul fuoco il mio bel pentolone e via a cuocere questo delizioso piatto di pasta e patate alla napoletana per il pranzo di tutti i giorni.

pasta e patate napoletana (3)b

Ingredienti per 4 persone

Continua a leggere

miglio-lenticchie-28b

Zuppa di Miglio e Lenticchie al Ras el Hanout

“Primavera dove sei????”
Dopo un solo giorno di sole… ecco la pioggia non smette da due … che stress stare dietro le finestre a guardare il cielo grigio, sperando che arrivi il bel tempo in fretta… ho bisogno di asciugarmi, di togliermi i vestiti pesanti e le scarpe invernali, ho voglia di colori e leggerezza…. di aria tra i capelli e di foulard svolazzanti, di uscire dal garage la mia Etta e pedalare per i campi e le vigne….
Intanto che aspettiamo l’arrivo della vera primavera perchè a quanto pare per ora è solo sul calendario… mettiamo in tavola qualcosa di colorato e profumato… un po speziato, cremoso e con quel gusto morbido che consola l’animo in una giornata uggiosa… Una cosa semplice senza nessuna pretesa ma adatto a grandi e piccini…ma tanto nutriente per prepararci alle giornate all’aperta: il miglio è un cereale che adoro … anche se mi prendono in giro dicendomi che mangio il cibo degli uccellini… faccio un carico di vitamine e sali minerali non indifferente e poi con le lenticchie crea una zuppetta vegetariana dal sapore delizioso… un con pizzico di piccante per esaltare il tutto. Non resta che andare a fare la spesa e mettere tutto in pentola per portare un pò di colore e allegria sulla tavola.

miglio lenticchie  (39)b

Ingredienti per 4 persone

Continua a leggere