Archivi tag: Creme Vellutate e Zuppe

curry di zucca (24)b

Curry di Zucca Velocissimo

La mia casa pullula di zucche al momento qualche kg di Mantovana e qualche kg di Berrettina (se non la conoscete andate qui e qui) e pensate che sono l’unica in famiglia a mangiarla, ma a me piace cosi tanto che non mi stanco mai. Ora che ho anche un frigo/congelatore abbastanza capiente posso permettermi di cucinarla e conservarla per l’occorrenza senza dovermi mettere a spignattare per 1 sola porzione e trovarmi con il doppio delle pentole e padelle da lavare, perché tutto si raddoppia, i fornelli sono tutti impegnati e la cucina diventa un invasione di caccavelle accatastate da dover poi mettere in ordine, lo ammetto io non sono molto metodica nel riordinare la cucina come invece G. lui usa, lava, asciuga e mette via, io invece se sono nel momento creativo non mi lascio intimidire dalle cataste ma lo pago dopo a passare ora a lavare piatti.

Certo non posso mangiare tutti i kg che ho in casa in una volta e una volta tagliata: una parte preparo la classica vellutata (due porzioni sono arrivate anche al nipotino sperando che gli piaccia), una parte la cubetto e la surgelo al naturale in sacchetti da frizzer, quando ho tempo preparo anche i tortelli (che in frizzer si mantengono benissimo) e il resto la consumo fresca cosi come viene … come la fantasia mi spinge a fare: uno dei piatti che adoro con la zucca è il curry, non parlo di mescolare la zucca con il curry, ma un vero e proprio piatto di curry di zucca.

Quando anni fa ho scoperto cos’era il curry e cosa il korma e me ne sono innamorata (se volete qualche info in più leggete questo post!) Quando arriva l’inverno ne divento dipendente e oggi vi lascio la mia ricetta di curry di zucca  senza latte di cocco (nei supermercati dove possa arrivare in bici non è un prodotto tra gli scaffali il brutto di vivere in un paese) semplicissimo velocissimo vegano, senza lattosio e senza glutine. Ma tranquille nonostante tutti questi senza è cremosissimo, ricco di gusto e di profumo.

curry di zucca (26)b

Ingredienti per 2 persone

Continua a leggere

vellutata di porri b 2

Vellutata di Porri con Pancetta Affumicata Croccante

G. ha una passione per i porri! Non pensavo gli potessero piacere cosi tanto, quando arriva l’autunno e compaiono in azienda agricola o al supermercato inizio a riempire il frigo. La cosa che più adora con i porri è la vellutata e io la preparo spesso. Alle volte cosi tanta che la surgelo e la tengo a disposizione per quelle sere dove non ho idea di cosa mettere in tavola, chi ha detto che una foodblogger deve avere sempre voglia di cucinare?

Solitamente con le vellutate in genere non vado sul semplice, con pochi grassi e se capita anche vegana (è raro che in una vellutata aggiunga burro, panna, latte o formaggi vari) ma per questa ho voluto strafare letteralmente aggiungendo burro e pancetta croccante in barba alle coronarie, ottenendo cosi un piatto dal sapore spettacolare.

Per un carnivoro come lui trovarsi in tavola quella che di solito è una semplice vellutata ora ricca e piena di sapori è stato un successo tanto che anche quella poca che avevo preparato in più per essere messa in frizzer è sparita in un niente.

E voi la vellutata di porri come la preparate???  Che altre ricette fate con i porri???

vellutata di porri b

Ingredienti per 4 persone

Continua a leggere

Favetta cu’i Guidi e Pani Caliatu (60)b

Favetta cu’i Guidi e Pani Caliatu

Eccoci ad un altro appuntamento con L’italia nel piatto, il tema per il mese di ottobre sono:

“I legumi”

In tutte le regioni italiane esistono nella cucina popolare e tradizionale ricette a base di legumi e ogni regione ha il suo legume per eccellenza, la Sicilia non fa eccezione e anzi troviamo numerosi prodotti: dalle lenticchie alle fave passando per ceci e fagioli tipici delle zone isolane, senza dimenticarci di lupini e cicerchie. Colture cosi antiche che raramente si trovano in commercio nei comuni supermercati, per averle bisogna recarsi direttamente dal piccolo produttore locale o avere una famiglia di fiducia che le coltiva.

Per questo motivo ho avuto qualche problema a scegliere la ricetta da mostrarvi, se farmi mandare da casa dei prodotti di nicchia o utilizzare quelli che si trovano in commercio con una ricetta del territorio per permettere a tutti di apprezzare in casa propria i sapori della mia terra.

Alla fine ho deciso per la seconda opzione e voglio parlarvi di una ricetta cosi semplice che risulta quasi banale, tipica delle Isole Eolie: la Favetta cu’i Guidi vediamo un po di cosa si tratta la “favetta” ovvero la fava secca sgusciata e i guidi o uidi: le bietole. Una ricetta povera ma nutriente fatta con ingredienti che la terra dona tutt’oggi sulle isole.

Questa zuppa viene accompagnata con un pane tipico eoliano chiamato “pane caliatu” esso può essere definito il pane di tutti i giorni eoliano; la parola caliatu significa secco/tostato e la ritroviamo spesso durante le feste di paese con i banchetti della calia cioè della frutta secca tostata.

Il pani caliatu non è altro che un pane biscotto che veniva preparato dalla ricottura del pane settimanale per essere consumato quotidianamente, si perché il pane fresco veniva sfornato solo una o due volte la settimana e diventava in breve tempo raffermo, a differenza “u pani caliatu” durava fino ad un mese. Questo pane è parte integrante della cucina eoliana e veniva preparato con “u livatu” cioè la levantina o pasta di riporto (un pezzo di impasto conservato per la lievitazione successiva), ancora oggi nelle isole Eolie viene prodotto e commercializzato in qualche bottega di nicchia per veri intenditori.

isole-eolie-cartina

Se andate alle isole Eolie (ME) non lasciatevi scappare le ricette con questa meraviglia e gustate ” ‘nsalata i pani caliatu” o “u pani caliatu cunzato” due ricette popolari semplicissime ma golosissime a base di pani caliatu. Trovare invece chi vi prepara la Favetta cu’i Guidi sarà un po più difficile perché i ristoranti non propongono ricette cosi semplice nonostante parte integrante della cultura popolare gastronomica dell’isola.

Se siete curiosi di scoprire le ricette degli altri blogger allora andate in fondo al post dove troverete l’elenco delle ricette per l’Italia nel piatto o visitate la nostra pagina fb.

Favetta cu’i Guidi e Pani Caliatu (58)b

Ingredienti per 4 persone

Continua a leggere

tenerumi (78)b2

Minestra di Tenerumi e Spaghetti Rotti

Giorno di mercato, dopo aver sbrigato un po di impegni a casa ho deciso di andare a fare un giro per le vie, realmente non dovevo acquistare nulla ma è un modo per far passare la mattinata diversamente dallo stare al PC e grazie ad una fresca arietta estiva la voglia viene più facilmente. Mentre giravo per i banchetti ecco che la mia attenzione è stata richiamata da una cassetta di Tenerumi (era la seconda volta che li vedevo in quel banchetto) e questa volta non me li sono fatta scappare e ho subito portata a casa una busta colma.

tenerumi (3)b

La minestra di tenerumi o pasta con i tenerumi è il piatto estivo palermitano per eccellenza! Ma cosa sono questi misteriosi tenerumi che ogni siciliano tanto decanta durante questo periodo? Le foglie e i rami di una zucchina lunga siciliana, alle volte si possono trovare anche i fiori ancora attaccati. Si prepara una semplicissima minestra con ingredienti di stagione: pomodori freschi, basilico e spaghetto rotto, un tipico riuso siciliano, potete arricchirla aggiungendo pezzi di zucchina lunga o di patate o entrambi come ho fatto io.

La minestra di tenerumi fa parte della cucina popolare, quella più povera che raramente trovate nei ristoranti, la cucina della nonna che sta andando via via dimenticata. La ricetta è semplicissima, elementare direi, ma voglio proporvela perché cosi non vada persa e magari un giorno anche voi, che non siete siciliani, vorrete provare a riproporla in casa.zucchina lunga

Se non siete cosi temerari da mangiare zuppe e minestre in piena estate potete usare i tenerumi con qualunque altra verdura a foglia: sbollentandola e ripassandola in padella con del pomodoro fresco o farci una buonissima e rustica frittata.

tenerumi (51)b

Ingredienti per 4 persone

Continua a leggere

fagioli-e-farro-20b

Zuppa di Farro e Fagioli Toscana

Fuori il termometro è vicino allo zero! La nebbia ormai è li da giorni, non si vede un raggio di sole da più di una settimana… La voglia di mettere il naso fuori di casa è pari al nulla. Il tempo perfetto per godersi il divano con una morbida coperta, il profumo delle candele accese che sanno di buono e magari una bella tisana bollente tra le mani da sorseggiare guardando un film o leggendo un po

In vista delle feste natalizie sto tentando di tenere un alimentazione abbastanza regolare e sana, senza troppi eccessi per poi non doversi pentire di quello che si metterà in pancia il giorno di Natale e anche grazie a questo freddo la cosa di cui più ho voglia sono le zuppe! Di legumi, di verdure, minestrone, paste brodose qualunque cosa sia calda fumante e che emani calore in casa ne abbiamo tantissime varianti con la pasta da mangiare in estate o in inverno.

Ma per rendere speciale una zuppa, per dargli quella marcia in più indispensabile per affrontare le giornate, ho la ricetta che fa al caso mio… per preparare una deliziosa zuppa di farro e fagioli toscana… un piatto veramente semplice e da preparare e servire o lasciare li e mangiarlo riposato, arricchita, per chi ne ha voglia, da pancetta o lardo che la rendono unica e speciale. Il suo sapore pieno intenso la rende unica, perfetta per questa stagione, è ideale come piatto unico, perché riscalda sia il cuore che la pancia.

Sono stata in Toscana quest’estate, in campeggio ma non era certo il periodo giusto per gustare una zuppa ma non mi sono fatta scappare i loro sapori e i loro profumi inconfondibili, anche se non apprezzo la carne una bistecchina non me la sono fatta scappare. Il parlare della gente, i colori della natura.. una terra bellissima della nostra Italia. Presto vorrei tornarci magari per godermi oltre alle città e alle spiagge di sabbia finissima anche le colline e magari un buon piatto di ribollita accompagnata da un bicchiere di vino.

Se avete qualche minuto durante il w.e. potete preparane una dose doppia sicuramente un valido aiuto in cucina è la crock pot quando prepariamo pietanze a cottura lenta e surgelarla, come faccio io, cosi da poterla gustare nuovamente senza dover ai fornelli per un ora quando ne avrete di nuovo voglia.

fagioli-e-farro-32b

Ingredienti per 4 persone

Continua a leggere

riso-patate-prezzemolo-33b

Riso con Patate e Prezzemolo

Da quando vivo al Nord ho imparo a cucinare tantissime nuove ricette, di cui avevo solo sentito parlare o assaggiato poche volte durante i miei viaggi in giro per l’italia, un esempio i pisarè e fasò ma non solo quelli basta scorrere le pagine di questo blog per scovarne alcune. Nella terra in cui vivo c’è tanto influsso delle regioni vicine: Emilia, Piemonte e Liguria. Raramente ho assaggiato vere ricette lombarde (non parlo del risotto giallo e della cotoletta) e tanto meno quelle della cucina pavese vera e propria tranne i ravioli di brasato tipici della zona, che prima o poi farò in casa.

La cucina popolare sta via via sparendo; le ricette tramandate dalle nonne, fatte di ingredienti semplici, quando la fame era tanta e gli ingredienti da mettere a tavola erano pochi non si trovano quasi più e poche sono le bettole che ancora le cucinano. Sono questi piatti che celano la meraviglia più grande: il vero sapore della terra in piccoli gesti.

Nel mondo dei food blog e dei programmi di alta cucina in tv spesso ci dimentichiamo di quelle ricette semplici che hanno bisogno di poco e di niente e che per generazioni hanno sfamato famiglie. Andando al supermercato giorno dopo giorno vedo aumentare lo spazio del banco gastronomica e il quantitativo di prodotti pronti nei carrelli, Mi chiedo: “Andando avanti di questo passo i veri sapori della cucina italiana, dove andranno a finire?”

Io amo la cucina, le tradizioni della mia terra e mi piace scoprire quella delle altre terre che compongono la nostra Italia e per questo continuo a cucinare e postare ricette che potrebbero sembrare anche banali o straviste come una semplice zuppa di legumi.

Grazie a G, ho scoperto e preparato un piatto semplice, una minestra che mangiava da piccolo: una ricetta contadina, che mai mi sarei aspettata fosse cosi buona. Il riso con patate e prezzemolo,  pochissimi ingredienti che sicuramente tutti abbiamo in casa:  riso a chicco tondo quello per minestre, patate e un po di prezzemolo fresco; con gli stessi ingredienti  preparo la pasta e patate quando sono di fretta o voglio qualcosa di coccoloso da mettere in tavola senza però troppo impegno ai fornelli. Ma non avevo mai fatto una minestra con il riso e le patate e tanto meno aggiungendo così tanto prezzemolo da renderlo parte integrante del piatto.

Poi in casa nostra le patate come sapete non mancano mai, ne abbiamo fatto una mega scorta per l’inverno ma a quanto pare le mangeremo prima di arrivare a Natale… con tanta velocità le consumiamo. Il prezzemolo poi lo uso tantissimo e ne tengo sempre un bel mazzetto fresco in frigo e una scorta in frizzer, alle volte G. mi dice che sono ossessionata dalle erbe aromatiche e che tra poco nella pentola metto anche la pianta con tutto il vaso.

In vista dell’inverno questo piatto non potrà più mancare sulla mia tavola, magari per quelle sere dove fuori piove e c’è bisogno di dare alla casa un atmosfera e un profumo di focolare, di camino o di stufa a legna. Una di quelle ricette perfette per i bambini perché cremosa, calda e ricca allo stesso tempo ma che stregherà anche voi.riso-patate-prezzemolo-11b

Ingredienti per 4 persone

Continua a leggere

zuppa di farro e verdure (48)b2

Zuppa di Farro e Verdure con Erbe di Provenza

Anche se il calendario segna il 10 maggio il cielo è grigio e continua a piovere, sembra di essere tornati in pieno novembre, un po per tutto il nord Italia è cosi. Ok, che non abbiamo avuto inverno, non ha piovuto, ma ora che dovrebbe esserci bello, compare invece questo tempo. Speriamo che nei prossimi giorni il sole si faccia vedere nuovamente per ricordarci in che mese siamo, con il sole è sparito con lui anche quel caldo tepore che fino a domenica ci faceva stare volentieri in maniche corte, cosi ecco comparire nuovamente la mia felpa e le ciabattine chiuse, non ne posso più, è la terza volta che li lavo e metto via, riuscirò a toglierli dai piedi per i prossimi 3 mesi questi vestiti?????

Svegliandomi e guardando fuori dalla finestra, il menu si è deciso da solo, con fuori questa temperatura cosa volete mettere in tavola? Io vado di zuppa di farro con tante verdure di stagione: zucchine, carote, patate, se avessi avuto qualche pisello/ fava o fagiolino li avrei messi volentieri. Ma ci vuole un po di profumo, tanto profumo per rendere speciale questa zuppa, ci vogliono tante erbe aromatiche: salvia, rosmarino, timo, maggiorana, alloro… scegliete quella che più amate tra queste o se come me non sapete scegliere potete preparare un bel mazzetto provenzale se le avete fresche, altrimenti un mix secco alle erbe di Provenza.

erbe provenzali (20)bIo ne tengo sempre un po di scorta in dispensa, preparare questo mix è semplicissimo basta un mortaio  o un trita spezie e le nostre erbe aromatiche. Per farlo dovrete raccoglierle sul vostro orto/balcone  le erbette (se vi manca qualche guardate al supermercato, nel banco frigo si trovano confezionate fresche o potete andare in erboristeria per avere direttamente quelle secche), lasciarle seccare per qualche settimana avvolte in sacchetti di carta, come quelli per il pane, e poi triturarli per ottenere il nostro mix dal profumo tutto francese. Una volta pronto versatelo in una boccia di vetro con un coperchio ermetico, una bella etichetta ed ecco che è pronto per ogni occasione. Se invece preferite un mix fresco, legate tra loro con lo spago da cucina o all’interno di una garza le erbe fresche. Capisco che non sempre si ha la possibilità di avere le piantine in balcone e sopratutto il tempo per accudirle, se volete provare questo mix potete cercarlo nelle drogherie che vendono prodotti esteri o organizzare un viaggio in Provenza per l’estate.

Il mix di erbe di Provenza si può usare su tantissimi piatti di carne o di pesce, per aromatizzare i lievitati: grissini, pizze e focacce, per arricchire del formaggio cremoso o fresco tipo la ricotta fatta in casa, ma da il meglio di se sui pomodori gratinati, sulle verdure estive e per preparare la Ratatouille, un tipico piatto francese diventato famoso grazie al topolino Rémy, proprio lui quello del cartone animato.

Sono stata in Provenza quando ero più piccola e me ne sono innamorata: i colori e i profumi, della macchia mediterranea, rendono questa regione del sud est della Francia un piccolo angolo di paradiso, quando fiorisce la lavanda e le erbe aromatiche sono rigogliose diventa un luogo incantato. Anche se io vengono da un posto bellissimo come la Sicilia, farsi stregare dalla Provenza è un attimo e ogni occasione è buona per tornare a visitarla.

Il cibo fresco e profumato, arricchito dall’olio d’oliva e dalla erbe aromatiche, si avvicina più alla cucina mediterranea che al resto del cibo francese, io lo trovo favoloso e non vedo l’ora di addentare nuovamente un pezzo di Pissaladière: una torta salata / focaccia con cipolle stufate, olive nere e alici, che prima o poi vi preparerò.zuppa di farro e verdure (39)b1

Ingredienti per 2 persone

Continua a leggere

pasta e patate napoletana (15)b

Pasta e Patate alla Napoletana

Sono terrona, e questo lo sapete, non per niente il mio blog parla della cucina della mia terra, di me e dei luoghi meravigliosi in cui ho imparato a mangiare e a cucinare. Sono orgogliosa di essere una terrona doc e il vivere lontano mi fà sentire ancora più forte l’attaccamento alle mie radici.

Nel mio essere terrona, non mi vergogno neanche nel mangiare i piatti terroni, e uno dei piatti terroni che per me è il top è la pasta e patate alla napoletana, cosa ha di speciale…? Prima assaggiatela e poi ne riparliamo! Poi se fatta dalle mani di un/una napoletana ancora meglio, intanto accontentatevi di quelle di una siciliana, ma con una ricetta napoletana vera, direttamente dalla cucina di una mamma napoletana.

Qualche anno prima che aprissi il blog, andavo spesso a Napoli a trovare tanti amici, poi un po gli impegni, un po le strade hanno preso bivi diversi, il tempo tra una visita e l’altra si è allungato, fin quando mio fratello non ci si è trasferito per studiare all’università ed allora con la scusa sono tornata in questa magnifica città, dopo anni. Ho riscoperto i sapori partenopi, fantastici, e ho avuto in regalo qualcosa di speciale la ricetta della pasta e patate napoletana, vi state chiedendo che hai in più di una normale pasta con patate e pancetta, lo scoprirete!

Per buona norma per fare una vera pasta e patate alla napoletana ci vuole la pasta mista, non sapete cos’è? ma non è altro che tutti i fondi di pacchi di pasta di formati diversi che non sono sufficienti per farne una porzione, ma io non avevo pacchi di pasta da finire e poi in casa nostra i formati sono veramente pochi (spaghetti /penne/ditali), e tanto meno qui al NORD si trova la pasta mista al supermercato, già è difficile trovare gli anelletti palermitani, nonostante la gran mole di siciliani in zona.

La pasta e patate a casa mia è sempre presente, la adoriamo tutti, la mangiamo più che volentieri e anche G. non la disprezza; con l’arrivo della stagione fredda poi diventa ancora più buona. Avendo poi tutti gli ingredienti necessari: patate di montagna, ma quelle a casa nostra non mancano mai, un ottima buccia di formaggio parmigiano (invecchiato 38 mesi preso nel nostro pellegrinaggio al Cheese 2015), una bella scamorzina e un pezzo di pancetta, avanzato…. dalla preparazione di una favolosa amatriciana.

Non ho potuto fare a meno di mettere sul fuoco il mio bel pentolone e via a cuocere questo delizioso piatto di pasta e patate alla napoletana per il pranzo di tutti i giorni.

pasta e patate napoletana (3)b

Ingredienti per 4 persone

Continua a leggere