Home Cucina Regionale Pizzoccheri in zuppa alle Verdure

Pizzoccheri in zuppa alle Verdure

Di piccolalayla

Pizzoccheri??? In Sicilia??? e si!!!
Nonostante non sia un piatto tipico della mia regione, bensi di zone molto molto lontane da quì… a me piacciono veramente tanto… per chi non li conoscesse sono delle (passatemi il termine) tagliatelle di grano saraceno… conditi con tipica ricetta valtellinese con: patate, verza e tanto tanto burro e formaggio d’ alpeggio come vuole la tradizione…ma vi assicuro che anche nella versione meno tradizionale ma molto più semplice e giornaliera: con le verdure bollite e insaporiti con una fogliolina di salvia e un pò di formaggio grattug …. sono veramente buonissimi e saporiti, oltre ad ottima e salutare variante alla classica pasta di grano duro.
Questa ricetta è un misto tra una zuppa di verdura, una pasta risottata e i classici pizzoccheri della valtellina, per non discostarsi troppo dall’originale….

Ingredienti per 2 persone

100g di pizzoccheri tagliati o tagliatelle di grano saraceno
1 costa di sedano
1 zucchina grossa
2 carote media
1 patata media
1 cipolla bianca
1 spicchio d’aglio
2 pugni di spinaci freschi gia lavati
1/4 di bicchiere di vino bianco
2 CC di formaggio grattug
1 CC di dado vegetale
4 foglie di salvia (fresca o secca)
1 rametto di timo
fontina a dadini (o altro formaggio a scelta, se preferite un piatto più leggero omettetela)
pepe nero
olio evo

Lavate, pulite e tagliare tutte le verdure a dadini abbastanza piccoli, come se stesse preparando il minestrone. In una capiente pentola rosolare la cipolla e l’aglio tritati, aggiungere carote e sedano e insaporire il tutto per qualche minuto, aggiungere patate e zucchine, sflumare con il vino bianco e insaporire con il dado.

Cuocere per 10 min a fuoco basso con il coperchio (le verdure rilasceranno la loro acqua di vegetazione) regolare di sale, aggiungere salvia e timo, aggiungere acqua sufficiente per la cottura dei pizzoccheri e portare a bollore. Aggiungere i pizzoccheri e gli spinaci, coprite con il coperchio cosi che anche gli spinaci si appassiscano, portare a cottura (se occorre aggiungere altra acqua calda), al termine mantecare con i formaggi e servire caldi con foglie di salvia a decorare.

Cucina Regionale
Lombardia

Ti potrebbero piacere anche...

12 commenti

BARBARA 30 Gennaio 2011 - 10:43

io trovo che sia davvero un'ottima variante! Mi piace davvero tanto.

Rispondi
Passiflora 30 Gennaio 2011 - 10:53

interessante questa variante zupposa, io da buona lombarda li ho sempre mangiati e preparati secondo la ricetta valtellinese e li adoro… perché non provarli diversamente!

Rispondi
giulia pignatelli 30 Gennaio 2011 - 11:56

Laura!!!!! Ma che piatto magnifico!!!!!

Rispondi
Manuela e Silvia 30 Gennaio 2011 - 11:58

Ciao, i pizzoccheri in sicilia sono una novità, ma ormai con la globalizzazione e la diffusione dei blog non ci stupiamo più di nulla!
Ottima l'idea di utilizzarli per una zuppa. E' una pasta che adoriamo in qualsiasi preparazione.
baci baci e buona domenica

Rispondi
Sar@ 30 Gennaio 2011 - 16:35

Piatto interessante e anche molto appetitoso! Buona Domenica

Rispondi
Mirtilla 30 Gennaio 2011 - 17:59

concordo con le gemelle,i pizzoccheri mi hanno stupita,pensavo che voi siciliani foste “aneletti for ever”!!

Rispondi
Mari e Fiorella 30 Gennaio 2011 - 19:37

Un trionfo di verdura e pizzocheri….Brava!!!!Buona settimana!!!!!

Rispondi
Erica 31 Gennaio 2011 - 01:19

Sembrano veramente deliziosi ^_^ bellissima ricetta! 🙂

Rispondi
lamiaS. 31 Gennaio 2011 - 16:10

Sei brava, brava, brava!

Rispondi
Claudia 31 Gennaio 2011 - 16:29

Adoro i pizzochheri! E questa tua versione non ha niente da invidiare a quella tradizionale perchè è davvero gustosa!

Rispondi
La cuoca Pasticciona 16 Febbraio 2011 - 19:44

Davvero bell'idea non ci ho mai pensato ma possono essere utilizzati come mal tagliati… grande inventiva.. grazie Lalla bacino

Rispondi
Lalla 17 Febbraio 2011 - 11:09

🙂 sono contenta che la mia variante vi piaccia … presto spero di postarne altre
baci

Rispondi

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.