Home Contorni La Peperonata classica il piatto dei ricordi

La Peperonata classica il piatto dei ricordi

Di Laura Soraci
La peperonata un piatto che piace proprio a tutti!!!!!!

La peperonata è un piatto contadino che non ha bisogno di presentazioni, pochi semplici ingredienti di stagione per portare in tavola un piatto unico. La Peperonata è il piatto dei ricordi perché entrando in qualunque casa il profumo durante la stagione estiva c’era sempre. Oggi, tutte le volte che la preparo mi riporta alle giornate trascorse a casa dei miei nonni, tra la spiaggia e i giri in bicicletta.

La peperonata si prepara in tutte le regioni italiane. Ognuno ha la sua versione con la sua piccola o grande aggiunta: patate, zucchine, olive. Come ogni piatto della tradizione che si rispetti non troverete mai una ricetta uguale all’altra; e ognuno ne rivendica un po’ di storia.

Sicuramente anche in casa vostra e dei vostri parenti c’è una ricetta di peperonata buonissima da gustare tutti insieme durante le cene di famiglia magari accompagnate da un buon bicchiere di vino e perché no di una bella birra!!!! Tra chiacchiere e risate.

Ma lasciando stare questa piccola parentesi, vi spiego come io preparo

la peperonata

Può essere gustata calda o fredda, come contorno a un buon piatto di carne o se siete golosi come me la peperonata raggiunge il suo top appena tiepida una volta che ha riposato qualche ora, cosi che i suoi sapori si amalghimino ma sopratutto mangiata direttamente dalla pentola o dal coccio con una golosa pagnotta di pane casareccio, si lo so non dovrei dirlo!!!

In casa mia i peperoni non possono mani mancare e la ricetta della peperonata che preparo più spesso è semplice ma con un pizzico di agrodolce, che nel caso di peperoni di stagione è sufficiente aggiungere solo l’aceto, ma se invece volete un effetto ancora più wuauuu un cucchiaino di zucchero vi creerà un esplosione in bocca.

Se avete la possibilità usate verdure di qualità o che vengano da orti coltivati con amore, come in questo caso: i pomodori mi sono stati regalati; nascondono dietro la loro buccia un po’ malconcia, tutto il sapore del sole e della terra che li ha cresciuti, insieme ad una dolcezza indescrivibile.

Spero a breve di potervi mostrare un altra ricetta di peperonata nella versione più ricca e isolana che conosco!

La peperonata è il piatto dell'estate.... in tutte le cucine italiane!!!

Ingredienti per 4 persone

Per la peperonata classica

3 peperoni medi (io rossi)
2 pomodori maturi
1 spicchio d’aglio italiano
1 grossa cipolla bionda o rossa
sale marino iodato fine
pepe nero (o peperoncino)
olio evo
foglie di basilico fresco
aceto di vino bianco

Utensili

Tegame di alluminio

Tempo di preparazione 1 ora

Un contorno golosissimo e semplice da preparare la peperonata

Preparare la peperonata classica

Lavate accuratamente i peperoni sotto l’acqua corrente, rimuovete il picciolo e i semi interni, tagliatele le falde a pezzi e tenetele da parte, se avete problemi di digestione dei peperoni potete rimuovere la parte bianche all’intero aiutandovi con un coltello affilato, questo potrebbe aiutarvi.

Pelate aglio e cipolla e tagliateli secondo il vostro gusto personale e teneteli da parte.

In un capiente tegame con coperchio riscaldate 4 cucchiai di olio evo, unite la cipolla e l’aglio e lasciate che questi prendano colore, unite ora i peperoni e fate sfrigolare a fiamma viva, aggiungete ora i pomodori tagliati a pezzi, una presa di sale e di pepe mescolate accuratamente con un mestolo.

Coprite con il coperchio e abbassate la fiamma. Lasciate cuocere la peperonata per circa 40 minuti ricordando di andare a mescolare di tanto in tanto per evitare che si attacchi.

Se risulta troppo liquido rimuovete il coperchio e lasciate evaporare, viceversa se invece rischia di attaccare ma non è ancora cotta unite poca acqua o brodo di verdure secondo necessità.

Quando i peperoni saranno teneri regolate di sale se necessario, unite le foglie di basilico fresco e sfumate per 1 minuto a fiamma viva con l’aceto di vino bianco, la quantità sceglietela in base al vostro gusto.

Lasciate riposare la peperonata almeno 30 minuti, meglio se qualche ora prima di servirla tiepida accompagnata con foglie di basilico fresco a guarnizione e una buona dose di pane casareccio.

Consigli

Se volete ottenere un agrodolce intenso e dirompente potete precedentemente sciogliere in una tazzina di aceto bianco dello zucchero a piacimento e successivamente versarlo sulla peperonata.

Ti potrebbero piacere anche...

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.