Archivi tag: Pollo e Tacchino

A pranzo in Cina: Noodles con Pollo e Zucchine al Curry

Quando sono un pò annoiata solitamente dal meteo o dal cibo,  mi piace buttare in pentola qualcosa di sfizioso, di saporito, di speziato, che stuzzichi il mio palato e il mio olfatto.. che mi incuriosisca e che mi faccia riattivare un pò i sensi assopiti. Quando sono cosi stralunata, opto sempre per la cucina etnica… Cina, Thailandia o India a seconda di cosa il mio cervello decide in portare in tavola  come ad esempio i noodles o il riso basmati.

Mi piace riempire la casa con il profumo delle spezie e assaporare qualcosa di buono e che sa di paesi lontani cosi da poter viaggiare con la fantasia ma spesso la mia fantasia non corrisponde a quello che trovo nel mio frigo.. questa volta c’erano delle zucchine, anche se la stagione non è il top per acquistarle ma necessario per cambiare ogni tanto sapori…, mica si può mangiare solo verza e broccoli… due coscette solitarie di pollo, avanzate dall’ultima infornata con patate, cipolle, 3 teste d’aglio (tranquilli non le ho usate tutte) e un pò di prezzemolo… non è coriandolo ma può fare al caso nostro… il cassetto delle spezie è sempre li che mi viene in contro… qualche goccia di salsa di soja c’è ancora nella dispensa… anzi ora occorre metterla nella lista della spesa dato che la boccettina si è svuotata e un pacco di noodles ancora da aprire.

Non mi resta che riscaldare il wok e dare sfogo ai miei sensi assopiti dal tempo uggioso di questi giorni… Non avrei mai aggiunto il curry se non fosse stato per un piatto che ho mangiato al ristorante cinese qualche mese fà (che spero  appena possibile vi proporrò in tutta le sue parti) veramente saporita e ricca come non avevo mai mangiato. Gli ingredienti hanno scelto i il paese dove andare con la fantasia: la Cina… non mi resta che augurarvi buon inizio settimana!!!!

noodles al pollo (16)b

Ingredienti per 2 persone
Continua a leggere

Chorba con Verdure e Legumi... una zuppa speciale!!!

Chorba con Verdure e Legumi una zuppa speciale!!!

Tranquilli non ho sbagliato a scrivere il titolo della ricetta che voglio mostrarvi: la parola Chorba significa letteralmente “zuppa” ed è un piatto tipico dei paesi del Magreb: Algeria, Tunisia e Marocco. Come in ogni luogo al mondo, ogni nazione ha le proprie zuppe tipiche, che ogni famiglia sperimenta e modifica secondo il proprio gusto personale e le proprie origini. La Chorba è un ricco piatto unico ideale da servire a tutta la famiglia durante ogni periodo dell’anno, ma principalmente viene preparata durante il Ramadan: il mese del digiuno, periodo dell’anno in cui i fedeli islamici, devono astenersi dal mangiare e bere durante le ore di luce, cioè dall’alba al tramonto. Il mese è stabilito dal calendario islamico e ogni anno ricade in un periodo diverso, ha una durata di 28 giorni. [fonte Wiki]

Nelle ultime settimane i paesi islamici sono nel mirino della follia umana, si per me l’unico modo di definirlo è questo, eventi tragici e assurdi che nel 2015 stento a credere succedano ancora, siamo capaci di mandare gli uomini e le donne 🙂 nello spazio ma non siamo ancora stati capaci di imparare a vivere in simbiosi. Nonostante sia una cosa che tocca tutti noi, in quanto le minacce sono proprio dietro l’angolo di casa, non voglio parlarne in questa sede e preferisco mantenere il mio blog un angolo dove tutto il mondo sia un luogo sereno e colmo di meraviglie, conosciuto per i piatti tipici, i luoghi incantati, dove incontrare per strada i sorrisi della gente e mescolare insieme le culture con il cuore e non con le armi.
Continuerò a: cucinare, assaporare e riempire la mia casa di profumo di spezie, di piatti tipici e di riti antichi; il mio ruolo (se cosi si può definire) non è parlare di odio o religione ma di cucina, di amore per il cibo e di sapori della tradizione.

In questi anni ho preparato mille volte il cous cous, che esso sia precotto o nato da ore seduta a girare piccoli granelli di semola con l’acqua e tante altre ricette di cultura islamica, alcuni piatti sono veramente speciali perché emanano amore puro come i luoghi dove nascono, se provate ad assaporare questa zuppa favolosa e profumata capirete immediatamente di cosa parlo.
Grazie a tutte le sue spezie che compongono il Ras el Hanout letteralmente tradotto in italiano: “Capo o Testa della drogheria” un mix degli ingredienti più ricchi e preziosi che si possono trovare nelle tipiche e variopinte drogherie dei paesi nordafricani e mediorientali composto di: spezie, piante e fiori, può contenere fino a 50 ingredienti.
Ne esistono moltissime varietà, ogni famiglia ha la sua ricetta che si tramanda da generazioni. A grandi linee possiamo dividerle in base al colore della miscela: Giallo con predominanza di curcuma dal sapore delicato; Rosso con peperoncino / paprika dal sapore più piccante e leggermente pungente che esalta le carni; Bruno dal colore più scuro tra il marrone e il verde (che non sono ancora mia riuscita a trovare in commercio quindi non vi so dire a cosa poterlo abbinare) …..

La Chorba ha mille ingredienti e tante varietà di carne e legumi tra cui scegliere, un piatto che riempie non solo stomaco ma anche il cuore di quei gesti e quel calore che pochi popoli ancora riescono a dare nei piatti. Se non volete seguire la tradizione potete usare la carne che preferite o farla solamente di verdure e legumi per gli amanti della cucina vegetariana, state sicuri che una volta provata sarà difficile dimenticarsi del suo profumo e di quel gusto anche una volta svuotato il piatto.

Nella chorba si può aggiungere la pastina di grano duro, si proprio la pastina quella che si da ai piccoli (ma anche ai grandi) e cuocerla in questa meravigliosa zuppa o potete servirla con del cous cous bianco cotto a vapore o secondo le modalità che preferite.

chorba carne legumi verdure (29)b

Ingredienti per 4 persone

Continua a leggere

Pollo al Forno Affumicato con Patate … un nuovo sapore ad un piatto classico

Il pollo è uno di quegli ingredienti che tengo sempre in casa, fresco o surgelato, non fa differenza. Non ci vado pazza ma è una valida alternativa per i giorni in cui la fantasia scarseggia o il tempo da dedicare alla cucina è poco. Si perché anche se richiede 40 minuti di cottura, non ha necessità di grandi attenzioni, di stare li a girare e rigirare o a controllare che non si bruci, basta giusto una sbirciata ogni tanto tra una faccenda e l’altra.

Ma anche il semplice pollo al forno con patate a lungo andare risulta un po noioso al palato, ecco allora una valida alternativa per preparare un semplicissimo pollo ma con un sapore sfizioso e diverso dal solito. Una bella manciata di spezie, un pizzico di zucchero e qualche erbetta aromatica, che tutti abbiamo in dispensa, e il nostro fantastico pollo al forno affumicato è pronto per essere infornato, io aggiungo una montagna di patate, da noi si mangiano sempre volentieri, ma se preferite potete sostituirle con qualunque altro contorno anche cotto separatamente per ottenere un piatto più leggero.

Noi lo abbiamo apprezzato parecchio e presto lo presenterò nuovamente in tavola per i miei commensali, che si sono innamorati del mix di spezie preparato in questa occasione.

pollo affumicato (36)b

Ingredienti per 4 persone

Continua a leggere

Phad Thai … street food dalla Thailandia

Amo molto la cucina thailandese, anche se è un paese dove non sono mai stata in viaggio ma che mi piacerebbe veramente tanto visitare, per i suoi meravigliosi paesaggi e luoghi, per la sua cultura variopinta e per i suoi favolosi profumo.

Il Phad Thai è un piatto tipico, forse il più tipico, della cucina thay, lo si prepara ai margini delle strade su colorati banchetti con ruote o motorizzati, all’istante: considerato lo street food per eccellenza di questo paese, è un piatto unico che unisce numerosi tipi di proteine animali e vegetali, ne esistono tante varianti ma la più comune e ricca è quella a base di pollo, tofu, gamberi e uova con noodles di riso.

Questa è una ricetta che si prepara velocemente (e anche con un po quello che si ha a disposizione in casa ) e per questo necessità di preparare prima tutti gli ingredienti, in comode scodelline a portata di mano per poi di aggiungerli nell’ordine di cottura. Ecco che in pochi minuti sarete tutti a tavola a gustare il vostro piatto di noodles thailandesi come se vi trovaste per le vie di questo luogo incantato.Phad Thai (17)b

Ingredienti per 4 persone

Continua a leggere

Pollo alla Marocchina con Limone e Cumino

Da quando la mia collezione di spezie si è rimpolpata, ogni giorno è un buon giorno per usarle, gustarle, annusarle… (non sono ancora maniacale ma poco ci manca se continuo cosi).

Domenica scorsa siamo stati alla Fiera dell’Artigianato a Milano e tra i 10.000 espositori presenti abbiamo comprato solo spezie e formaggi, e vi assicuro che non abbiamo preso solo due spezie!

Ogni giorno c’è una ricetta nuova da preparare con le tante spezie della dispensa e da portare in tavola. Il pollo solitamente è una di quelle cose che tengo sempre di scorta in frizzer, non ci vado pazza ma lo mangio, bastano pochi ingredienti per farlo in padella o una teglia da forno con qualche patata per portare in tavola qualcosa che piace a tutti, quando le idee per cena scarseggiano.

Oggi ho voluto osare e preparare un piatto marocchino, sfortunatamente non ho ancora il tajine (non saprei proprio dove metterlo in questa dispensa, ma presto ci sarà anche lui tra le mille caccavelle della cucina) e ho optato per l’uso di ottime padelle dal fondo spesso e dal coperchio ermetico con buchino :).

Questa ricetta è semplicissima e molto profumata soprattutto se amate il gusto fresco del limone o per le giornate estive dove la voglia di accendere il forno per preparare il pollo o cmq stare in cucina è praticamente 0 e il profumo di agrumi è ideale.  Potete servirlo con del taboulè di cous cous o semplicemente del pane arabo tiepido.

pollo marocchino limone e cumino (13)b

Ingredienti per 4 persone
Continua a leggere

Paella Valenciana de Restorante

Qualche giorno fa chiacchierando con un amico è venuto fuori il desiderio di mangiare etnico in special modo una buona paella … pesce o carne che essa fosse stata non avrebbe fatto molta differenza l’importante era che il sapore fosse quello della vera paella… era necessario decidere il giorno per andare a cena fuori, ma perché andare a cena fuori????? Ecco allora che mi sono proposta di prepararla in casa per tutti!

La vera Paella va fatta sulla “paellera” una pentola apposita bassa e larga con due manici, in ferro grezzo o smaltato, è una pentola ideale anche per essere messa in forno;  a Messina ho quella vera che viene direttamente dalla Spagna  (per 3-4 porzioni), ma qui in Oltre Po è già difficile trovare quella autentica di piccole dimensioni inutile parlare di quella per 6-8 persone, non avendone una a disposizione cosi grande negli anni ho affinato la tecnica per l’uso delle padelle in alluminio, so che non è la paellera vera ma molto più semplici da reperire e funzionale per preparare questo delizioso piatto in tutti i suoi passaggi.
Importante: per preparare la paella non usate mai padelle o teglie con rivestimento in teflon, il rivestimento potrebbe staccarsi e finire nel cibo, diventando tossico.

A ciò si aggiunge che da quando mi è stato regalato da mio fratello e mia cognata il ricettario valenciano in lingua valenciana (e si ho dovuto imparare un pò di questa lingua prima di mettermi ai fornelli ma non chiedetemi nulla che non sia diverso dagli ingredienti elencati) mi sono sbizzarrita nella preparazione delle varie paelle una più buona dell’altra… ed ecco oggi che vi preparo la Paella Valenciana de Restorante… un mix tra quella de Marisco (di pesce) e quella Valenciana (di pollo e coniglio) più conosciuta dai turisti e sicuramente la più popolare e gustosa, anche perché molto coreografica una volta servita in tavola.

Paella  (1)b

Ingredienti per 6 persone

Continua a leggere

Cous cous di Pollo e Verdure alla Marocchina

Cous Cous … semola grossa e acqua… sapientemente mescolati insieme per dare mille granelli che insieme alle spezie arrivano a toccare il cuore <3 di chi li mangia!
Cous cous… cibo povero dal sapore ricco, preparato dalla sapienti mani delle donne africane e siciliane di generazione in generazione.

Anche io ho imparato a farlo, molti anni fa,  grazie a donne speciali che lo preparano per tuttaaaaa la famiglia: kg e kg di semola, acqua e sale ed ore ed ore sedute attorno ad un tavolo a chiacchierare mentre le mani ruotano veloci sui piatti smaltati “ncocciando” la semola, mentre altre contemporaneamente puliscono il pesce per preparare la zuppa.

Quando sono in Sicilia lo cucino spesso: all’alba sono già seduta nella mia cucina  tra semola e spezie, con il canto degli uccellini e il silenzio della mattina dove ancora tutti dormono,  ma qui al nord però è tutto un po diverso… la cultura del cous cous non è come a casa mia, la cultura del pesce non è come a casa mia, la cultura mediterranea non è proprio come a casa mia!

“Semolino con un po di spezie che mangiano gli africani” alle volte ho sentito dire alla proposta di preparare una cena Maghrebina (Marocco, Algeria e Tunisia) o siciliana a base di cous cous,  a sentire queste cose però mi viene voglia di mettermi ad urlare! L’Italia è grande e varia ci sono milioni e milioni di ricette più o meno antiche che ogni famiglia si tramanda, possono piacere o meno, ma se non le avete mai provato non parlatene male!

Il cous cous è un piatto tradizionale Mediterraneo con secoli di storia …molti di più di quanto potete immaginare. Che abbraccia culture, che unisce famiglie, che unisce stati e paesi diversi e tanto uguali. Che abbraccia il Mediterraneo da sud a nord rendendolo un luogo comune da amare. Non avete neanche idea di cosa si cela dietro quei granelli di semola e acqua.

Ma alle volte parlare con i mulini a vento ricchi di ignoranza non serve a nulla, è tanto fiato sprecato che potrebbe essere usato per mille altri scopi molto più importanti, cosi posso rispondere: “Pensatela come volete, non sapete cosa vi perdette … io invece lo metto sulla mia tavola e lo condivido con chi ha l’apertura mentale e il cuore per farlo, si perché per mangiare il cous cous ci vuole il cuore.”

Per me il cous cous è famiglia, amici e calore, mettere su in cantiere un intera giornata di lavoro, sporcare tutta la cucina e inebriare un intero palazzo di profumi speciali, (qui non se ne sentono mai, chissà perché? Solo quelli della rosticceria a 10mt dal cancello, tra le altre cose Nordafricana che fa una pizza da asporto buonissima e un kebab spettacolare… , scusate ma quello non è sempre cibo africano??? dove occorre prenotare alle 18 per mangiare alle 21!) per solo due porzioni è triste, lo farei anche ma certo non possiamo mangiarlo per 5 giorni di fila.

Allora intanto mi accontento di fare quello precotto, portando in tavola però una zuppa tradizionale magrebina con tante spezie, pollo e verdure. Prima o poi comprerò anche qui la cous coussiera ed ecco che il rito del cous cous continuerà anche nella mia cucina qui al nord.

cous cous pollo verdure (28)b
Ingredienti per 4 persone

Paella Valenciana con Pollo e Peperoni

Quando cucini la tua prima vera Paella alla Valenciana, ti si apre un mondo davanti agli occhi! Impari un rituale che si tramanda da tempo di generazione in generazione nello stesso modo di come si tramandano le nostre antiche ricette. Cucinare la paella non è difficile, forse un pò lungo, ma il risultato finale ripaga dell’attesa: il profumo che riempie la casa, gli ingredienti colorati che adornano il piatto rende il tutto ancora più esaltante.

Come per ogni ricetta ne esistono tantissime varianti, ricette di famiglia e di ristoranti famosi,  sul web impazzano numerose attenti però: non si è mai vista una paella in Spagna con il riso basmati o con in thai, quindi diffidate dalle imitazioni e dai surrogati (voi non gridereste all’eresia se vedeste i vermicelli di riso cinesi usati per fare il piatto italiano per eccellenza: “spaghetti pomodoro e basilico”???).

Questa ricetta della “Paella de Pollo o de Pollastre”  è sicuramente tra le più semplici che potete trovare su i menu spagnoli/valenciani. Senza lunghi passaggi e con ingredienti freschi della primavera: fagiolini e peperoni in questo periodo invadono con colore e profumo tutte le case.
Rispetto alla “Paella de Marisco o Marinera” con crostacei e molluschi, si sa pollo e verdure sono anche più economici e adatti ad ogni palato; trovo questa ricetta ideale per preparare in casa per una cena diversa dal solito per stupire famiglia e amici.

In questo tempo di crisi andare a cenare fuori in un ristorante etnico/straniero spesso non è una cosa fattibile (Crisi? perché c’è crisi? Ma come i negozi non sono chiusi perché sono tutti in ferie di metà stagione??? Come direbbe qualche politico!!!!) ma non occorre per questo rinunciare alla gioia di assaporare piatti di altri paesi! Se la Paella de Pollo vi ha stregati allora provate anche queste

Paella Pollo e Peperoni (45)b   

Ingredienti per 4 persone

Continua a leggere