Archivi categoria: Pane, Pizza e Focaccia

Pane Integrale Speziato

Buon inizio settimana…

Qui in Oltre Po è un po grigiolino, ma ormai siamo in dirittura di arrivo per la fine dell’inverno e io aspetto speranzosa il ritorno del sole e i colori della primavera. Intanto mi godo il tepore della mia casina e dei buoni sapori delle cose semplici, cucinate con amore come il pane.

So di essere un po ripetitiva postando un altro pane integrale con pasta madre a distanza di cosi poco tempo ma dopo il successo della prima versione (il sapore del pane preparato con le farine molinate a pietra è speciale e ha reso il pane qualcosa di magico, tanto da volerne preparare subito un altro filone) ne ho fatto una variante speziata al Carum carvi meglio conosciuto come cumino dei prati o  carvi, da sopore completamente diverso da quello del cumino classico che si usa nella cucina mediorientale, ma una via di mezzo tra l’anice e il limone… fresco e speziato ma non invadente; se lo conoscete avrete già capito di cosa parlo… altrimenti vi consiglio di fare un salto in un erboristeria ben fornita e comprarne qualche etto, vi innamorerete di questi piccoli semini scuri.

Nel Nord Europa viene usato per aromatizzare il pane di segale e altre pietanze come gli stufati di manzo, in Italia è poco conosciuto ma se non ricordo male è un ingrediente che non può mancare nel pane croccante: Schüttelbrot tipico dell’Alto Adige.

Proprio il ricordo di questo magnifico pane ideale per gli aperitivi,  viene usato per accompagnare i salumi tipici della zona mi ha dato l’idea: il poolish era ormai pronto, dopo la sua notte di maturazione,… non mi restava che pestare i semini nel mortaio di marmo e aggiungerli all’impasto per riempire la casa di questo fantastico aroma.

Pane integrale al cumino (18)b

Ingredienti per 1 filone

Continua a leggere

Pane Integrale con Pasta Madre

Sforniamo un altro pane buono e saporito con tutti il meglio del grano all’interno? Farina integrale non significa dietetica o qualunque altra cosa la pubblicità in TV ci propina, bensì integro e si riferisce alle mille parti del piccolo seme, ricche di nutrienti e fibre…

Il pane scuro, saporito e durevole (anche alcune settimane) come si usava una volta… con il suo profumo inconfondibile di pasta madre e legna da ardere; sfortunatamente non ho in casa la stufa a legna o un forno, ma era giusto per ricordare quel profumo indimenticabile che si trova nei villaggi solitari, lontani dalle città caotiche, un po dislocati in tutta l’Italia dove le stufe e i forni risalgono al secolo scorso e nessuno ha da ridire sulla loro presenza.

Scorte di buona farina in dispensa, meglio ancora se molinata a pietra e di grani italiani (difendiamo la nostra produzione gustando il meglio che essa può darci) e via a rinfrescare al pasta madre. Assaporate in ogni piccolo gesto il profumo che emana fino a diventare pane integrale appena sfornato.

Io ho un amore viscerale per i pani saporiti e scuri, quei pani con la P maiuscola che non diventano gomma dopo 2 ore usciti dal forno, quelli che raramente si trovano in commercio tra i banchi dei supermercati o dai panettieri. L’unica soluzione per gustare un buon pane integrale: bisogna organizzarsi e farlo in casa… magari avessi la possibilità del forno a legna per poter sfornare un vero pane scuro come si faceva una volta… ma anche con il piccolo forno di casa il profumo che emana non ha eguali, e vale metterli al lavoro per sfornarlo.

pane integrale (21)b

Ingredienti per 1 pagnotta

Continua a leggere

Ciabatta con Pasta Madre

Ancora profumo di pane a inebriare casa, dopo la visita al famoso mulino, tutte le settimane sforno qualcosa di diverso, per provare tutti i miei acquistini farinosi e non solo, oggi è il turno delle “ciabatte”, tipico pane italiano, apprezzatissimo sia da tavola per accompagnare i secondi o semplicemente per la succulenta scarpetta, speciale se farcito con i più svariati ingredienti mediterranei.

Crosta croccante, interno morbido e profumato, grandi alveoli,  ricoperto con quel pò di farina che pizzica al naso al primo morso. Per me è un po il pane dei ricordi d’infanzia, quello che mio nonno comprava più spesso alla bottega sotto casa e che mio fratello da piccolo (3 -4 anni), non conoscendone il nome esatto, chiamava “pane con la farina” , già tutto il pane è fatto con la farina, ma lui intendeva il pane che era ricoperto di farina, ricordo le sue piccole dita che lasciavano il segno sulla crosta infarinata.

Questo pane ci ha stregato per il suo profumo, presto lo preparerò nuovamente con la mia pasta madre e con questa buona farina e non mi stancherò mai di ripeterlo per avere un ottimo pane, bisogna avere un ottima farina, non sempre la buona farina è cara come l’oro o di marca super blasonata, alle volte basta trovare il luogo giusto e la farina giusta per ogni cosa.
Intanto auguro un buon lunedì a tutti!!!

ciabattine pasta madre (35)b

Ingredienti per 4 ciabatte

Continua a leggere

Pane di Semola con Pomodori Secchi e Pasta Madre

Amo il pane di semola in qualunque occasione e mi piace molto arricchirlo di sapore con gli ingredienti più disparati. Dopo  essere stata al mulino come vi raccontavo qui la mia foga di pane è andata avanti ed ecco che la mia pasta madre sta dando vita a tante meraviglie della panificazione, ed ecco nascere questo meraviglioso pane; avendo anche a disposizione una buona scorta di pomodori secchi siculi, provenienti direttamente dalle Isole Eolie non potevo non provare questo incontro speciale tra i prodotti del sole e della mia terra.

Ideale da servire a tavola per accompagnare il pranzo o la cena, ma strepitoso da usare per l’aperitivo o spuntino saporito e perché no anche con due fette di salame buono che non guasta o verdure grigliate per gli amici vegetariani. Ne volte assaggiare una fetta anche voi???? Ci vediamo questa sera per un aperitivo rustico al sapore di sole e mare tra le valli dall’Oltre po.

pane e pomodori secchi (18)b 

Ingredienti per 2 filoni
Continua a leggere

La Baguette Francese con Pasta Madre

Qualche settimana fà sono stata a fare shopping a Pavia, a pochi km da qui, ma diversamente da come potete pensare, non sono stata per le vie del centro, tra boutique e grandi marchi, ma in una piccola viuzza vicino al fiume Ticino dove scorre il torrente Virnavola al Mulino Ferrari, un antico mulino ad acqua dei primi dell’800. Come ogni donna che si rispetti lo shopping è un modo per riempire il cuore e l’anima e per una pazza come me anche la panza … andare a fare spesa direttamente dal produttore è una gran soddisfazione. G. dice sempre che è meglio portati in gioielleria che al supermercato… gli costerei meno 🙂 e sarei sempre felice perché li troverei quello che mi piace senza dover litigare con le commesse.

Al mulino ho trovato un disponibile interlocutore che mi ha consigliato e dato tante info necessarie per i miei acquisti, ho finalmente trovato il malto d’orzo in polvere che tanto cercavo (comodissimo) a pochi spiccioli (2.50€/kg), una deliziosa farina per pizza, le farine più note del web (di cui non faccio nomi), legumi in abbondanza, polenta e ancora mille altri pacchettini.

Tra le tante farine ho portato a casa un sacco da 5kg di farina 00 di forza ideale per panettoni, pan brioche, babà e pani bianchi come le tipiche baguette francesi. Cosi G appena saliti in macchina non ha potuto fare a meno di chiedermi… “Mi prepari le baguette con la pasta madre?” Ed eccomi alla ricerca della tecnica perfetta per fare le baguette… Il risultato eccellente… mangiate appena tiepide con la loro fragranza tipica sono favolose… peccato per il mio piccolo forno altrimenti le avrei fatte lunghe mezzo metro in puro stile francese.

So che lo Staffora (il torrente che scorre qui in città) non è la Senna … ma fa un pò di scena….!!! Le baguette sono ideali per accompagnare un delizioso piatto tipico come la Ratatouille! Se vi capita di fare un giro per le vie di Pavia, vi consiglio di fare una capatina al mulino prima che tramonti il sole, per vederlo in movimento e per ammirare le bellezze rurali della zona e far conoscere ai vostri figli il mulino di una volta e quanti tipi diversi di alimenti esso può produrre.
  baguette francesi (14)b

Ingredienti per  5 baguette

Continua a leggere

Pane Naan con Pasta Madre

Rinfrescata la mia pasta madre e controllate le scorte di farine e di altri ingredienti in dispensa, sono pronta ad impastare qualcosa di nuovo, in pochi minuti un pane di origini indiane profumatissimo è li a lievitare ed in poche ore è pronto per essere cotto.

Il pane naan ha origini molto antiche, viene preparato in gran parte del medio oriente sopratutto in India è ideale da servire caldo per accompagnare piatti indiani come i magnifici Korma e Curry o ancora il Dhal, morbida zuppa di lenticchie rosse decorticate speziate… Ne esistono numerose versioni quella classica semplicemente spalmata di burro o di ghee e quelle ripiene più elaborate usate come stuzzichini: Cheese naan con dentro formaggio (anche se non credo proprio che la parola cheese sia di origine indiana),  Keema naan con carne macinata,  Amritsari naan con patate, cipolle e spezie, il Kashmiri naan dolce con ripieno di noccioline e uvetta… e molte altre ancora, tutte deliziose. Ho voluto riprendere la vecchia usanza la pasta madre per preparare l’impasto e aggiungere lo yogurt per renderlo liscio e profumatissimo.

Il pane naan viene cotto in particolari forni di terracotta ma possiamo sopperire alla mancanza di questo antico attrezzo utilizzando il forno o una piastra di ghisa, che lo rende più simile ad roti o ad una pita, mantenendo pero le sue caratteristiche. Io uso il pane naan ripieno con il formaggio anche come antipasto o aperitivo, il suo sapore e la farcitura morbida e cremosa invoglia ad addentarne uno dopo l’altro ancora caldo.

pane naan (53)b
Ingredienti per 4 pani naan

Continua a leggere

Filone Tutto Semola con Pasta Madre

Amo il pane di semola… fà parte della tradizione alimentare della mia terra, quando sono li non ne sento la mancanza perché tutti i fornai lo preparano regolarmente, anche più volte al giorno, anche al supermercato si trova già pronto in grosse pagnotte già tagliate in comode fette pronte all’uso.

Ma qui a Voghera la metà del pane che producono i panettieri è di farina bianca super raffinata dal sapore per i miei gusti un po anonimo, sarà il clima, sarà la lavorazione ma mezz’ora dopo averlo comprato è già gomma piuma ideale per dare da mangiare alle carpe del laghetto, ed ecco che forse il pane per i toast risulta più goloso.

Appena riavuto un forno (fornetto) funzionante, la mia pasta madre bella ciccia e grassottella era li pronta ad allietare i miei pasti e le mie merende (si perché una cosa che adoro è fare merenda con una fetta di pane di semola cosparso di buona crema alla gianduia ma anche una fetta di buon salame di Varzi non la disdegno mica).

Ecco allora la mia ricetta del filone di semola con la “ciciulena” ovvero con i semi di sesamo, come si chiamano simpaticamente nella mia città. Che per me gli conferiscono quel sapore di infanzia, di quando da bambina con le dita piccine e paffutelle raccoglievo i semini che cadevano sulla tovaglia durante il pranzo, lasciando perdere il resto del cibo che era presente nel mio piatto, per me era un gioco, per i miei nonni un po meno…. e ancora oggi a distanza di parecchi anni a fine pasto mi ritrovo a raccattare i semini uno per uno dalla tovaglia, imbambolata come in un gioco.

C’è un pane che vi ricorda l’infanzia? Un gesto che non potrete mai dimenticare nei vostri ricordi di bambini???

filone di semola  (14)b

Ingredienti per un filone da un 1kg circa

Continua a leggere

Panfocaccia al Timo e Pomodorini con Pasta Madre

Finalmente un forno e finalmente un lievitato dopo mesi e mesi di lontananza da impasti, pasta madre e farina, oggi vi propongo un pane sfizioso che poco ha a che vedere con il pane classico da tavola, ma molto adatto da servire per gli aperitivi e come stuzzichino per accompagnare una buona birra rossa e qualche fetta di salame ( se di Varzi o Sant’ Angelo per me è meglio!!!!).

Assomiglia più ad una focaccia che ad un vero pane… ed ecco cosi il suo buffo nome… panfocaccia! Mentre ero in balcone a curate le mie piante mi sono resa conto quanto in questi mesi sono cresciute a dismisura anche senza cure e senza concimi: salvia, rosmarino, timo, basilico, menta e chi più ne ha più ne metta...

Io ho scelto il timo per questo pane sfizioso con il pomodorino di Pachino, ma voi potete usare quella che più vi piace o che avete in casa anche secche come origano o maggiorana. Allora non ci resta che stappare una birra e mettersi sul divano a fare 4 chiacchiere!

pane al timo e pomodoro (74)b

Ingredienti per 2 panfocaccia
Continua a leggere