Home Contorni Finocchietto Selvatico al Sugo tradizione Eoliana

Finocchietto Selvatico al Sugo tradizione Eoliana

Di Laura Soraci
un contorno siciliano il finocchietto selvatico al sugo

Amo i profumi della mia terra, del mio mare e degli ingredienti che la caratterizzano! Con questo piatto voglio portarvi a fare una passeggiata sull’Isola di Salina luogo di origini della ricetta del finocchietto selvatico al sugo.

Il “finocchietto selvatico ha scelto me!” per l’uscita dell’Italia nel piatto di Maggio:

“Erbe spontanee e piante aromatiche “

Vi racconto un po’… il giorno che ho iniziato a pensare alla ricetta per l’uscita e a cosa potervi presentare di veramente tipico, sono andata dal fruttivendolo in paese ed ecco del freschissimo finocchietto selvatico (un ingrediente che dove vivo ora non è molto comune). Non potevo lasciarlo li!

Da qualche anno si è sviluppata una corrente culinaria (anche nelle cucine stellate) nel Nord Europa chiamata:

Foraging o foraggiamento è la ricerca di cibo selvatico.

Un ritorto al passato dei nostri nonni, quando i soldi erano pochi e le famiglie numerose, si andava per boschi, prati, campi incolti e ogni angolo di natura incontaminata alla raccolta delle erbe spontanee, di frutta selvatica, bacche e erbe aromatiche. Con le nuove mode scandinave abbiamo anche: muschi, licheni, cortecce, alghe. Ma ciò non è strettamente legato ad una cucina vegetariana o vegana il foraging include anche: carne, pesci, molluschi e crostacei.

Non pensate sia una cosa poi cosi complicata e fuori dalla vostra vita! Se ci pensate bene quante volte avete fatto una passeggiata durante una scampagnata e vi siete riempiti le mani di: more, mirtilli, fragoline di bosco e ancora asparagi selvatici, origano e nipitella o le domeniche d’autunno a raccogliere: pigne, funghi e castagne!

Se vi ho incuriosito e volete scoprirne di più potete sfogliare questo interessante volume: “Imparare l’arte del foraging. Conoscere, raccogliere, consumare il cibo selvatico“.

La cucina siciliana di primavera è ricca di piatti a base di questi ingredienti.

Sicuramente il più noto in tutto il mondo è la Pasta con le Sarde alla Palermitana, ma come dimenticarsi del buonissimo Macco di Fave.

il finocchietto selvatico cotto con il sugo per preparare un delizioso contorno

Ingredienti per 4 persone

Per il Finocchietto selvatico al sugo

2 mazzi di barbette di finocchietto selvatico
4 cipolline fresche
400 g pomodorini di Pachino (o 1 lattina di pomodorini in scatola)
4 acciughe salate
sale marino iodato
peperoncino rosso fresco o secco (facoltativo)
olio evo

Tempo di preparazione 40 minuti

un contorno speciale il finocchietto selvatico al sugo

Preparare il Finocchietto selvatico al sugo

Lavate in acqua fredda il finocchietto selvatico, rimuovete la parte terminate del gambo se troppo coriacea. Lavate i pomodorini di Pachino e teneteli da parte.

Portate a bollore in una pentola capiente acqua sufficiente per la cottura. Salate e cuocete il finocchietto selvatico per il tempo necessario a renderlo tenero. Scolatelo e strizzatelo cosi da rimuovere l’acqua in eccesso.

Intanto pulite i cipollotti e tritateli finemente. Lavate le alici sotto sale con l’acqua corrente per rimuovere il sale e le lische e tamponateli con carta da cucina.

Versate in un tegame capiente olio sufficiente e rosolate i cipollotti. Aggiungete ora i pomodorini di Pachino tagliati in due e privati dei semi, fate cuocere il sugo per circa 10 minuti. Trascorso il tempo aggiungete le alici, se lo gradite il peperoncino e dopo qualche minuto il finocchietto selvatico. Controllate di sale se necessario e lasciate cuocere a fiamma bassa per circa 10 minuti.

Servite Finocchietto selvatico al sugo caldo o tiepido come contorno.

Consigli per il Finocchietto selvatico al sugo

Con il Finocchietto selvatico al sugo potete preparare delle deliziose bruschette o se può essere impiegato per preparare un primo piatto unico. Prediligete un formato di pasta corto e completate il piatto aggiungendo mollica di pane fritta e ricotta infornata siciliana.

Prediligete sempre finocchietto selvatico freschissimo altrimenti il suo sapore e profumo sarà poco percettibile.

Preparate Finocchietto selvatico al sugo in anticipo e lasciatelo riposare prima di servirlo.

L'Italia nel piatto - sicilia

Scopri le altre ricette regionali andando a visitare:

Valle d’Aosta: Erbe e piante aromatiche e il Pancotto alla salvia
Piemonte: Rabaton alessandrini con erbe spontanee e aromatiche
Liguria: Aggiadda (agliata)
Lombardia: Risotto alle ortiche e Raspadura
Trentino-Alto Adige: Strangolapreti alle ortiche
Veneto: Pide turca con le rosole
Friuli-Venezia Giulia:
Emilia-Romagna: Pasta fresca all’erba cipollina e limone
Toscana: Salsa verde
Marche: Gnocchi di erbe spontanee delle Marche
Umbria: Fojata – La torta salata umbra con erbe spontanee
Lazio: Linguine al pesto di mentuccia
Abruzzo: Pollo alla cacciatora con erbe aromatiche
Molise: Le Cicerchie all’origano
Campania: La frittata di viticelle o vitaglie
Puglia: Taralli pugliesi al rosmarino
Basilicata: Focaccia dolce all’origano
Calabria: Cuzzupi cu l’ananzu, il prezioso anice nero della Sila
Sicilia: Finocchietto Selvatico al Sugo
Sardegna: Filetto di maiale su seada al pecorino con susine caramellate al mirto e miele di macchia mediterranea

Italia nel piatto: https://www.facebook.com/LItaliaNelPiatto/

Seguici su Facebook o su Instagram: @italianelpiatto. 
Inoltre prova anche tu a realizzare una ricetta inerente al tema del mese, pubblica una foto sul tuo account IG utilizzando #italianelpiatto_community e tagga @italianelpiatto. Naturalmente la ripubblicheremo con piacere e sarai anche tu protagonista!

Ti potrebbero piacere anche...

8 commenti

sabrina 2 Maggio 2021 - 18:16

Mi piacciono moltissimo le verdure spadellate con pomodorini e acciughe, ma di finocchietto selvatico non ho mai provato, e immagino sia davvero delizioso!

Rispondi
Natalia Piciocchi 2 Maggio 2021 - 19:10

Una ricetta che incontra tantissimo i miei gusti, il finocchietto poi è buonissimo e il suo sapore inconfondibile rende ogni pientanza invitante e unica

Rispondi
Manu 3 Maggio 2021 - 09:19

Il finocchietto selvatico è delizioso e lo amo particolarmente nella pasta con le sarde di cui cerco sempre di fare una ricetta più vicina possibile a quella siciliana.
Non ho mai pensato di cucinarlo così, se quest’anno con il freddo che ha fatto si è salvata una piantina la proverò sicuramente
Grazie Manu

Rispondi
CLAUDIA 3 Maggio 2021 - 12:20

Buonissime le verdurine con il pomodoretto.. ammetto di fare così solo cicoria e bieta! Il finocchietto selvatico però deve essere pazzesco! un bacio e buona settimana :-*

Rispondi
Mary Vischetti 5 Maggio 2021 - 18:19

Adoro le erbe spontanee ripassate in padella con il pomodoro. Devo assolutamente provare anche col finocchietto selvatico! Bellissima proposta Laura!
Un abbraccio grande,
Mary

Rispondi
Marina 7 Maggio 2021 - 06:51

Molto interessante tutto quello che scrivi. Da piccola mi ricordo che d’estate raccoglievamo quantità enormi di finocchietto selvatico, quanto mi piaceva! Mia madre ci condiva pollo e patate e dal forno veniva un profumino fantastico. Ora è molto difficile da trovare in città e quel profumo così intenso e fresco non l’ho più sentito! Poi non sapevo proprio della possibilità di cucinarlo in questo modo, che bella ricetta! La cucina siciliana riesce sempre a sorprendermi! Un abbraccio

Rispondi
Erbe e piante aromatiche e il Pancotto alla salvia - Delizie & Confidenze 8 Maggio 2021 - 21:26

[…] dolce all’origano Calabria: Cuzzupi cu l’ananzu, il prezioso anice nero della Sila Sicilia: Finocchietto Selvatico al Sugo Sardegna: Filetto di maiale su seada al pecorino con susine caramellate al mirto e miele di macchia […]

Rispondi
Elena 9 Maggio 2021 - 21:06

Non conoscevo il foraging, effettivamente prima si usava andare per campi a raccogliere erbe e funghi,. Ora si è persa l’abitudine sia perchè ora non si conoscono più sia per l’inquinamento atmosferico e tutti i pesticidi che vengono sparsi senza criterio. Soprattutto quest’ultima pratica mi fa perdere la voglia di provare a ricercare queste meraviglie selvatiche. Il tuo piatto invece deve essere favoloso, il profumo mi sembra di sentirlo fino qui! un abbraccio!

Rispondi

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.