Home Sicilia Zuppa di Spaghetti rotti e Cavolfiore

Zuppa di Spaghetti rotti e Cavolfiore

Di piccolalayla

Non gridate all’eresia… vi prego!!!! In Sicilia lo spaghetto rotto sta come in Campania la pasta mista… vengono entrambi utilizzati per preparare succulenti piatti di pasta della tradizione con le verdure invernali, si quelle cotte in brodo saporite e cremose che coccolano e fanno tanto bene. So che entrare nella concezione alimentare di un altra regione è un pò difficile ma  da noi questo genere di alimentazione è molto diffusa come del resto in tutto il sud Italia…  E quando dico spaghetto rotto a qualcuno gli si accapponare la pelle e rizzare il pelo 😉 ma qui non sarò la prima e manco l’ultima…per me non c’è sera invernale senza qual cosa di caldo e coccoloso… come un cremoso piatto di pasta in zuppa!

Ingredienti per 4 persone

1 cavolfiore piccolo
200g di spaghetti (o pasta piccola a vostro piacimento)
1CC di brotec st sa tec al (o dado vegetale fatto in casa)
pistilli di zafferano (o in polvere)
prezzemolo fresco
pepe nero macinato tec al
sale marino iodato fine
olio evo

Mettete gli spaghetti in un canovaccio pulito e piano piano rompeteli fino ad ottenere bastoncini di 2-3cm.

Lavate il cavolfiore tagliate il torsolo in piccoli pezzi e lasciate le cimette intere ma non troppo grandi.
Versate il tutto in una capiente pentola e portate a bollore finchè il tutto non sarà cotto. Se l’acqua di bollitura vi sembra troppa prelevatene una parte tenendola in caldo per eventuali aggiunte.

Schiacciate con un cucchiaio di legno o se preferite velocemente con il frullatore ad immersione parte del cavolfiore. Aggiungete il brotec o il sale riportate a bollore e aggiungete a questo punto la pasta rotta. Cuocete per il tempo necessario senza coperchio cosi la zuppa andrà stringendosi e a metà cottura aggiungete lo zafferano sciolto in due cucchiai di acqua di cottura calda. Al termine salate e pepate, profumate con prezzemolo e olio evo a crudo e coprite lasciando riposare il tutto per 5 min. Servite in tavola calda

Cucina regionale

Sicilia

Ti potrebbero piacere anche...

4 commenti

Roberta 28 Novembre 2012 - 13:48

Forse perchè la Sicilia per me ha sempre rappresentato la più bella delle semplicità o forse perchè il tuo blog nel suo essere semplice sa essere bellissimo, ti ho dedicato un premio dedicato alla semplicità con tanto piacere, ti aspetto, lo trovi nel mio ultimo post. A presto 🙂

Rispondi
piccolalayla 28 Novembre 2012 - 14:33

Roberta Grazie mille!!! Passo subito a ritirlarlo!!!!! a presto LA

Rispondi
manuela e silvia 29 Novembre 2012 - 17:57

Ciao! una preparazione decisamente particolare, ma che ci piacerebbe proprio assaggiare!
un bacione

Rispondi
piccolalayla 29 Novembre 2012 - 19:42

Dalle nostre parti è invece una ricetta semplice della vita contadina…. Bacini Bellezze

Rispondi

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.