Archivi tag: Basilico

Zuppa di Farro e Verdure con Erbe di Provenza

Zuppa di Farro e Verdure con Erbe di Provenza Anche se il calendario segna il 10 maggio il cielo è grigio e continua a piovere, sembra di essere tornati in pieno novembre, un po per tutto il nord Italia è cosi. Ok, che non abbiamo avuto inverno, non ha piovuto, ma ora che dovrebbe esserci bello, compare invece questo tempo. Speriamo che nei prossimi giorni il sole si faccia vedere nuovamente per ricordarci in che mese siamo, con il sole è sparito con lui anche quel caldo tepore che fino a domenica ci faceva stare volentieri in maniche corte, cosi ecco comparire nuovamente la mia felpa e le ciabattine chiuse, non ne posso più, è la terza volta che li lavo e metto via, riuscirò a toglierli dai piedi per i prossimi 3 mesi questi vestiti?????

Svegliandomi e guardando fuori dalla finestra, il menu si è deciso da solo, con fuori questa temperatura cosa volete mettere in tavola? Io vado di zuppa di farro con tante verdure di stagione: zucchine, carote, patate, se avessi avuto qualche pisello/ fava o fagiolino li avrei messi volentieri. Ma ci vuole un po di profumo, tanto profumo per rendere speciale questa zuppa, ci vogliono tante erbe aromatiche: salvia, rosmarino, timo, maggiorana, alloro… scegliete quella che più amate tra queste o se come me non sapete scegliere potete preparare un bel mazzetto provenzale se le avete fresche, altrimenti un mix secco alle erbe di Provenza.

erbe provenzali (20)bIo ne tengo sempre un po di scorta in dispensa, preparare questo mix è semplicissimo basta un mortaio  o un trita spezie e le nostre erbe aromatiche. Per farlo dovrete raccoglierle sul vostro orto/balcone  le erbette (se vi manca qualche guardate al supermercato, nel banco frigo si trovano confezionate fresche o potete andare in erboristeria per avere direttamente quelle secche), lasciarle seccare per qualche settimana avvolte in sacchetti di carta, come quelli per il pane, e poi triturarli per ottenere il nostro mix dal profumo tutto francese. Una volta pronto versatelo in una boccia di vetro con un coperchio ermetico, una bella etichetta ed ecco che è pronto per ogni occasione. Se invece preferite un mix fresco, legate tra loro con lo spago da cucina o all’interno di una garza le erbe fresche. Capisco che non sempre si ha la possibilità di avere le piantine in balcone e sopratutto il tempo per accudirle, se volete provare questo mix potete cercarlo nelle drogherie che vendono prodotti esteri o organizzare un viaggio in Provenza per l’estate.

Il mix di erbe di Provenza si può usare su tantissimi piatti di carne o di pesce, per aromatizzare i lievitati: grissini, pizze e focacce, per arricchire del formaggio cremoso o fresco tipo la ricotta fatta in casa, ma da il meglio di se sui pomodori gratinati, sulle verdure estive e per preparare la Ratatouille, un tipico piatto francese diventato famoso grazie al topolino Rémy, proprio lui quello del cartone animato.

Sono stata in Provenza quando ero più piccola e me ne sono innamorata: i colori e i profumi, della macchia mediterranea, rendono questa regione del sud est della Francia un piccolo angolo di paradiso, quando fiorisce la lavanda e le erbe aromatiche sono rigogliose diventa un luogo incantato. Anche se io vengono da un posto bellissimo come la Sicilia, farsi stregare dalla Provenza è un attimo e ogni occasione è buona per tornare a visitarla.

Il cibo fresco e profumato, arricchito dall’olio d’oliva e dalla erbe aromatiche, si avvicina più alla cucina mediterranea che al resto del cibo francese, io lo trovo favoloso e non vedo l’ora di addentare nuovamente un pezzo di Pissaladière: una torta salata – focaccia con cipolle stufate, olive nere e alici.zuppa di farro e verdure (39)b1

Ingredienti per 2 persone

Continua a leggere

Spaghetti alla Chitarra con Sugo all'Eoliana

Spaghetti alla Chitarra con Sugo all’Eoliana

Spaghetti alla Chitarra con Sugo all’Eoliana E’ maggio!

Anche se il colore del cielo, non è propriamente quello che ci si aspetta da questo mese. Sfiga vuole che tutto il WE appena trascorso è stato brutto, qui ha anche piovuto parecchio, per la gioia dei contadini, ma non per la nostra.

Il WE sono gli unici giorni che abbiamo per fare un po quello che vogliamo, come tutti gli italiani sono i giorni più attesi per allontanarsi dallo stress e dal tram tram di una settimana, speravamo di riuscire, nonostante tutto, a fare una passeggiata: tirare fuori le scarpe da trekking o se proprio le previsioni avessero ciccato come l’ultima volta, le infradito e il telo da mare per andare a prendere un po di sole… e invece niente: bloccati a casa.

Dopo aver messo in ordine, per la milionesima volta, raccolto e piegato il bucato e via dicendo. Che faccio? E’ ancora presto per mettersi a tavola (almeno la domenica mangiamo ad un orario da persone normali e non come i vecchi alle 12.10), ecco la lampadina che si accende: “Potrei preparare un po di pasta fresca, almeno impegno un altra ora!”, la domanda che sorge dopo è “Con cosa la condiamo…?” Facciamo che sia realmente il 1 maggio, anche climaticamente, e prepariamo qualcosa che profuma di primavera, di estate, di mare, di sole, di caldo e di vacanze. Tutto ciò per me corrisponde al profumo del Pomodoro di Pachino e a quello del basilico fresco appena raccolto, al sole della mia isola, al profumo dei capperi delle isole Eolie e allora non resta che mettere in tavola gli Spaghetti alla Chitarra con Sugo all’Eoliana.

Ingredienti semplice, freschi e profumati. Uno di quei sughi che si preparano tornando dal mare o per le spaghettate estive con gli amici, che tutti mangiano volentieri; 10 minuti e la casa profuma di tutto quello che questo 1 giorno di maggio non ci ha dato, ma che noi ci siamo creati da soli.

Io ho scelto di preparare gli spaghetti alla chitarra: uno spaghetto dalla sezione quadrata, conosciuti anche con il nome di troccoli, umbricelli o tonnarelli, tutti identificano lo stesso formato di pasta, tipico del centro Italia. Si possono preparare con semplice semola e acqua o nella versione più ricca con le uova fresche.

Amo il loro rustico sapore e come si abbracciano con i sughi a base di pomodoro, ma capisco che non è semplice reperire la chitarra di legno (una doppia tavoletta di legno su cui sono montate le corde di una chitarra, usate per tagliare le sfoglie di pasta per ottenere questo particolare spaghetto) in commercio, io ho optato per acquistare la trafila da montare sulla mia macchina sfogliatrice (Atlas 150 Marcato). Se non avete nessuno dei due attrezzi, potete comunque scegliere di preparare altri formati di pasta fresca, io vi consiglio di rimanere sempre su paste rustiche e corpose che assorbono bene il sugo, come le busiate trapanesi o i maccheroni, altrimenti possiamo acquistarla già pronta all’uso al pastificio o al supermercato.

Non mi resta che augurarvi un ottimo inizio settimana e un caloroso Maggio, si spera con questo piatto di Spaghetti alla Chitarra con Sugo all’Eoliana!Spaghetti alla Chitarra con Sugo all'Eoliana

Ingredienti per 4 persone

Continua a leggere

Polpette di Melanzane al Forno

Polpette di Melanzane al Forno

Polpette di Melanzane al Forno Credo di essere stata svezzata a polpette di melanzane!!!! A casa mia dei miei, in SIcilia, le polpette di melanzane si preparano cosi spesso che alle volte alla parola: polpette/frittelle, non si pensa a quelle di macinato di manzo, ma direttamente a quelle di melanzane, sopratutto in questo periodo quando compaiono le prime foglie di basilico e le prime melanzane sode e saporite.

In casa ne siamo tutti ghiotti e le polpette di melanzana di mia madre sono imbattibili!!!
Vi posso assicurare che ho provato milioni e milioni di volte a farle anche io, con la sua stessa ricetta, con i suoi stessi ingredienti, accanto a lei, seguendo le sue direttive per filo e per segno ma aimè non mi vengono come vengono fuori a lei, non so cosa sia ma il suo tocco con le melanzane è infallibile.

G. non ci credeva, tutte le volte che dicevo “Buone, ma non sono come quelle di mai madre!” lui aggiungeva “Ma non è vero, sono buonissime…!” ma dopo aver assaggiato quelle dalla suocera in terra sicula, ora anche lui dice tutte le volte che le preparo: “Buone, ma non sono come quelle di tua mamma!

Quelle di mia madre sono inconfondibili: per forma, colore, consistenza, sapore e il profumo che si espande per casa… e sono rigorosamente fritte! Non ditele le facciamo al forno che ti guarda con gli occhi del demonio: sacrileggiooooooooooo!!!! Le polpette di melanzane al forno? Le polpette di melanzane sono fritteeeeee! Dopo uno svariato numero di tentativi non vi dico che mi sono arresa ma quasi… quindi quando sono in Sicilia mi accontento di mangiare sempre: polpette fritte, anche due volte in una settimana (per i resto a casa dei miei non si frigge quasi nient’altro)!

Cosi ora, a casa mia, che di fritture non ne mangiamo mai tranne quando scoppia quell’irrefrenabile voglia di “patatina fritta” ( rigorosamente patate fresche tagliate in formato rustico, spesse, corpose che sanno di patata vera) o di “arancino“, cucino quasi tutto quello che va fritto, nel forno e per questo sono alla ricerca delle polpette di melanzane al forno perfette…. e posso dire che siamo sulla buona strada anzi ottima, poi se tra qualche settimana compare qualche altra ricetta in ballo vi faccio una postilla a seguire! Tanto le polpette di melanzane al forno si mangiano sempre volentieri e a G. non dispiace sperimentare!

Il le proporrei sia come secondo piatto vegetariano che come antipastino sfizioso o ancora come aperitivo corposo: fate un po voi… sono ottime in ogni caso e in ogni occasione (regolatevi solo con le dimensioni)! Se le presentate come secondo non dimenticatevi di metterci accanto un po di fresca insalata mista (meglio se del mio balcone) o dei pomodorini di Pachino, per il companatico… ma rigorosamente pane di grano duro siciliano, se con pasta madre meglio ancora.

E con questa ricettina sfiziosa delle Polpette di Melanzane al Forno, possiamo metterci a tavola e posso augurarvi un buon WE.

polpette di melanzane (27)b

Ingredienti per 4 persone

Continua a leggere

Polpette di Miglio e Zucchine

Polpette di Miglio e Zucchine Veg…ane!

Io ho una vera e propria passione per le polpette, come avete visto su questo blog ne compaio di tutti i tipi e con tantissimi ingredienti: carne, pesce, verdure, cereali e altro… da qualche tempo anche vegane come queste Polpette di Miglio e Zucchine; è bello sperimentare sempre cose nuove, sopratutto ora che arrivano i primi caldi, eliminare dalla dieta le cose che si digeriscono con difficoltà è un vantaggio per la salute, ma non per questo dobbiamo dimenticarci delle cose sfiziose da mangiare.

Non sono vegana, ma no amo la carne da dire ne ho un bisogno impellente, questo invece mi capita con il pesce e con le verdure. Durante questo periodo che l’orto inizia a dare i suoi frutti poi il quantitativo di verdure abbonda e arrivati ad un certo punto non sai più cosa inventarti per non farle uscire dagli occhi prima di settembre.

Io ho usato le zucchine, ma nulla ci vieta di farle con altre verdure o con i legumi. La scelta degli ingredienti e delle erbe aromatiche diventa soggettiva: dalla stagione, dalla dispensa e sopratutto dai vostri gusti.

Se non dite che le polpette alle zucchine sono vegane tutti le mangiano più volentieri, non so se è la parola vegano che spaventa le fauci dei miei mangiatori o se si innescano momenti di turba infantile sulle verdure, la carenza di latticini e proteine animali (poi chi ha detto che queste cose devono essere mangiate tutti i giorni)… se le trovano in tavola già belle e pronte ci si fiondano senza fiatare…altrimenti ti guardano e iniziano a fare mille domande…. e si la parola vegano in casa mia spaventa un pò!

Potete servire queste polpettine come secondo accompagnata da una fresca insalata mista o di pomodori di Pachino o come stuzzichino per gli aperitivo (vi consiglio però di farle piccoline, dimensione di un olivetta ascolana per intenderci) ottime appena sfornate ma stuzzicanti a temperatura ambiente. Io sicuramente le porterò anche come stuzzichino al mare, leggere, senza grassi ideali anche per le diete….

polpette miglio e zucchine (5)b

Ingredienti per 4 persone

Continua a leggere

Tacconelli al Basilico per la Zuppa di Borlotti

Avete mai mangiato questa pasta? Per chi non li conoscesse i “tacconelli” sono un tipico formato di pasta tradizionale abruzzese: piccole losanghe di pasta di semola o all’uovo che vendono usate nelle zuppe di legumi ma anche servite con sughi a base di pesce (che scoperta paradisiaca).

Fino a qualche anno fa non sapevo neanche cosa fossero questi piccoli rombi, fin ché i miei li portarono da un loro viaggio in questa bellissima terra ed ecco che nacque un amore tra me, la pasta e i legumi!!!Posso sentire le mie papille gustative, mentre vi scrivo, che si arricciano ripensando al loro magico sapore, cucchiaiata dopo cucchiaiata!

I tacconelli che vi preparo oggi sono un pò speciali sempre seguendo la tradizione ma con un tocco in più, aromatici… chiamiamoli così: con piccole foglie di basilico nano a palla: una pianta che a guardala sembra più ornamentale che aromatica ed utilizzabile in cucina, con il suo aroma delicato e persistente…

Ho trovato raramente questo basilico nei negozi della mia zona e nei vivai, quando ne ho avuto l’occasione ho comprato direttamente i semini per piantarli in primavera nei miei vasi in balcone… Il basilico nano non ha bisogno di cure particolari, rimane bassa e piccola nel vaso o sulle balconiere ma cresce molto in fretta.

A fine estate il mio frizzer è pieno di bustine profumate di queste meravigliose foglioline da poter usare per tutto il resto della stagione. Solitamente amo aromatizzare la pasta e fagioli con il basilico o con il pesto, ma questa volta mi sono detta perché il profumo non metterlo già nella pasta? Ed ecco che nascono in pochi minuti i miei tacconelli al basilico nano….

Volete un assaggio?

tacconelli al basilico (15)b

Ingredienti per 4 persone

Continua a leggere

Polpettine di Melanzane al Sugo di Pomodoro con Busiate Trapanesi

Ormai le ultime melanzane dal fruttivendolo e non posso non preparare una deliziosa ricetta delle polpette di melanzane, qui in Oltre Po, per riempire la casa del profumo della mia terra e portare il sole della Sicilia anche qui dove si è dimenticato di passare a trovarmi.

Anche se sono un amante delle ricette tradizionali della mia cucina, alle volte risultano un po pesanti e quando posso tento di snellirle (a no quelli sono i miei fianchi) evitando le ripetute e corpulente fritture, cosi ho scelto di eliminare questa cottura e di preparare un sughetto leggero per rendere ancora più golose queste deliziose polpettine, già saporite di per se.

Per sentirmi ancora più a casa, nel mio piatto non può mancare una buona pasta di semola ecco allora che in pochi minuti e con un po di manualità, un tipico formato di pasta siciliana: le “Busiate trapanesi” è pronto per essere tuffato in pentola. Questa pasta è fatta con grano duro siciliano e acqua tiepida, si realizza usando il ferro da calza o un semplice spiedino da cucina, molto simile ad un maccherone allungato… nasce per accompagnare il “Pesto Trapanese” ma si sposa bene con mille pesti, sughi e sughetti. Vi consiglio di provarne qualcuno…. non resta che mettersi a tavola!!

polpette di melanzane al sugo (20)b

Ingredienti per 4 persone

Continua a leggere

Spaghetti al Pesto Genovese con Pomodori e Feta Greca

Ormai siamo agli ultimi giorni, prima dell’arrivo dell’autunno, è tempo di preparare le conserve per l’inverno, se non lo avete già fatto. Una di quelle che ogni anno faccio per la mia dispensa/frizer è il pesto genovese nella versione più classica con i pinoli e aglio quanto basta a sentirne il profumo (non ho problemi di vampiri nei dintorni da tener lontani) con il basilico delle mie piantine, allevate amorevolmente sul balcone. Quando lo preparo però mi piace anche consumarlo fresco appena pestato, proprio quando la cucina è inebriata del suo magico profumo quindi mentre il frullatore va la pentola con l’acqua per cuocere la pasta è già sul fuoco.

Ed ecco una versione per renderlo ancora più saporito e goloso, invitante e colorato… aggiungendo pomodori e feta greca sbriciolata… pochi ingredienti per esaltare il sapore fresco e il profumo del basilico appena raccolto.

Se amate il pesto in tante versioni o con tanti accostamenti qui potete trovare qualche idea golosa per i vostri pranzi / cene di fine estate.pesto e feta (19)b

Ingredienti per 4 persone

Continua a leggere

Spaghetti con Pesto alle Olive e Limone

In estate i sapori freschi sono sempre i più graditi, il pesto è sicuramente tra le scelte più ricorrenti, ma ormai siete stufi, come me, della pasta al pesto classica anche nelle sue mille varianti con zucchine, patate o fagiolini, Volete qualcosa di nuovo da portare in tavola? Ecco la ricetta di un pesto che vi stupirà!Semplice da preparare, come un classico pesto, con un mix fresco e saporito a base di olive e limone.

Questo pesto può essere preparato in anticipo e lasciato in frigo a riposare fino al momento dell’utilizzo, si può conservare per qualche giorno in frigo con un generoso strato d’olio che ne evita il contatto con l’aria, se preparato in abbondanza, potete anche surgelarlo secondo le vostre abitudini, in comode vaschette per tutta la famiglia.

Dopo averlo assaggiato io ne sono rimasta stupita, lo ho trovato un gradevole condimento anche per piccole bruschette e saporiti tramezzini da stuzzicare durante gli aperitivi o gli antipasti ideale da accostare ad una buona birra o ad un fresco bianco italiano.

Per esaltare ancora di più il sapore di questo piatto aggiungiamo ancora qualche pomodoro e qualche oliva snocciolata a dare colore e consistenza per presentare in tavola un piatto veramente goloso. pesto olive limone (15)b

Ingredienti per 4 persone

Continua a leggere