Archivi tag: Spaghetti alla Chitarra

Spaghetti alla Chitarra alle Olive e Origano

Spaghetti alla Chitarra alle Olive e Origano risulterà una ricetta banale da postare, talmente semplice che le spiegazioni sono fin troppo dettagliate per arrivare ad un post completo, cosi veloce da preparare che intanto l’acqua arriva a bollore e la pasta cuoce. La preparo sempre soprattutto in estate, la preparo in campeggio e in barca, la mangio sempre con piacere, concludendo con una bella scarpetta per raccogliere quel poco di sugo sul fondo del piatto.

Ma per me gli Spaghetti alla Chitarra alle Olive e Origano sono una ricetta dal forte impatto emotivo, uno dei miei confort food: mi fa sentire a casa quando ne sento il profumo e tutta la fatica della giornata si dimentica, uno di quei piatti che ti salvano la cena quando hai ospiti inaspettati, uno di quei piatti che ti salvano la pancia quando in casa c’è ben poco, uno di quei piatti che G. adora e potrebbe mangiarne fino a scoppiare e perfetta per quando sono troppo indaffarata con altro ed è quasi ora di pranzo.

Per rendere la ricetta ancora più sfiziosa ho voluto preparare oltre al sugo anche la pasta: ho scelto qualcosa che adoro gli spaghetti alla chitarra, fatti di sola semola e acqua; una pasta povera per un sugo povero ma che insieme rendono un piatto ricco e speciale

Quando arriva la primavera gli spaghetti alla chitarra prendono posto in casa, ne  preparo in abbondanza e surgelo in porzioni da due, cosi da averli sempre pronti per ogni occasione anche un semplice pesto genovese o un pesto rosso. Per farli in casa dovete munirvi dell’apposito Stampo spaghetti alla chitarra o acquistare una trafila per la vostra macchina sfogliatrice, come nel mio caso (in foto: Atlas 150 Marcato + Trafila Spaghetti alla chitarra).

Spaghetti alla Chitarra alle Olive e Origano

Ingredienti per 4 persone

Continua a leggere

Spaghetti alla Chitarra con Pesto Rosso

Fuori la temperatura è altissima, quasi sahariana e dire che sono ben lontana dal deserto e che il calendario segna SETTEMBRE. Ma qui sulla pianura non esiste la brezza di mare a cui sono abituata sulla mia isola a mitigare la calura e l’afa di fine estate.

Ieri per scappare alle temperatura abnorme siamo andati a fare un giro in montagna, magari tra qualche giorno vi racconto anche questa passeggiata sul bosco nel dettaglio e spero di lasciarvi anche una sorpresa (se mi seguite su instagram saprete di cosa si tratta!!!) ma fin ché non la porto a termine non vi accenno nulla.

Ma per goderci, anche se non troppo piacevoli, questi ultimi giorni d’estate ho messo in tavola un buon pesto questa volta ho abbandonato il classico pesto alla genovese tradizionale per uno rosso, profumato e saporito con tanti ingredienti della mia amata terra. Ideale per accompagnare uno spaghetto alla chitarra fatto in casa dal sapore rustico e dalla consistenza ruvida ma potete scegliere anche una buonissima busiata trapanese con cui si lega benissimo. Scegliete quella che preferite l’importante che sia di buona qualità e con grani di origine italiana: diffidate dalle imitazioni.

Preparare la pasta a mano è una cosa che mi piace tantissimo fare, mi rilassa e ormai sono diventata abbastanza veloce da prepararla senza neanche perderci tanto tempo, ma che alla fine cambia completamente il sapore di un piatto anche il più semplice che vi sia, come una pasta al pomodoro e basilico.

Mi sono resa conto solo sabato mentre ero dal contadino a far spesa (patate, cipolle, aglio, zucchine, peperoni di Voghera, fagiolini, melone bianco ecc) che non ho un passa-verdure, si uno di quelli classici a manovella per preparare i passati e le conserve, eliminando la parte fibrosa della buccia, un po fastidiosa nel sugo. E dire che a casa di mia madre ve ne sono almeno 3, recuperati dalle varie case delle nonne, mi sa che per l’anno prossimo dovrò porvi rimedio!

Dopo aver annusato il buonissimo pomodoro che aveva il contadino in vendita a cassette specifico per fare il sugo, mi è tornato in mente quando si facevano le bottiglie di pomodoro per me è un salto nel passato, ritornare alla mia infanzia: quando da bambini passavamo le lunghe giornate estive con i nonni, gli zii a lavare, tagliare e invasettare pomodori con la buccia e senza buccia. Il grandissimo pentolone sul fuoco colmo d’acqua che bolliva per ore e ore cosi da sterilizzare le bottiglie per tutta la famiglia, la nostra grande famiglia.

Sicuramente chi è più giovane di me o non viene dal sud, può pensare che ormai le bottiglie di passata e i pomodori pelati si trovano facilmente in tutti i supermercati… si ma non è lo stesso! Mettete il passare due giorni tutti insieme, il condividere dei momenti di famiglia, il preparare qualcosa con le proprie mani: come oggi può essere cucinare un dolce o un piatto di pasta. Tradizioni che per tanti anni sono andate avanti tramandate e ora si sono perse. Quanti ricordi, che portano un po di nostalgia.

Quando si è piccoli questi momenti all’inizio sono solo di gioco, poi dopo lunghe ore la stanchezza inizia a prendere il sopravvento ma bisogna finire e concludere tutte le cassette colme di pomodoro prima che il caldo lo rovini. Ma ora a distanza di anni posso ancora sentire il profumo del pomodoro appena cotto e il sapore nelle pietanze di mia nonna.

Dopo questo tuffo nel passato è il momento di tornare al nostro pesto dal sapore siculo e anche esso carico di ricordi e di sapori della mia terra. Non vi resta che scegliere la pasta che preferite e condirla con il pesto rosso.

pesto rosso  (48)b

Ingredienti per 4 persone

Continua a leggere

Spaghetti alla Chitarra con Sugo all’Eoliana

E’ maggio!

Anche se il colore del cielo, non è propriamente quello che ci si aspetta da questo mese. Sfiga vuole che tutto il WE appena trascorso è stato brutto, qui ha anche piovuto parecchio, per la gioia dei contadini, ma non per la nostra.

Il WE sono gli unici giorni che abbiamo per fare un po quello che vogliamo, come tutti gli italiani sono i giorni più attesi per allontanarsi dallo stress e dal tram tram di una settimana, speravamo di riuscire, nonostante tutto, a fare una passeggiata: tirare fuori le scarpe da trekking o se proprio le previsioni avessero ciccato come l’ultima volta, le infradito e il telo da mare per andare a prendere un po di sole… e invece niente: bloccati a casa.

Dopo aver messo in ordine, per la milionesima volta, raccolto e piegato il bucato e via dicendo. Che faccio? E’ ancora presto per mettersi a tavola (almeno la domenica mangiamo ad un orario da persone normali e non come i vecchi alle 12.10), ecco la lampadina che si accende: “Potrei preparare un po di pasta fresca, almeno impegno un altra ora!”, la domanda che sorge dopo è “Con cosa la condiamo…?” Facciamo che sia realmente il 1 maggio, anche climaticamente, e prepariamo qualcosa che profuma di primavera, di estate, di mare, di sole, di caldo e di vacanze. Tutto ciò per me corrisponde al profumo del Pomodoro di Pachino e a quello del basilico fresco appena raccolto, al sole della mia isola, al profumo dei capperi delle isole Eolie e allora non resta che mettere in tavola il sugo all’eoliana.

Ingredienti semplice, freschi e profumati. Uno di quei sughi che si preparano tornando dal mare o per le spaghettate estive con gli amici, che tutti mangiano volentieri; 10 minuti e la casa profuma di tutto quello che questo 1 giorno di maggio non ci ha dato, ma che noi ci siamo creati da soli.

Io ho scelto di preparare gli spaghetti alla chitarra: uno spaghetto dalla sezione quadrata, conosciuti anche con il nome di troccoli, umbricelli o tonnarelli, tutti identificano lo stesso formato di pasta, tipico del centro Italia. Si possono preparare con semplice semola e acqua o nella versione più ricca con le uova fresche.

Amo il loro rustico sapore e come si abbracciano con i sughi a base di pomodoro, ma capisco che non è semplice reperire la chitarra di legno (una doppia tavoletta di legno su cui sono montate le corde di una chitarra, usate per tagliare le sfoglie di pasta per ottenere questo particolare spaghetto) in commercio, io ho optato per acquistare la trafila da montare sulla mia macchina sfogliatrice (Atlas 150 Marcato). Se non avete nessuno dei due attrezzi, potete comunque scegliere di preparare altri formati di pasta fresca, io vi consiglio di rimanere sempre su paste rustiche e corpose che assorbono bene il sugo, come le busiate trapanesi o i maccheroni, altrimenti possiamo acquistarla già pronta all’uso al pastificio o al supermercato.

Non mi resta che augurarvi un ottimo inizio settimana e un caloroso Maggio, si spera!eoliana (38)b

Ingredienti per 4 persone

Continua a leggere

Spaghetti alla chitarra di Grano Tumminia con Pesto Rosso al Finocchietto

Siamo a fine settembre…il che significa un po più di tempo per mangiare, due volte al giorno, e soprattutto cucinare! Non stupitevi ma gli impegni alle volte sovrastano i bisogni…!!!!
Cosi dato che anche mia madre ha lasciato campo  o meglio cucina libera, per sbrigare delle commissioni, ho avuto tutto il tempo di mettere le mani in pasta nel vero senso della parola… erano giorni che volevo mangiare un buon piatto di Pasta all’uovo fresca: spaghetti alla chitarra, troccoli, pici o busiate qualunque cosa sarebbe andata bene ed ecco in pochi minuti la mia “nonna papera” era già pronta a dare il meglio di se…!

Gli ingredienti sono venuti da se:… farina di grano duro Tumminia, finocchietto, pomodori secchi… un po quello che era rimasto nella mia dispensa in questi mesi di latitanza e il resto non manca mai in casa.

Avevo voglia di assaporare qualcosa che profumasse: della mia terra, del mio mare, che avesse la passione e il sole dentro… e per quanto mi riguarda ci sono riuscita egregiamente.

Pasta tumminia con pesto rosso al finocchietto (46)b
Ingredienti per 5 persone

Continua a leggere

Spaghetti alla Chitarra con Carbonara di Zucchine e Pinoli

Non sono una grande consumatrice di uova… soprattutto a crudo, ma se c’è un piatto dove mi piace mangiarle è proprio la carbonara nella sua versione più tradizionale con: pancetta tesa e tanto pepe nero appena macinato, che fà pizzicare il naso … però è bello divertirsi in cucina e allora perchè non provare qualcosa di diverso… ed ecco che nasce questa versione vegetariana ma: golosa, saporita e ricca che mette d’accordo un pò tutti…

A cui si aggiunge una magnifica pasta fresca arrivata, giusto in tempo per l’ora di pranzo, direttamente dal pastificio Maffei a cui non posso che dire un caloroso e commosso grazie… serietà e cortesia distinguono questa ditta da molte altre, i loro prodotti di alta qualità ne fanno una garanzia per il piacere del nostro palato.

Ingredienti per 2-3 persone

Continua a leggere

Spaghetti alla Chitarra con Puttanesca di Pesce Spada

In questo periodo mi sto rifacendo di tutta l’estate lontana dai fornelli … per me divoratrice di pasta … cucinare un buon piatto di pasta partendo da uova e farina sicuramente è il top… non occorre che il sugo sia elaborato, ma fare la pasta in casa con la mia impastatrice e con la mia adorata Atlas 150 Marcato non ha prezzo… e cosi nell’ultima settimana ho deciso di comprare altre due trafile: Lasagnette e Spaghetti alla Chitarra … Il postino ha consegnato il bel pacchetto non vi dico i salti di gioia quando ha citofonato. Voglio proporvi proprio una ricetta con gli spaghetti alla chitarra home made, non avendoli mai preparati in casa ho fatto un rapido giro su internet per cercare lo spessore giusto e cosa che ignoravo vivamente che questa pasta in Italia prendere mille nomi (mille no… ma almeno 3 o 4): Spaghetti alla chitarra nel Lazio, Troccoli in Puglia e Tonnarelli in Abruzzo. Ecco che l’impastatrice è già in funzione, al momento di decidere la quantità una vocina mi disse: “Ma non è troppa per noi???” … la risposta è stata: “Stai sicuro che non ne resta!!!…” il risultato… una vera bontà, giudicate voi stessi (qui ci sarebbe stata una foto di piatti e pentole sporche, ma questa ve la risparmio)!

Ingredienti per 4-5 persone

Continua a leggere

Spaghetti alla Chitarra con Pesto di Mandorle

Lunedi…. un triste lunedi!!!
Il WE non è stato per niente bello per gran parte dell’Italia, a causa di avvenimenti che tutti avrete avuto modo di apprendere… contro la natura non si può far nulla, ma ad essa si aggiunge anche lo sgomento per la mano dell’uomo che si scaglia contro dei ragazzi indifesi…. a questa tristezza si accompagna un maltempo fuori stagione che rende tutto ancora più cupo… come la nebbia in un  film horror che non accenna a volgere al termine!!!
Non abbiamo nessun potere, cancellare, modificare o riportare indietro l’orologio… ma il mio pensiero è vicino a voi, che state vivendo momenti di tristezza e paura…Un grande abbraccio virtuale!
Ingredienti per 4 persone

Continua a leggere

Spaghetti alla Chitarra Ricchi alle Melanzane

Primavera dove sei????? Fa nuovamente freddo, si sono accesi i riscaldamenti e occorre andare a riprendere maglioni e stivali per la pioggia… per non parlare del vento gelido… Intanto mi godo i sapori dell’estate con questo bel piattone di pasta dal profumo tutto estivo!!!

Ingredienti per 4 persone

Continua a leggere