Archivi tag: Salse e Intingoli

coniglio-22b

Rotolo di Coniglio con Verdure

Con questa ricetta mi sono stupita di me! Vi racconto un pò….  In 3x anni non ho mai e dico mai cucinato un arrosto in casseruola. Lo confesso non l’ho mai preparato perché sono i piatti di mia madre, sono il suo cavallo di battaglia, tra le altre cose io non li ho mai amati particolarmente ne ho sempre mangiato giusto un pezzettino e ho chiesto di passarmi le patate di contorno o le carote, sapete che io non vado pazza per la carne in genere.

Ora che sono finita nella terra dei brasati, stracotti e arrosti me li ritrovo sempre a tavola in ogni occasione comandata e non ….e continuo la mia tiritera: ne assaggio un pezzetto e poi chiedo di avere le patate e il resto di contorno, non posso farci nulla la carne non fa per me.

G. con il suo lavoro ha la possibilità di conoscere allevatori e contadini locali e ogni tanto riusciamo anche ad acquistare qualche prodotto a km 0, cosi circa 2 mesi fa ha ordinato un coniglio di cui io mi ero anche dimenticata, ed eccolo tornare a casa con questa busta gigante… quando mi ha detto coniglio non pensavo di queste dimensioni “e ora chi se lo mangia? dove lo conservo, già il frizzer non si chiude???? cosa ci cucino????” un milione di cose mi passano per la testa ma intanto il coniglio va prima pulito e tagliato, lavoro x G. che si arma di buona volontà e affila i coltelli (se voi non sapete come fare chidete aiuto al macellaio o al contadino che ve lo vende). Intanto ecco la prima telefonata alla mamma alla ricerca di una ricetta che faceva quando ero piccola il coniglio in agrodolce alla siciliana e un messaggio alla mia amica L. per conoscere la sua versione di questa ricetta. Quando G. ha finito la sua opera mi ritrovo ad avere un enorme scodella piena di pezzi di coniglio, mezzo coniglio disossato e un quantitativo di ossicini con ancora una buona parte di polpa attaccata.

Beee decidiamo il da farsi: i pezzi x il coniglio in agrodolce, gli ossicini x il brodo di coniglio e con la metà disossata? Sicuramente un rotolo/rollè ed ecco che mi torna alla mente un piatto che ho mangiato tanti anni fa buonissimo, ma non ricordo tutti gli ingredienti cosi tiro un po ad indovinare nella speranza di trovare un buon mix.

Un po di formaggio grattugiato, un po di pangrattato e sicuramente della mortadella … una scappata al supermercato a comprare lo spago (meglio ancora se trovate la rete da macellaio) e in azienda agricola a prendere le verdure ed eccoci pronti per preparare il nostro rotolo di coniglio!

Nonostante ho sempre mangiato il coniglio non l’ho mai cucinato cosi fino a questo momento: avevo il terrore di cuocerlo troppo, di farlo troppo secco, che si rompesse in cottura, cmq avete capito che non ero per niente sicura di quello che stavo combinando… ma ormai avevo acquistato tutti gli ingredienti non mi rimaneva che iniziare a preparare il rotolo di coniglio con le verdure.

Per fortuna dopo anni di tecnica di avvolgi braciole messinesi non ho avuto problemi a chiuderlo ma molti di più a legarlo con lo spago (fatevi aiutare da qualcuno se è la prima volta) e ora viene il bello: “Se non entra nel tegame?” per fortuna le dimensioni sembravano calcolate al mm…. mentre lui rosolava io affettavo le verdurine e pochi minuti dopo la casa era invasa da un favoloso profumo.

Vi consiglio di lasciarlo freddare bene, anche in frigo, prima di poterlo affettare altrimenti rischierete che si rompa e di riscaldarlo giusto un attimo per evitare che secchi. Le verdure in umido potete servirle cosi come si trovano o frullarle e servire il rotolo di coniglio con una deliziosa salsina sicuramente più apprezzata dai bambini e accostare delle buonissime patate al forno al rosmarino.

G. ha apprezzato parecchio questa preparazione e allora la prossima volta gli toccherà allenarsi per disossare tutto il coniglio (non solo metà) cosi magari inviterò a cena qualche amico per fargli assaggiare questa meraviglia durante le feste di Natale… intanto noi facciamo il bis (poi dico che ingrasso a vista d’occhio).coniglio-46b

Ingredienti per 4 persone

Continua a leggere

polpettine svedesi  (1)

Köttbullar ovvero le polpettine svedesi…home made

Almeno una volta nella vita avrete visto queste polpettine: in tv o su un famoso catalogo di articoli per la casa :) (non faccio pubblicità  ma sapete benissimo di cosa parlo o di chi parlo …)
Non sono un assidua frequentatrice di questo negozio a causa della distanza… quelle poche volte che ci sono stata: passando per la zona food e per il market mi sono sempre chiesta come si preparassero  quelle invitati palline di carne (si perchè alle polpette …svedesi o no… non si può resistere!!!!)  e sopratutto quella salsina magica che faceva loro di contorno dall’aspetto cosi goloso ma dagli ingredienti per me misteriosi… come sapete non amo i preparati liofilizzati e quindi non mi sono mai spinta nell’acquisto, restando sempre col dubbio…. alle volte la mia etica culinaria fa a pugni con la mia gola e anche con il mondo che mi circonda… (ma questa è un altra storia che forse un giorno vi racconterò..) cosi ogni qual volta sfogliavo il catalogo alla vista di quella foto cosi ben presentata il mio stomaco si faceva sentire come un grillo parlante dicendomi “la colpa è tuaaaa …se per una volta avessi ceduto ai preparati sapresti che sapore ha!”

Un giorno volle che Frederik, amico svedese, mi propose uno scambio di ricette con il suo sito… secondo voi mi sono lasciata sfuggire quest occasione???? Non sia mai… sapete quanto amo la vera cucina italiana e quanto amo la vera cucina dei paesi del mondo…e da oggi troverete anche la sezione Svezia :) senza dover fare ricorso ai preparati e surgelati ;) !!!!!

Grazie Frederik!
per avermi svelato i sapori della Svezia :)

Ingredienti per 4 persone:

Continua a leggere

Melitzanosaláta (salsa di melanzane) (3)

Direttamente dalla Grecia: Melitzanosaláta, Tzatzíki, Skordalia

Ecco la seconda puntata della cena greca…. Le salsineeee per accompagnare carne e insalate… strepitoseeee, semplicissime da preparare e sopratutto super saporite….


Melitzanosaláta (salsa di melanzane)

Melitzanosaláta 

(salsa di melanzane)
1 melanzana
2 spicchi d’aglio
rametti di menta
aceto bianco
sale
olio

Lavare e tagliare a dadini le melanzane senza spellarle, la cottura originale prevede l’ uso del forno, io le ho cotte in padella antiaderente senza nessun grasso girandole spesso. Una volta cotte le ho versate in un contenitore capiente e con la forchetta ho iniziato a schiacciarle fino ad ottenere una purea grossolana a cui ho aggiunto gli altri ingredienti sopraelencati. Lasciata riposare un paio di ore in frigo.

Tzatzíki (salsa al cetriolo e yogurt)

Tzatzíki 

(salsa al cetriolo e yogurt)
1 vasetto di jogurt greco
2 spicchi d’aglio
1 cetriolo
1 rametto di aneto
fili di erba cipollina
succo di limone 
olio evo

In una ciotola abbastanza capiente, con il coperchio, tritare il cetriolo con la grattugia a fori larghi e l’aglio, aggiungere lo jogurt e le spezie e mescolare il tutto insieme regolandovi con sale pepe e succo di limone per la  sapidità e per la consistenza, coprire e lasciare in frigo un paio d’ore prima di servire.

Skordalia (salsa all’aglio)

Skordalia 
(salsa all’aglio)

6 spicchi d’aglio
1 patata piccola bollita
sale
olio evo
aceto bianco
Schiacciare la patata bollita con una forchetta o con l’ apposito attrezzo, aggiungere l’aglio schiacciato e mescolare il tutto insieme, aggiungere sale e gli altri ingredienti fino ad ottenere una consistenza omogenea. Lasciare riposare in frigo per qualche ora.
Cucina Etnica
Grecia
DSCN8586

Baba Ghanouj (Hummus di melanzane)

Insieme al Taboulè Libanese e ai Kofta, per la cena araba con gli amici di “Famigghia” ho preparato un magnifico hummus di melanzane per accompagnare la carne; è stato un vero successo e il sapore grandioso!!!
La ricetta viene direttamente dal blog di Arabafelice (e si da lei vado sul sicuro quando si tratta di cucina Mediorientale…grazie!!!!), ho fatto qualche piccola modifica alla cottura delle melanzane per problemi di tempo, vi assicuro che è da leccarsi i baffi.

Ingredienti per 250ml di hummus di melanzane

 

Continua a leggere