spaghetti_chitarra_olive_origano (13)b2

Spaghetti alla Chitarra alle Olive e Origano

Forse risulterà una ricetta banale da postare, talmente semplice che le spiegazioni sono fin troppo dettagliate per arrivare ad un post completo, cosi veloce da preparare che intanto l’acqua arriva a bollore e la pasta cuoce. La preparo sempre soprattutto in estate, la preparo in campeggio e in barca, la mangio sempre con piacere, concludendo con una bella scarpetta per raccogliere quel poco di sugo sul fondo del piatto.

Ma per me è una ricetta dal forte impatto emotivo, uno dei miei confort food: mi fa sentire a casa quando ne sento il profumo e tutta la fatica della giornata si dimentica, uno di quei piatti che ti salvano la cena quando hai ospiti inaspettati, uno di quei piatti che ti salvano la pancia quando in casa c’è ben poco, uno di quei piatti che G. adora e potrebbe mangiarne fino a scoppiare e perfetta per quando sono troppo indaffarata con altro ed è quasi ora di pranzo.

Per rendere la ricetta ancora più sfiziosa ho voluto preparare oltre al sugo anche la pasta: ho scelto qualcosa che adoro gli spaghetti alla chitarra, fatti di sola semola e acqua; una pasta povera per un sugo povero ma che insieme rendono un piatto ricco e speciale

Quando arriva la primavera gli spaghetti alla chitarra prendono posto in casa, ne  preparo in abbondanza e surgelo in porzioni da due, cosi da averli sempre pronti per ogni occasione anche un semplice pesto genovese o un pesto rosso. Per farli in casa dovete munirvi dell’apposito Stampo spaghetti alla chitarra o acquistare una trafila per la vostra macchina sfogliatrice, come nel mio caso (in foto: Atlas 150 Marcato + Trafila Spaghetti alla chitarra).

spaghetti_chitarra_olive_origano (28)b

Ingredienti per 4 persone

  • Per gli spaghetti alla chitarra

380 g semola rimacinata di grano duro
2 tazzine da caffè di acqua tiepida
sale marino dato fine
1 cucchiaio di olio evo

  • Per il sugo alle olive

25-30 olive verdi grandi snocciolate
2 alici sott’olio (facoltative)
1 latta di pomodorini di Pachino/datterini (o pomodori pelati classici)
1 cucchiaio di concentrato di pomodoro (facoltativo)
1 cucchiaino di origano secco siciliano
1 peperoncino rosso secco
1 spicchio d’aglio italiano
sale marino iodato grosso
pepe nero macinato
olio evo

  • Inoltre

Stampo spaghetti alla chitarra
Trafila per spaghetti alla chitarra

Tempo di preparazione 1 ora

spaghetti_chitarra (1)b

 

  • Preparare gli spaghetti alla chitarra

Se usate l’impastatrice planetaria: versate la semola, il sale e l’olio nel boccale, inserite nella macchina e iniziate a far girare con il gancio, versate a filo l’acqua a motore avviato fino ad ottenere un composto lavorato.

Se usate il Bimby: versate la semola, il sale e l’olio nel boccale azionate le lame vel. 4 e versando dal foro del coperchio l’acqua fate impastare per circa 30 secondi.

Se impastate a mano versate in una scodella capiente o sulla spianatoio la semola insaporite con sale e olio e unite l’acqua. Lavorate fino ad ottenere un composto omogeneo.

spaghetti_chitarra (9)b

Versate il composto sulla spianatoia e lavoratelo fino ad ottenere una palla liscia, avvolgetela nella pellicola o in una scodella con coperchio e lasciate riposare l’impasto per circa 30 minuti.

Stendete l’impasto con il mattarello o con la sfogliatrice fino ad uno spessore di 2.5 mm (Nel mio caso con Atlas 150 Marcato spessore n.3), cospargete la sfoglia con abbondante semola e con l’apposita chitarrina o con una trafila apposita (nel mio caso spaghetti alla chitarra Marcato per Atlas 150) tagliatela. Disponete la pasta su una grata o su uno stendi pasta ad asciugare.

spaghetti_chitarra_olive_origano (9)b

 

  • Preparare il sugo alle olive 

Spuntate e pelate l’aglio, potete lasciarlo intero o tritarlo secondo il vostro gusto personale. Sgocciolate le olive dalla salamoia e tagliatele in 3 o 4 rondelline.

In una padella rosolate l’aglio con il peperoncino e le alici, fino a farle dissolvere nell’olio, unite le olive tagliate e insaporitele nell’olio, versate i pomodorini con il loro liquido e il concentrato scioglietelo bene nel liquido e lasciate cuocere per circa 5 minuti a fuoco medio con il coperchio (se usate i pomodori pelati invece schiacciateli prima di aggiungerli al sugo), quando teneri schiacciateli con una forchetta cosi da romperli, insaporite con l’origano e proseguite la cottura per altri 5 minuti. Regolate di sale e pepe e lasciate riposare il sugo. Rimuovere il peperoncino prima di condire la pasta.

spaghetti_chitarra_olive_origano (15)b

 

  • Cuocere la pasta

Portate a bollore acqua sufficiente per la cottura della pasta, quando sarà a temperatura unite il sale e aspettate che riprenda il bollore, tuffate la pasta e con un forchettone districatela per evitare che in cottura si attacchi. Fate cuocere per il tempo necessario, il tempo varia in base allo spessore della pasta, scolatela con una pinza per spaghetti o con un mestolo forato o con uno scolapasta e saltatela in padella con il sugo.

Servite gli spaghetti alla chitarra con olive e origano in tavola caldi cospargendoli con ulteriore origano a piacere.

spaghetti_chitarra_olive_origano (24)b

 Cucina Regionale
Sicilia

goedkope energie

Share on Google+Tweet about this on TwitterPin on PinterestShare on FacebookShare on TumblrEmail this to someone

8 pensieri su “Spaghetti alla Chitarra alle Olive e Origano

    1. piccolalayla Autore articolo

      Ciao Zia, non ci crederai ma ho appena visto il tuo post e sto ancora leccandomi i baffi! si è vero neanche se ci fossimo organizzate per tempo! A presto LA

      Rispondi
  1. carla

    Buonissima questa ricetta, semplice e sfiziosa. Ho scoperto il tuo blog da poco ma lo trovo molto interessante. Ti seguirò e non mancherò di riprovare le tue ricette. Ciao.

    Rispondi

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>