Polpette di Cavolfiore al Forno

In Sicilia il cavolfiore è un mast, noi isolani lo usiamo in tante ricette, e per me queste polpette sono un ricordo d’infanzia bellissimo; mia madre le cucina spesso fritte e io ne ho sempre fatto grandi scorpacciate, ora che vivo con G. quando posso le preparo anche io, ma ho scelto di proporvi una ricetta più leggera e veloce di quella tradizionale da preparare: polpette di cavolfiore al forno! 

Io adoro le polpette in qualunque forma e sostanza esse siano e queste deliziose polpettine vegetariane non sono da meno, molto versatili perché possono essere servite come secondo piatto (credo che anche i piccoli li mangeranno volentieri) o come antipasto per una cena rustica o fatte piccine possono diventare dei simpatici e sfiziosi bocconcini da aperitivo.

Sono buonissime, croccantine al punto giusto con il cuore tenero e saporito; possono essere arricchite con qualunque ingrediente voi vogliate, se in frigo avete pezzettini di formaggio a pasta filata per ottenere un cuocere filante o aggiungere dadini di prosciutto cotto per gli irriducibili della ciccia, come direbbero in toscana.

In qualunque maniera voi le prepariate le polpette di cavolfiore al forno saranno sempre buonissime e come le ciliegie una tira l’altra, vi consiglio di provarle prima che gli ultimi cavolfiori invernali spariscano per far posto alle verdure primaverili.

Non mi resta che augurarvi Buon Lunedì e Buon Equinozio di Primavera (quando giorno e notte hanno la stessa durata!) che cade oggi….polpette_cavolfiore_forno (17)b

Ingredienti per 4 persone

1 cavolfiore bianco
50g formaggio grattugiato parmigiano
50g formaggio grattugiato pecorino
3 cucchiai circa di farina 00
1 uovo medio da allevamento a terra
sale marino iodato fine
pepe nero macinato
noce moscata grattugiata
erba cipollina tritata o prezzemolo fresco
olio evo

pane grattugiato fine

  • Inoltre

teglia da forno di teflon

Tempo di preparazione 40 minutipolpette_cavolfiore_forno (20)b

  • Preparare le polpette di cavolfiore

Spuntate il cavolfiore, togliete il torsolo e le foglie, lavatelo e mettetelo a cuocere in acqua bollente salata per il tempo necessario a  farlo diventare tenero, lasciatelo cuocere senza coperchio eviterete che aprendolo la casa si impesti. Scolatelo e lasciatelo sgocciolare intanto che intiepidisce.polpette_cavolfiore_forno (5)bVersate il cavolfiore lesso in una scodella capiente con una forchetta schiacciatelo fino a ridurlo in una purea grossolana, unite l’uovo sbattuto e tutti i restanti ingredienti, iniziate a lavorare prima con una forchetta, aggiungendo poca farina alla volta fino ad ottenere un composto della consistenza compatta, se necessario usate le mani. polpette_cavolfiore_forno (39)bVersate il pangrattato in una scodella o su un piatto con le mani umide formate delle polpettine delle dimensioni che preferite e ripassate ogni polpettina nel pangrattato, schiacciando leggermente i poli, cosi che in cottura si dorino uniformemente.polpette_cavolfiore_forno (38)b

  • Cottura in forno

Disponete le polpette di cavolfiore in una teglia da forno d teflon leggermente unta, distanziandole leggermente. Cuocete le polpette di cavolfiore a funzione grill temperatura 200°C per circa 10 minuti o fino a quando la superficie è uniformemente dorata, con una palettina o con una forchetta giratele e continuate la cottura per altri 5 minuti circa o fino a quando anche su questa superfici si sarà formata una crosticina dorata.

Servitele in tavola le polpette di cavolfiore al forno tiepide accompagnate da insalata verde o rossa e della maionese.polpette_cavolfiore_forno (43)b

Cucina Regionale
Sicilia

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on TumblrShare on Google+Pin on PinterestEmail this to someonePrint this page

10 pensieri su “Polpette di Cavolfiore al Forno

  1. Emanuela

    Ciao cara, piacere di conoscerti, complimenti per le ricette sfiziose come queste polpette che non ho mai provato a fare ma che mi stuzzicano tantissimo.
    A presto Emanuela.

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *