coniglio-22b

Rotolo di Coniglio con Verdure

Con questa ricetta mi sono stupita di me! Vi racconto un pò….  In 3x anni non ho mai e dico mai cucinato un arrosto in casseruola. Lo confesso non l’ho mai preparato perché sono i piatti di mia madre, sono il suo cavallo di battaglia, tra le altre cose io non li ho mai amati particolarmente ne ho sempre mangiato giusto un pezzettino e ho chiesto di passarmi le patate di contorno o le carote, sapete che io non vado pazza per la carne in genere.

Ora che sono finita nella terra dei brasati, stracotti e arrosti me li ritrovo sempre a tavola in ogni occasione comandata e non ….e continuo la mia tiritera: ne assaggio un pezzetto e poi chiedo di avere le patate e il resto di contorno, non posso farci nulla la carne non fa per me.

G. con il suo lavoro ha la possibilità di conoscere allevatori e contadini locali e ogni tanto riusciamo anche ad acquistare qualche prodotto a km 0, cosi circa 2 mesi fa ha ordinato un coniglio di cui io mi ero anche dimenticata, ed eccolo tornare a casa con questa busta gigante… quando mi ha detto coniglio non pensavo di queste dimensioni “e ora chi se lo mangia? dove lo conservo, già il frizzer non si chiude???? cosa ci cucino????” un milione di cose mi passano per la testa ma intanto il coniglio va prima pulito e tagliato, lavoro x G. che si arma di buona volontà e affila i coltelli (se voi non sapete come fare chidete aiuto al macellaio o al contadino che ve lo vende). Intanto ecco la prima telefonata alla mamma alla ricerca di una ricetta che faceva quando ero piccola il coniglio in agrodolce alla siciliana e un messaggio alla mia amica L. per conoscere la sua versione di questa ricetta. Quando G. ha finito la sua opera mi ritrovo ad avere un enorme scodella piena di pezzi di coniglio, mezzo coniglio disossato e un quantitativo di ossicini con ancora una buona parte di polpa attaccata.

Beee decidiamo il da farsi: i pezzi x il coniglio in agrodolce, gli ossicini x il brodo di coniglio e con la metà disossata? Sicuramente un rotolo/rollè ed ecco che mi torna alla mente un piatto che ho mangiato tanti anni fa buonissimo, ma non ricordo tutti gli ingredienti cosi tiro un po ad indovinare nella speranza di trovare un buon mix.

Un po di formaggio grattugiato, un po di pangrattato e sicuramente della mortadella … una scappata al supermercato a comprare lo spago (meglio ancora se trovate la rete da macellaio) e in azienda agricola a prendere le verdure ed eccoci pronti per preparare il nostro rotolo di coniglio!

Nonostante ho sempre mangiato il coniglio non l’ho mai cucinato cosi fino a questo momento: avevo il terrore di cuocerlo troppo, di farlo troppo secco, che si rompesse in cottura, cmq avete capito che non ero per niente sicura di quello che stavo combinando… ma ormai avevo acquistato tutti gli ingredienti non mi rimaneva che iniziare a preparare il rotolo di coniglio con le verdure.

Per fortuna dopo anni di tecnica di avvolgi braciole messinesi non ho avuto problemi a chiuderlo ma molti di più a legarlo con lo spago (fatevi aiutare da qualcuno se è la prima volta) e ora viene il bello: “Se non entra nel tegame?” per fortuna le dimensioni sembravano calcolate al mm…. mentre lui rosolava io affettavo le verdurine e pochi minuti dopo la casa era invasa da un favoloso profumo.

Vi consiglio di lasciarlo freddare bene, anche in frigo, prima di poterlo affettare altrimenti rischierete che si rompa e di riscaldarlo giusto un attimo per evitare che secchi. Le verdure in umido potete servirle cosi come si trovano o frullarle e servire il rotolo di coniglio con una deliziosa salsina sicuramente più apprezzata dai bambini e accostare delle buonissime patate al forno al rosmarino.

G. ha apprezzato parecchio questa preparazione e allora la prossima volta gli toccherà allenarsi per disossare tutto il coniglio (non solo metà) cosi magari inviterò a cena qualche amico per fargli assaggiare questa meraviglia durante le feste di Natale… intanto noi facciamo il bis (poi dico che ingrasso a vista d’occhio).coniglio-46b

Ingredienti per 4 persone

  • Per il coniglio

1/2 coniglio disossato e aperto a foglio
4-5 carote medie
2-3 coste di sedano
1 cipolla bionda grossa
2-3 foglie di alloro fresco
1 bicchiere di vino bianco
300-350 ml circa di brodo di coniglio (o di verdure)
sale marino iodato fine
pepe nero macinato
olio evo

  • Per il ripieno

4-5 fette di mortadella Bologna fine
30g provolone dolce (o altro formaggio)
2 cucchiai formaggio pecorino grattugiato
2 cucchiai formaggio parmigiano grattugiato
2 cucchiai pangrattato fine
1 mazzetto di prezzemolo fresco tritato
1 spicchio d’aglio italiano
1 uovo allevato a terra
acqua o brodo
noce moscata grattugiata
sale marino iodato fine
pepe nero macinato
olio evo

  • Per il brodo di coniglio

Ossa di coniglio
sale marino iodato grosso
1 carota
1 foglie di una costa di sedano
1 cipolla
2 foglie di alloro fresco
1 spicchio d’aglio

  • Inoltre

Spago da cucina o rete da macellaio
Tegame capiente

Tempo di preparazione 90 minuti + riposo in frigoriferoconiglio-42b

  • Preparare il brodo

Mettete a bagno in una pentola capiente con acqua fredda le ossa, le verdure, le erbe aromatiche e una presa di sale, coprite con il coperchio e lasciate cuocere per circa 2 ore a fuoco basso. Una volta pronto filtratelo con un colino a maglie strette e rimuovete le verdure. Potete utilizzare il brodo che vi avanza per preparare un buon risotto o dei tortellini in brodo.coniglio-39b

  • Preparare il ripieno

Su un tagliere con un coltello affilato o con un trita tutto preparate un trito di prezzemolo e aglio abbastanza fine. In una scodella unite: i formaggi grattugiati, il pangrattato, l’uovo sbattuto, sale, pepe, noce moscata, aglio e prezzemolo tritati. Tagliate il provolone dolce a pezzettini o grattugiatelo con una grattugia a fori larghi e aggiungetelo al composto mescolate e unite un cucchiaio di olio e poca acqua o brodo per ammorbidire il pangrattato (ciò lascerà il ripieno umido ma non bagnato).coniglio-30b

 

  • Farcire il coniglio

Allargate il coniglio disossato su un tagliere e con un coltello affilato rimuovete le eventuali parti di grasso rimaste e controllate che non vi siano cartilagini o piccoli ossicini. Lavatelo sotto l’acqua corrente e asciugatelo con carta da cucina. Districate i tessuti su un piano di lavoro e controllate che non vi siano buchi o punti irregolari nella carne da cui potrebbe fuoriuscire il ripieno.

Disponete uno strato di mortadella abbastanza uniforme (comprendo eventuali buchi), ricoprite con il ripieno posizionandolo al centro. Ripiegate i lati corti del coniglio verso l’interno di circa 2 cm e con le mani fate girare la carne su se stessa fino a chiuderla completamente dal lato lungo, pressate leggermente cosi che il ripieno si compatti. Legate con lo spago da cucina il rotolo come preferite, io ho scelto di fare delle semplici legature ogni 3 cm circa e due per lungo cosi da evitare di far fuoriuscire il ripieno dalle aperture laterali.coniglio-27b

  • Cottura

Riscaldate in una capiente padella o tegame 3 cucchiai di olio evo disponete il rotolo di coniglio, lasciatelo dorare per un paio di minuti su tutta la superficie cosi da sigillare le carni, aiutatevi con una pinza o con due mestoli di legno per farlo roteare.

Affettate la cipolla, le carote e il sedano grossolanamente, quando il coniglio sarà ben rosolato aggiungetele al tegame con le foglie di alloro e lasciatele insaporire, appena inizieranno ad appassire sfumate il tutto con un bicchiere di vino bianco a fiamma alta cosi da eliminare la parte alcolica. Abbassate la fiamma, salate e pepate il tutto e allungate con due mestoli di brodo caldo. Lasciate cuocere, girando il rotolo di coniglio di tanto in tanto per circa 35 minuti (le dimensioni variano dal peso del rotolo).

Una volta cotto adagiatelo su un piatto e lasciatelo raffreddare, avvolgetelo nella stagnola o nella pellicola se necessario. Se nella pentola il sughino è troppo lento alzate la fiamma togliete il coperchio e lasciate evaporare per qualche minuto il liquido in eccesso.coniglio-17b

  • Servire

Per evitare che il rotolo di coniglio si rompa durante il taglio potete far riposare la carne a temperatura ambiente o in frigorifero per qualche ora e affettarla con un coltello affilato dalla lama sottile.

- Se avete ospiti a pranzo/cena potete preparare il rotolo di coniglio in anticipo,  disporre le fette in modo ordinato su una teglia da forno di ceramica (tiene meglio la temperatura) versate sopra il sughetto con le verdure, coprite con la stagnola e mettete in forno caldo per farlo intiepidire.

- Se preferite fare un servizio al piatto potete riscaldare le fette di rotolo di coniglio nella stessa pentola dove vi sono le verdure,  a fuoco basso con il coperchio fino a farlo intiepidire.

Servite sul piatto adagiando due o tre fette di rotolo di coniglio, il sughetto di cottura e le verdure. Potete decorare con foglie di alloro fresco.coniglio-21b

  • La salsa di verdure

Se non amate le verdure a pezzi o non vi piace l’effetto che fa sulla carne potete frullare le verdure con un frullatore ad immersione e servirle in tavola in una salsiera precedentemente riscaldata.coniglio-56b

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Coach outlet

Share on Google+Tweet about this on TwitterPin on PinterestShare on FacebookShare on TumblrEmail this to someone

4 pensieri su “Rotolo di Coniglio con Verdure

    1. piccolalayla Autore articolo

      Ciao Cla, se ti capita provalo se ti capita vedrai che buono … ne esistono tantissime versioni con ripieno di frittata o di verdure e presto vorrei provarne qualcun’altra. A presto LA

      Rispondi

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>