melanzane (20)b

Cotolette di Melanzane Filanti

Avete mai mangiato le cotolette di melanzane? Se la risposta è NO, non sapete cosa vi perdete; qualche giorno fa ho chiesto a G. cosa volesse mangiare per cena, ed ecco la risposta cotolette panate, uno dei suoi piatti preferiti. Ok cotoletta sia… ma a modo mio!!!! O meglio nella maniera sicula! Poteva mancare l’influsso della mia terra anche quando G. chiede espressamente un piatto tipico del nord? Non me ne vogliano i milanesi ma, io non amo la carne quindi devo sempre trovare un diversivo e quale migliore occasione se non usare le verdure come le melanzane.

Le foto so che non sono delle migliori, ma vi dico la verità non avevo intenzione di postare sul blog questa ricetta, ma poi il sapore era cosi buono nonostante io la abbia cambiata leggermente alleggerendola che non potevo farmela scappare e sono sicura che apprezzerete ugualmente. Magari se mi ricapiterà di friggere melanzane a breve, scatterò nuovamente qualche foto di queste cotolette di melanzane filanti.

La ricetta che vi propongo certo non è delle più leggere, come detto tante volte la cucina siciliana, come del resto tutta la cucina del sud, non lesina su fritture e condimenti. La ricetta tradizionale è molto ricca e saporita: prima cottura in olio bollente, farcitura a base di formaggi e salumi, panatura alta e saporita con uovo e per concludere seconda frittura. Come vi dicevo io ho scelto di renderla un po più leggera utilizzando una panatura sottile e facendo la seconda cottura in forno, anzi ché nuovamente nell’olio bollente. Se il vostro fegato e le vostre coronarie lo permettono allora a tutta frittura con la vera ricetta siciliana, altrimenti potete scegliere la seconda opzione.

Per il ripieno io ho optato per un mix di formaggi che avevo in casa: scamorza affumicata, formaggio a pasta filata, pezzetti di sottiletta, voi scegliete quello che più vi piace e sopratutto che avete a disposizione in casa, questa ricetta fa parte della cucina povera siciliana non occorre per forza andare a fare la spesa e acquistare ingredienti costosi tutte le volte che dobbiamo cucinare qualcosa di nuovo o sfizioso. Questa è una ricetta vegetariana, ma se preferite farla diventare per carnivori, arricchendola ulteriormente con qualche salume, potete aggiungere una fetta di mortadella o di prosciutto cotto, evitate altri salumi che potrebbero poi rendere troppo salato il tutto.

Io l’ho servita in tavola su un letto di insalata mista e dei pomodori affettati, potete usare dei pomodori di Pachino o altra verdura,  il tutto con qualche fogliolina di basilico che non sta mai male con le melanzane, in qualunque modo esse siano cotte. Se vi piace l’idea di questo secondo, potete anche usarla per preparare un aperitivo sfizioso, magari scegliendo delle melanzane piccole e ottenendo dei bocconcini ideali per un finger food.

melanzane (18)b

Ingredienti per 4 persone

1 grossa melanzana tonda
formaggio filante (scamorza, galban…, sottiletta)
pane grattugiato fine
sale marino iodato fine
sale marino iodato grosso
pepe nero macinato
foglie di basilico
foglie di prezzemolo
origano secco
uova
farina 00
olio per friggere

padella per friggere e/o teglia da fornomelanzane (19)b

  • Preparare le melanzane

Lavate le melanzane sotto l’acqua corrente, strofinatela bene per togliete eventuali impurità. Affettate le melanzane con tutta la buccia per ottenerne dei dischi della stessa dimensioni, mettetele in uno scolapasta intervallando le fette con un bel pugno di sale grosso, posizionate un peso e lasciatele macerare li per circa 1 ora. Vedrete fuoriuscire acqua scura dai fori dello scolapasta. Lavate le melanzane velocemente sotto l’acqua corrente e asciugatele su un panno da cucina o su della carta per rimuovere l’acqua presente, se necessario schiacciatele per estrarre l’acqua, evitando cosi di bruciarvi quando le andrete a cuocere nell’olio bollente.

Riscaldate una capiente padella colma di olio, quando l’olio sarà a temperatura immergete poche fette di melanzana per volta, lasciatele friggere fin ché non saranno ben dorate su entrambe le superfici. Con una pinza o con una forchetta toglietele dall’olio e adagiatele su carta da cucina o carta fritti, per rimuovere l’olio. Se troppo bagnate strizzatele fra più fogli di carta da cucina. Lasciatele raffreddare e salatele leggermente.melanzane (17)b

  • Preparare le cotolette

Affettate il formaggio scelto o se preferite fate un mix di tutti i formaggi a pasta filata. Scegliete due fette di melanzane di dimensioni simili cosi che i lembi combacino e si possano chiudere perfettamente. Disponete su una delle due fette i formaggi ed eventualmente i salumi e chiudete con la seconda fetta di melanzana, proseguite fino a terminare gli ingredienti.

- Panatura alta: preparate tre scodelle rispettivamente con farina, uovo sbattuto con un pizzico di sale e pangrattato insaporito con le erbe aromatiche triturate e un pizzico di sale e pepe; passate le melanzane prima nella farina, poi nell’uovo sbattuto e successivamente nel pangrattato.

- Panatura sottile: passate ogni cotoletta farcita nel pangrattato insaporito con le erbe aromatiche triturate e un pizzico di sale e pepe.

  • Cottura

- Fritte: friggete nuovamente le cotolette di melanzane nell’olio bollente fino a doratura, lasciatele asciugare su carta da cucina e servitele in tavola calde.

- In forno: disponete le cotolette di melanzane su una teglia da forno in teflon o sulla leccarda (potete rivestirla di carta forno se preferite), riscaldate il forno con impostazione grill temperatura media disponete la teglia nel ripiano alto e cuocete le cotolette fino a doratura della superficie, giratele e proseguite fino a far dorare il lato opposto.

Servite in tavola le cotolette di melanzane filanti calde, accompagnando il tutto con dell’insalata a vostra scelta e decorando con foglioline di basilico.melanzane (15)b

 Cucina Regionale
Sicilia

Salva

Salva

Coach outlet

Share on Google+Tweet about this on TwitterPin on PinterestShare on FacebookShare on TumblrEmail this to someone

4 pensieri su “Cotolette di Melanzane Filanti

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>