Pollo Marinato allo Za’atar e Porri

Ricetta semplicissima come ormai tutte quelle dell ultimo periodo dove il tempo si riduce a vista d’occhio…. vi sembrerà strano ma trovare il porro nella mia città non è gioco facile… avrò girato almeno tre fruttivendoli e 2 supermercati per poi approdare al supermarket etnico dove compro spezie e riso… e dire che è cosi semplice e buono.

ps se non avete ancora capito mi sono innamorata dello za’athar lo mettereeeeeeeeeeeeeeiiiiiiiiiiiiiii ovunque quindi caro zio Leo mi sa che al prossimo viaggio ti toccherà fare scorta doppia di questa leccormia!!!

 

Ingredienti per 4 persone

600g petto di pollo a dadini
1 cucchiaio colmo di Za’atar (se non l’avete sostituitelo con misto arrosti)
1 Limone bio
1 Porro medio
1cucchiaino dado vegetale fatto in casa
1 cucchiaino di Amido di Mais Molino Chiavazza
Olio evo
Sale marino iodato fine
Pepe nero macinato

Lavate e tagliate il pollo privandolo della pelle, in una ciotola abbastanza capiente cospargere di zaa’thar (o altre spezie a vostra scelta), succo di limone, olio evo, sale (poco) e pepe nero. Lasciare riposare per un paio d’ore se possibile, cosi che la marinatura entri nella carne.

In una capiente padella dai bordi alti, rosolare il porro tagliato a rondelle per pochi minuti, aggiungere il pollo e lasciare che questo prenda colore, aggiungere il dado, la maizena e poca acqua cosi da creare una base per il pollo. Coprire e lasciare cuocere 10 min circa(il tempo varia dalle dimensioni dei dadini di pollo), servire caldo con il sughetto di contorno.

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on TumblrShare on Google+Pin on PinterestEmail this to someonePrint this page

8 pensieri su “Pollo Marinato allo Za’atar e Porri

  1. stella

    Ma non ci credo qui da me i porri si trovano ovunque! Ho da poco mangiato anche io uno stufato di pollo con i porri davvero buono, non avrei mai pensato! Debbo rifarlo al più presto anche io, ciao!

    Rispondi
  2. lucy

    da noi i porri si trovano facilmente e lo usiamo anche spesso.sono veramente ottimi e danno un tocco particoalre al piatto come questo!

    Rispondi
  3. Agnese

    E' questo il bello di girovagare nei blog altrui…scoprire sempre qualcosina di nuovo. Questo è il caso dello Zaa'thar…ma cos'è? ora mi vado subito ad informare facendo una ricerca online! Cambiando argomento, vorrei proporre una cosa e mi scuso da subito se sfrutto questo commento per parlarne ma penso sia un'idea carina e spero possa interessare qualcuno. Ho appena inaugurato un'iniziativa nel mio blog per parlare di foodphotography ed utilizzarlo anche come forum per chiedere ed avere consigli fotografici. Se qualcuno ha argomenti da proporre o domande da fare … basta commentare chiedendo! Chiunque può partecipare a qualche eventuale discussione chiedendo o dando consigli….sono così pochi i siti web dove trovare qualcosa riguardo alla foodphotography e quei pochi che si trovano non sono italiani! Un caro saluto!

    Rispondi
  4. PiccolaLayl@

    ciao ragazzi
    che bello leggervi… scusate l assenza di questi giorni ma aimè il mare chiama… anzi vi scrivo giusto da li e vi auguro una buona domenica e un magnifico inizio di settimana!!!
    a presto lalla

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *